Il Novara batte l'Inter per 1-0, dimostrando di essere la bestia nera dei nerazzurri. I novaresi infatti, quest'anno nei due scontri diretti, sono riusciti nell'impresa di portare via sei punti su sei alla squadra nerazzurra. Dopo la batosta di Roma, tutti si attendevano una reazione di orgoglio da parte dei nerazzurri, la partita sembrava fatta apposta per una sana vittoria che rigenerasse il morale, ma il Novara di Mondonico, da vittima predestinata, giocando una gara accorta, senza dover per altro strafare, si è trasformata in un killer spietato che ha fatto fuori i milanesi col più classico dei contropiedi. Ranieri per questa partita, visto che Pazzini aveva qualche linea di febbre, decide di mandare in campo Milito unica punta, con Sneijder ed Alvarez alle sue spalle. Senza Maicon squalificato e con Nagatomo in panchina, l'Inter si ritrova senza sbocchi sulle fasce ed è costretta a tentare di passare per le affollatissime vie centrali con pessimi risultati. I piemontesi dal canto loro, ben disposti in campo e coperti dietro, tentano ogni tanto di spezzare le trame nerazzurre, per ripartire con rapidi contropiedi. Proprio su uno di questi contropiedi, da manuale al 57' gli uomini di Mondonico passano in vantaggio con Caracciolo che fulmina Julio Cesar con un tiro a giro dal limite. I  milanesi reagiscono immediatamente, ma la manovra è lenta ed impacciata e non crea problemi al Novara, che continua a difendersi con ordine. Ranieri nel finale tenta il tutto per tutto e butta dentro anche Forlan e Pazzini, ma nonostante le quattro punte, il risultato non cambia e per i nerazzurri si tratta di un duro colpo da digerire, che li allontana sempre più dalle zone alte della classifica.
Share To:

Enzo Mira

Post A Comment: