marzo 2012
Dopo la sconfitta con la Juventus, il presidente dell'Inter Moratti, ha preso la dolorosa decisione di esonerare dall'incarico Claudio Ranieri. Con il tecnico romano, salgono a 16, gli esoneri dalle panchine della Serie A nella stagione in corso. Il suo posto, verrà preso dal tecnico della Primavera Stramaccioni, reduce dal fresco successo ottenuto a Londra, nella prima edizione della Next Gen Series, che da molti viene considerata la Champions League giovanile. Nel video che segue, le immagini della vittoriosa finale di Londra, in cui i ragazzi del nuovo tecnico nerazzurro, hanno sconfitto gli olandesi dell'Ajax di Amsterdam per 6-4 ai calci di rigore.
Eccovi il video dell'intervista con Giorgio Chiellini dopo Juventus - Inter 2-0. Il difensore bianconero, che con una prestazione difensiva di alto livello, è stato uno dei maggiori artefici della vittoria della squadra torinese, è andato anche vicino al gol in un paio di occasioni e le commenta insieme ai giornalisti presenti in studio, analizzando la partita appena conclusa.
-
Eccovi il video con i gol e le highlights di Juventus - Inter 2-0 commentate da Zuliani. Il popolare telecronista tifoso dei bianconeri, scatena tutto il suo entusiasmo in occasione della rete del vantaggio realizzata dal "pelado" Martin Caceres con un preciso colpo di testa su corner di Pirlo ed impazzisce letteralmente dalla gioia, al gol del raddoppio segnato dal "capitano" Alex Del Piero che manda in visibilio lo "Juventus Stadium".
-
Eccovi il video relativo ai festeggiamenti dei giocatori bianconeri dopo la partita con l'Inter terminata con la vittoria della Juventus per 2-0 grazie ai gol di Caceres e Del Piero. Gli uomini di Conte, come consuetudine, al termine dell'incontro, corrono tenendosi per mano, verso la curva a ringraziare i tifosi per il caloroso supporto, scatenando l'entusiasmo di tutto lo stadio.
Marcello Chirico, nel corso della popolarissima trasmissione sportiva di Telelombardia QSVS (Qui Studio a Voi Stadio), commentando Juventus - Inter, impazzisce letteralmente di gioia quando Del Piero, stende definitivamente i nerazzurri con un tocco di fino che non lascia scampo a Julio Cesar. Eccovi il video del simpatico giornalista tifoso dei bianconeri, che esulta come un pazzo, saltellando in giro per lo studio, brandendo una gigantografia del capitano bianconero.
Elio Corno, durante la trasmissione Direttastadio di Italia 7 Gold, si imbestialisce con Chiellini e lo insulta ripetutamente. Il giornalista tifoso dei nerazzurri, commentando il finale della partita Juventus - Inter conclusasi con la vittoria dei bianconeri per 2-0, in seguito ad una gomitata rifilata dal difensore bianconero a Milito, nonostante buona parte dello studio, ritenga l'azione involontaria, stigmatizza il colpo proibito di Chiellini, definendo il giocatore un "deficiente". Eccovi il video dello sfogo di Corno che si infuria anche con gli altri commentatori presenti alla trasmissione "vedete solo quello che volete vedere voi".
La Juventus batte l'Inter per 2-0 nel posticipo serale e Antonio Paolino, durante la trasmissione Direttastadio di Italia 7 Gold, si prende le sue rivincite nei confronti di Tiziano Crudeli ed Elio Corno, esultando come un forsennato ai gol dei bianconeri.
Eccovi il video con il commento di Zuliani, della splendida coreografia messa in atto dai tifosi bianconeri allo "Juventus Stadium", in occasione di Juventus - Inter. La partita si è conclusa con il risultato di 2-0 in favore degli uomini di Conte, con gol di Caceres, che ha confermato di essere un acquisto azzeccatissimo e di capitan Del Piero, che con la sua ennesima linguaccia, ha mandato in visibilio il nuovo impianto Torinese.
In uno "Juventus Stadium" gremito in ogni ordine di posti, la Juventus batte l'Inter 2-0 e continua il suo avvincente duello con il Milan, mantenendo invariato il distacco di 4 punti dai rivali rossoneri. Nel primo tempo, Ranieri ha messo in difficoltà i bianconeri con un pressing altissimo, veloci ripartenze e con Poli in marcatura a uomo su Pirlo. La tattica del tecnico nerazzurro, per tutta la prima frazione di gioco, è riuscita ad  imbrigliare la manovra bianconera, che trovava sbocchi solo sulla destra dove imperversava uno scatenato Caceres, mentre i nerazzurri si sono resi pericolosi più volte e Buffon ha dovuto offrire il meglio di se per mantenere la porta inviolata sulle conclusioni di Milito (due volte), ObiStankovic e Forlan. Nella ripresa però, Conte trova la chiave della partita, inserisce Bonucci e Del Piero al posto di Pepe e Matri, passando dal 4-3-3 al 3-5-2 con Bonucci , Barzagli e Chiellini a presidiare la difesa e Caceres e De Ceglie nella posizione di esterni del centrocampo a cinque. Il nuovo assetto tattico, si rivela un vero e proprio toccasana per i bianconeri che prendono immediatamente le redini dell'incontro. Dopo un missile da fuori di Marchisio, alzato sopra la traversa da Julio Cesar, al 58', su un calcio d'angolo battuto magistralmente da Pirlo, Caceres, lasciato inspiegabilmente solo in mezzo all'area di rigore, porta in vantaggio la Juventus con un preciso colpo di testa. Sulle ali dell'entusiasmo, gli uomini di Conte continuano a pressare e poco dopo Vucinic, messo in movimento da una verticalizzazione di Del Piero, si presenta tutto solo davanti Julio Cesar, ma spreca clamorosamente, facendosi ribattere la conclusione dal portiere nerazzurro. Al 72' però, Del Piero, innescato da un taglio stile Barcellona di Vidal, chiude definitivamente la partita, beffando Julio Cesar in uscita, con un tocco preciso che manda in visibilio i tifosi  bianconeri, estasiati dall'ennesima linguaccia di questo straordinario campione che non finisce mai di stupire. Nel finale, la squadra nerazzurra è incapace di reagire e i bianconeri, in due occasioni, vanno vicini alla terza rete, prima con Quagliarella che servito da Chiellini si è visto deviare il tiro a botta sicura da un recupero in extremis di Maicon e con poi uno splendido colpo di testa dello stesso Chiellini, miracolosamente deviato oltre la traversa da Julio Cesar. Con questa vittoria, gli uomini di Conte mantengono invariato il distacco di 4 punti dal Milan e nella speranza che i rossoneri rallentino il passo, continuano a coltivare il sogno scudetto.
Eccovi il video di un ampia sintesi di Napoli - Catania con la telecronaca di Raffaele Auriemma. La partita, conclusasi con un pareggio per 2-2, è stata dominata per lunghi tratti dagli uomini di Mazzarri, che sono andati in vantaggio al 60' con un siluro da fuori area di Dzemaili. Pochi minuti dopo, Cavani, splendidamente lanciato da Pandev, ha portato il risultato sul 2-0. A quel punto, la gara sembrava ormai chiusa, ma i Catanesi, complici due clamorose disattenzioni dei difensori napoletani, hanno prima accorciato le distanze al 74' con un colpo di testa di Spolli e poi all'85' hanno riportato il punteggio in parità con Lanzafame, facendo sprofondare il mitico Auriemma nella delusione più profonda.
Tiziano Crudeli commenta le fasi salienti di Milan - Roma durante la popolarissima trasmissione Direttastadio di Italia 7 Gold. La partita si è conclusa con la vittoria dei rossoneri per 2-1 grazie ad una doppietta realizzata da Ibrahimovic. I giallorossi sono andati in vantaggio per primi con una deviazione sotto misura di Osvaldo su cross di De Rossi.  Lo svedese ha prima pareggiato i conti su calcio di rigore, concesso dall'arbitro per un fallo di mano di un difensore capitolino e poi ha regalato i tre punti ai rossoneri con un gol siglato, al termine di una splendida azione personale che scatena la gioia incontenibile del mitico Tiziano Crudeli. Con questo risultato, il Milan compie un ulteriore passo in avanti verso la conquista del titolo e il suo entusiasmo è ormai alle stelle.
Eccovi il video dello splendido gol di Mirko Vucinic durante Juventus - Milan valevole per la semifinale di ritorno della Coppa Italia. Il montenegrino, quasi da fermo, da distanza siderale, ha lasciato partire un siluro che si è infilato nel sette alla sinistra di Amelia, che ha nella ha potuto per opporsi alla prodezza balistica dell'attaccante bianconero. Con questo straordinario gesto tecnico, Vucinic, ha lanciato la Juventus verso la finale che si disputerà il 20 Maggio a Roma, confermando il suo straordinario momento di forma. Per chi volesse rivedere anche lo splendido gol del montenegrino, in occasione della recente partita di campionato con la Fiorentina, conclusasi con l'eclatante vittoria dei bianconeri per 5-0, ecco il link del video con i gol e le highlights commentate da Zuliani.
Eccovi le meravigliose immagini dello Juventus Stadium di Torino gremito in ogni ordine di posti. Il video è stato registrato durante la lettura delle formazioni, poco prima dell'inizio della semifinale di ritorno di Coppa Italia tra Juventus e Milan. La splendida coreografia del pubblico, a cui partecipano anche i numerosi tifosi rossoneri, è da brividi e contribuisce a rendere l'idea, di cosa può voler significare avere uno stadio di proprietà.
Eccovi il video dell'intervista rilasciata da Del Piero al termine della partita Juventus - Milan di Coppa Italia, terminata col punteggio di  2-2 . Il capitano bianconero, nonostante le sue apparizioni avvengano ormai col contagocce, alla prima occasione ha immediatamente dimostrato di poter essere ancora utile, realizzando il gol del vantaggio iniziale dei bianconeri. Con questo gol di pregevole fattura, Del Piero ha anche ripagato in pieno la fiducia concessagli da Conte che prima dell'incontro, dopo aver annunciato la presenza in campo del capitano bianconero, aveva previsto che sarebbe stata la sua partita, azzeccando in pieno il pronostico.
Eccovi il video dell'intervista con Allegri dopo la semifinale di ritorno della Coppa Italia tra Juventus e Milan. L'incontro, disputato in uno Juventus Stadium gremito all'inverosimile, è terminato con un pareggio per 2-2, che ha di fatto eliminato i rossoneri dalla competizione. Nell'intervista, il tecnico rossonero spiega i cambi da lui effettuati e analizza la partita ed i suoi episodi salienti.
Eccovi il video dell'intervista con Mirko Vucinic dopo la semifinale di ritorno della Coppa Italia tra Juventus e Milan terminata col punteggio di 2-2. Il montenegrino è stato il gran protagonista della serata sfoderando una prestazione da favola impreziosita da un gol da cineteca, che ha regalato ai bianconeri l'accesso alla finale di Roma che si disputerà il 20 Maggio. Per chi volesse rivedere le immagini della partita e con lo splendido gol di Vucinic, ecco il link del video.
Termina con un pareggio per 2-2, l'emozionante sfida dello Juventus Stadium tra la Juventus e il Milan. Con questo risultato, in virtù del successo per 2-1 nella gara di andata disputata a Milano,  i bianconeri accedono alla finale di Coppa Italia che si disputerà a Roma il 20 Maggio. Allegri, dopo i vari tentennamenti della vigilia, decide di schierare sia Thiago Silva che Ibrahimovic, mentre Conte, come aveva anticipato, presenta Del Piero in coppia con Vucinic e Giaccherini al posto di un affaticato Marchisio. Nella fase iniziale della gara, è il Milan a menare la danza, gli uomini di Allegri, devono ribalatare il 2-1 dell'andata e spingono subito sull'acelleratore, costringendo la Juventus nella propria metà campo, mentre i bianconeri tentano di colpire con veloci ripartenze, guidate da Vucinic che conferma subito il suo straordinario momento di forma, mettendo ripetutamente in crisi la difesa milanista. Al 28', proprio da una di queste ripartenze, la Juventus passa in vantaggio con Del Piero, che servito da un traversone di Lichtsteiner salta Amelia ed infila da pochi passi. Dopo il gol, i bianconeri galvanizzati dal vantaggio, continuano a spingere e il Milan soffre le iniziative dei padroni di casa fino al termine del primo tempo. All'inizio della seconda frazione di gioco, per dare maggior peso all'attacco, Allegri inserisce Maxi Lopez al posto di uno spento Ibrahimovic, ma la musica, nei minuti iniziali è la stessa della seconda parte della prima frazione ed e' ancora la Juventus a spingere con maggiore determinazione. Al 51' però, i rossoneri, complice una colossale dormita di Pepe, trovano il pareggio con Mesbah che in tutto di testa trafigge Buffon da un paio di metri. La partita a questo punto, cambia fisionomia ancora una volta, ora è il Milan a spingere alla ricerca del raddoppio e i bianconeri sono costretti a difendersi. Conte cerca di correre ai ripari ed inserisce Marchisio al posto di Pepe spostando Giaccherini a destra. La mossa non serve però ad evitare la seconda rete dei rossoneri che all 81', si riportano in vantaggio,grazie ad una splendida azione personale di Maxi Lopez che si libera di Chiellini, evita Bonucci e dal limite lascia partire un siluro che trafigge Storari. Fino al termine dei tempi regolamentari non succede più nulla e sono necessari i tempi supplementari. L'inizio del primo tempo supplementare, è tutto di marca bianconera, con lo scatenato Vucinic a guidare ancora una volta gli assalti. Il montenegrino sale subito in cattedra e prima impensierisce Amelia con un bel diagonale, poi al 96' tira fuori dal cilindro una magia del suo repertorio e da 35 metri, praticamente da fermo, lascia partire una saetta che si infila nel sette alla sinistra di Amelia, facendo letteralmente esplodere lo Juventus Stadium che diventa una bolgia infernale. Il Milan in questa atmosfera rovente, cerca di reagire, ma lo fa in maniera confusa e la partita si chiude così con il risultato di 2-2 che regala agli uomini di Conte la finale di Roma.
-
Termina con un pareggio per 2-2 la sfida del "Friuli" di Udine tra l'Udinese e Napoli. I partenopei nel primo tempo soffrono molto il gioco dei friulani che chiudono la prima frazione in vantaggio per 1-0 grazie ad una rete di Pinzi. Nei primi minuti della ripresa, sono ancora gli uomini di Guidolin a menare la danza e arriva anche il raddoppio ad opera del "Bomber" di casa Di Natale. Il Napoli non riesce a reagire e continua subire le iniziative dei friulani che colpiscono un palo con Pinzi. A questo punto la partita sembra chiusa e il Napoli sembra destinato a subire una scottante sconfitta, ma l'espulsione per doppia ammonizione di Fabbrini, riapre la gara. Cavani ha subito l'occasione per accorciare le distanze su calcio di rigore, ma lo sbaglia clamorosamente. Nel finale della gara, il "Matador" si fa perdonare il clamoroso errore, con una doppietta che regala ai partenopei un importantissimo pareggio contro la diretta rivale al terzo posto in classifica. Eccovi il video con un ampia sintesi e i gol della partita con il commento di Raffaele Auriemma. 
Il Milan batte il Parma 2-0 e infila la decima vittoria esterna, sfoggiando uno straordinario stato di forma. Nonostante le numerose assenze, gli uomini di Allegri, dimostrano ancora una volta, di essere una tremenda macchina da gol in grado di tritare l'avversario di turno senza grossi patemi d'animo.I rossoneri, sbloccano il risultato al 17' grazie ad un rigore di Ibrahimovic concesso dall'arbitro Banti per un fallo di mano di Zaccardo. Il raddoppio arriva al 65' ed è frutto di una splendida azione personale di Emanuelson, l'olandese parte dal cerchio di centrocampo,  si beve Paletta e Zaccardo, salta Mirante in uscita e deposita la palla in rete. Con questa ennesima scintillante prestazione, la squadra milanese lancia un chiaro segnale ai rivali bianconeri in vista della sfida di ritorno della semifinale di Coppa Italia che si giocherà martedì prossimo allo Juventus Stadium di Torino. La partita di andata, disputata a S.Siro, era terminata con la vittoria dei bianconeri per 2-1, ma la formazione di Allegri ha tutte le carte in regola per ribaltare il risultato e fare uno sgarbo ai rivali nella corsa allo scudetto. Qui sotto, il video con i gol e la sintesi della vittoria rossonera sul campo del Parma. Chi volesse rivedere il video con le immagini dell'incontro di andata, lo può fare cliccando qui.
Il Barcellona espugna il "Pizjuan" di Siviglia con un secco 2-0 e si porta a-7 dal Real Madrid nella classifica generale della Liga spagnola. I blugrana, chiudono la pratica in soli 25' di gioco e dimostrano di non aver perso le speranze di riagganciare gli acerrimi rivali madrileni. Al 17' Xavi porta in vantaggio i catalani con una splendida punizione dal vertice dell'area che si va ad infilare nel sette alla destra del portiere. Il raddoppio arriva al 25' ed è opera dello scatenato Leo Messi che si libera di un difensore con un tunnel e poi fulmina l'estremo difensore del Siviglia con un pallonetto di alta scuola. Eccovi il video dell'ennesima magia del campione argentino e la sintesi della partita.
Eccovi un video ripreso nello spogliatoio dei bianconeri prima della partita Fiorentina - Juventus conclusasi con la larga vittoria dei bianconeri per 5-0. Dalle immagini, si vede chiaramente che la ferrea disciplina è uno dei metodi su cui si basa il lavoro di Antonio Conte e visti i risultati ottenuti fino ad ora, è fuori da ogni dubbio che le idee del tecnico leccese, hanno avuto un influenza più che positiva sulla squadra che li ha accettati con entusiasmo e dedizione. In tempi recenti, sotto la guida di altri allenatori, nello spogliatoio bianconero, c'era un rumoroso via vai di persone che sembrava un mercato nell'ora di punta, i giocatori si preparavano all'incontro ridendo e scherzando come fossero in gita scolastica e i risultati si vedevano sul campo. Ora l'ambiente e' completamente cambiato, sembra di essere all'interno di un collegio inglese, i giocatori si preparano alla partita concentrandosi e parlando sottovoce e lo spogliatoio si è trasformato in un ambiente ordinato e silenzioso, a cui sono ammessi soltanto coloro con un incarico specifica da svolgere. Riuscire in poco tempo a portare un cambiamento così radicale in un gruppo che pochi mesi prima era allo sbando, non è affatto semplice e per poterlo fare ci vogliono gli attributi che a quanto pare non difettano al tecnico bianconero.
Durante la partita Fiorentina - Juventus, terminata con la straripante vittoria dei bianconeri per 5-0, Vidal e Bonucci, hanno celebrato il gol del cileno simulando una rissa. La curiosa scenetta, avviene dopo la recente notizia riportata dalla stampa, secondo cui i due giocatori, erano stati coinvolti in una rissa avvenuta in un noto locale notturno torinese. I due bianconeri, dopo aver ripetutamente negato l'accaduto, hanno voluto rispondere alle illazioni della stampa con questa simpatica scenetta. La notizia apparsa sulle principali testate giornalistiche era stata per altro immediatamente smentita dalla società bianconera e minimizzata da Antonio Conte nel corso di un intervista. Qui sotto il video della divertente "rissa" di Firenze tra Vidal e Bonucci.
Fabrice Muamba, centrocampista del Bolton di soli 23 anni, durante l'incontro Tottenham - Bolton valido i quarti di finale della Coppa d'Inghilterra, si è accasciato al suolo in seguito ad un attacco cardiaco. Lo staff medico del Bolton, ha immediatamente costatato la gravità della situazione e ha tentato di rianimare il giocatore praticandogli prima la respirazione bocca a bocca e poi con l'uso del defribillatore mentre tutto lo stadio invocava a gran voce il suo nome. Molti dei giocatori in campo, mentre Muamba veniva trasportato fuori dal campo con la maschera ad ossigeno, sono scoppiati in lacrime. Dopo una consultazione della terna arbitrale, lo speaker dello stadio ha annunciato la sospensione della gara. Il Bolton tramite una nota alle agenzie di stampa, ha annunciato che il calciatore si trova ora nel reparto di terapia intensiva del "Chest Hospital" di Londra e le sue condizioni sono critiche. Nel video sottostante, le terribili immagini del dramma di questo giovane calciatore che ora sta lottando per la vita in un letto d'ospedale.
La Juventus annichilisce la Fiorentina con un perentorio 5-0 e Antonio Paolino, durante la trasmissione Direttastadio di Italia 7 Gold, esulta come un pazzo ogni volta che i bianconeri gonfiano la rete. Il popolare commentatore tifoso dei bianconeri, dopo la serie di pareggi che ha caratterizzato le ultime partite degli uomini di Conte, può finalmente sfogare tutto il suo entusiasmo sotto il naso del suo acerrimo rivale Tiziano Crudeli, che assiste sconsolato al trionfo bianconero sul campo dei viola.
Tiziano Crudeli commenta con il suo tipico entusiasmo e la sua straordinaria simpatia la vittoria del Milan sul campo del Parma per 2-0. Con il risultato del "Tardini", i rossoneri infilano la decima vittoria in trasferta, dimostrando di essere una squadra, che nonostante le continue assenze, può vincere agevolmente su qualsiasi campo e il mitico commentatore, si gode in pieno questo momento magico, urlando come un forsennato ai gol dei suoi beniamini. Eccovi il video con le immagini dei teatrini offerti da Crudeli, durante la trasmissione Direttastadio.
All'Artemio Franchi di Firenze la Juventus umilia la Fiorentina con un secco 5-0. Un Vucinic stratosferico segna una splendida rete ed offre tre assist per i gol di Vidal, Marchisio e Pirlo. Padoin completa il trionfo bianconero con una deviazione da pochi passi su un tiro di Pirlo deviato da un difensore. Eccovi la telecronaca di Zuliani.
In una partita del campionato della Tanzania tra lo Young African F.C. e l'Azam F.C. disputato il 10/03/2012 allo stadio "Taifa" di Dar Es Salaam, l'arbitro dell'incontro Isreael Mongo, in seguito ad una sua controversa decisione, è stato letteralmente assalito da un gruppo di giocatori dello Young African e mentre il direttore di gara tentava di sfuggire all'assalto dandosela a gambe levate,  il terzino sinistro Stephano Mwasika, lo ha colpito con un tremendo pugno in faccia pieno volto. Quando l'arbitro gli ha mostrato il cartellino rosso, il giocatore, che nel frattempo si era allontanato, con uno scatto degno di centometrista, ha tentato di raggiungerlo per completare l'opera, ma è stato tempestivamente placcato da alcuni compagni di squadra. In seguito all'episodio, constatata la violenza e la volontarietà dell'atto, la commissione disciplinare tanzaniana, ha inflitto a Mwasika una multa di un milione di scellini tanzaniani e lo ha squalificato per un anno. 
Eccovi il video di un intervista rilasciata da Antonio Conte alla vigilia di Fiorentina - Juventus. Il tecnico bianconero (nemmeno noi a dire il vero), non capisce il motivo ed esprime dubbi più che giustificati, sulle designazioni arbitrali di Braschi. Su questo argomento, apro una piccola parentesi, per esprimere il mio parere. Affidare la sfida di Firenze a Bergonzi e Parma - Milan a Banti, è indubbiamente una scelta che lascia perplessi. Dopo quello che è recentemente successo nella partita Bologna - Juventus (Conte è stato espulso dall'arbitro Banti su segnalazione del quarto uomo Bergonzi), queste scelte, non fanno altro che incrementare le tensioni che ultimamente si sono create attorno alla categoria arbitrale e fanno sorgere strani dubbi, non solo all'allenatore bianconero, ma a chiunque giudichi gli avvenimenti con un minimo di obbiettività. Chiunque, milanisti compresi, non ha capito il motivo e questo, per la Federazione,  non è il metodo migliore, per dare quell'immagine di imparzialità, che ultimamente è stata messa in ripetutamente in discussione. Proseguendo nell'intervista, il tecnico bianconero risponde alle recenti dichiarazioni di Allegri, facendo ironicamente notare che dopo le polemiche, il tecnico del Milan ha invitato tutti a stare zitti, ma poi a continuato a parlare solo lui e chiude minimizzando l'episodio della presunta rissa in una discoteca torinese che ha coinvolto Vidal e Bonucci. Per chi volesse rivedere la sintesi e i gol di Bologna - Juventus ecco il link della partita.
Il Real Madrid si impone sul Cska Mosca per 4-1 ed accede ai quarti di finale di Champions League. Dopo il pareggio per 1-1, nella gara di andata disputata sul campo dei russi, al "Santiago Barnabeu", i madrileni travolgono il Cska con un poker firmato da Higuain, Cristiano Ronaldo (doppietta) e Benzema, di Tosic il gol della bandiera dei moscoviti. Dopo un inizio stentato, gli uomini di Mourinho, trascinati dalla vena di Cristiano Ronaldo, salgono di tono e affondano la formazione guidata da Slustsky senza troppi patemi d'animo. Oltre all'asso portoghese, è apparso molto in palla anche Benzema, che è andato in gol dopo solo 40" dal suo ingresso in campo. Note positive anche da Kakà, che sembra aver definitivamente risolto i problemi fisici che lo hanno afflitto ultimamente. Per i "Galacticos", l'unica nota stonata della serata, arriva dall'ammonizione rimediata da Xabi Alonso, che verrà squalificato e non potrà disputare la partita di andata dei quarti di finale.
Il Chelsea accede ai quarti di finale della Champion League battendo il Napoli 4-1 al termine dei tempi supplementari. Gli Uomini del traghettatore Di Matteo, trascinati dalla vecchia guardia, che il suo predecessore Villas Boas, aveva troppo frettolosamente messo in naftalina, ribaltano il risultato dell'andata e passano il turno, grazie alle reti di Drogba al 28', Terry al 47', Lampard su calcio di rigore al 75' e Ivanovic al 15' del primo tempo supplementare. La rete che aveva portato la squadra partenopea sul 2-1, riaccendendo i sogni dei tifosi italiani, e' arrivata al 55' ad opera di Inler, con un gran destro a pelo d'erba su cui Cech nulla aveva potuto. Gli uomini di Mazzari, che sono scesi in campo allo "Stamford Bridge"senza timori riverenziali, meritano comunque un applauso per aver affrontato la corazzata inglese a viso aperto cercando di ribattere colpo su colpo gli assalti dei Londinesi, che trascinati dal loro pubblico, grazie alle scelte tattiche di Di Matteo, hanno ritrovato il bandolo della matassa, che con Villas Boas, sembrava andato ormai perso. Il tecnico Italiano, dimostrandosi un ottimo psicologo, ha rispolverato i senatori che per anni hanno costituito la spina dorsale dei "blues" e loro, oltre a mettere sul piatto della bilancia la grande esperienza internazionale in loro possesso, che in partite come questa puo' diventare fondamentale, lo hanno ripagato con una prestazione di alto livello, impreziosita da reti di pregevole fattura, che hanno permesso al Chelsea di ribaltare il risultato dell'andata e volare verso i quarti di finale di Champions League. I londinesi, vanno così a completare il gruppo delle pretendenti alla vittoria finale che comprende: il Milan, unica superstite delle italiane, i portoghesi del Benfica, i ciprioti dell'Apoel, vera e propria squadra rivelazione di questa stagione, la coppia spagnola composta da  Barcellona e Real Madrid, i francesi del Marsiglia che hanno eliminato l'Inter e i tedeschi del Bayern di Monaco, che hanno passato il turno di prepotenza,  ridicolizzando il Basilea con un pesante 7-1, dopo che gli svizzeri si erano imposti per 1-0 nella gara di andata.
Durante una partita delle serie minori spagnole, Sergi Grau, difensore dell'Asco CF, in seguito ad un azione di calcio d'angolo, spazza con decisione la propria area di rigore, ma il pallone, complice una folata di vento, si impenna e invece di uscire dall'area, va nella direzione opposta e si infila alle spalle del portiere, che sorpreso dalla traiettoria, abbozza senza successo una presa alquanto goffa, non riuscendo ad evitare che la palla finisca nella propria rete. Eccovi il video di questo incredibile autogol.
Amad Al Hosni, attaccante della formazione Qatariana dell'Al-Ahli, sta diventando popolarissimo in rete, grazie alle spettacolari rovesciate con cui trafigge i portieri avversari. Nel video che segue, potrete ammirare l'ultima acrobazia, che l'attaccante omaniano ha regalato ai suoi tifosi durante l'incontro della Qatar Stars League Al Ittifaq - Al-Alhi, terminato con la vittoria degli ospiti per 4-0. Amad, con le spalle alla porta, si avventa sulla sponda di testa di un compagno e con una coordinazione perfetta, si esibisce in una splendida rovesciata che gonfia la rete avversaria.
Durante il recupero di Premier League Liverpool - Everton, vinto dai "Reds" per 3-0, grazie ad una tripletta di Gerrard, l'attaccante dell'Everton Victor Anichebe, non riesce ad arrestare il suo slancio e complice una spallata di Carragher, termina la sua corsa oltre i cartelloni pubblicitari e sparisce letteralmente dalla vista delle telecamere, finendo nella buca che divide le gradinate dal campo. Un episodio comico, che per fortuna si è concluso senza conseguenze per il giocatore dei "blues", che con l'aiuto di alcuni tifosi del Liverpool è prontamente uscito dalla buca e ha fatto il suo ritorno sul campo di gioco. Nel video che segue, le immagini dell'episodio che ha scatenato l'ilarità dell'intero stadio.
La Roma infligge al Palermo l'ennesima sconfitta casalinga di quest'anno grazie ad un gol di Borini dopo solo 2' di gioco e Carlo Zampa impazzisce di gioia. Il mitico telecronista tifoso dei giallorossi, quest'anno, viste le altalenanti prestazioni della squadra capitolina, non ha molte occasioni per gioire e quando può, da sfogo alla sua felicità, travolgendo tutti col suo grande entusiasmo e la sua innata simpatia che lo hanno reso un beniamino dei tifosi Romanisti. Eccovi il video del gol di Borini con la telecronaca di Zampa
Il Bayern Monaco travolge con un pesante 7-0 il Basilea ed accede di prepotenza ai quarti di finale di Champions League. Gli svizzeri guidati da Vogel, sono scesi in campo all'Allianz Arena forti dell'1-0 ottenuto all'andata, ma la formazione tedesca, li ha letteralmente travolti con una prestazione strepitosa che li candida di diritto, tra i maggiori pretendenti alla vittoria finale di questa edizione della Coppa con le orecchie. Mattatore assoluto della serata, è stato il bomber di casa Mario Gomez, che con il poker di questa sera, si porta a due sole lunghezze da Messi nella classifica cannonieri della Champions. L'olandese Robben con 2 reti e Muller completano il tabellino dei marcatori. Di seguito il video con una sintesi dell'incontro e i gol.
L'Inter batte il Marsiglia 2-1 ma il risultato dell'andata la condanna ed è costretta ad uscire dalla prestigiosa competizione europea. Gli uomini di Ranieri, ben sorretti dalla vena di Zanetti, Poli, Stankovic e Sneijder, partono a razzo e nei minuti iniziali, danno l'impressione di poter fare un solo boccone dei francesi. I marsigliesi si salvano solo grazie a due strepitosi interventi di Mandanda che al 9' salva su Sneijder e due minuti più tardi dice di no a Milito splendidamente servito dall'olandese. Dopo queste due clamorose occasioni, la sfuriata iniziale dei nerazzurri si affievolisce e gli uomini di Deschamps, iniziano a controllare la gara senza troppi affanni, creando anche qualche pericolo per la difesa nerazzurra, in particolare sulla sinistra dove Nagatomo viene costantemente preso in mezzo da Amalfitano e Valbuena che approfitta della scarsa propensione a difendere di Poli. Al 75' pero' i nerazzurri passano in vantaggio grazie a Milito, abile a sfruttare un rimpallo in seguito a d una conclusione di Pazzini su calcio d'angolo di Cambiasso. Il gol riaccende improvvisamente le speranze e galvanizza gli uomini di Ranieri che vanno vicini al raddoppio almeno tre volte con Maicon, Stankovic e Cambiasso, ma il Marsiglia non capitola e quando la gara sembra ormai destinata ai supplementari, al 92' Lucio va a vuoto su un lancio del portiere transalpino, liberando Brandao che ne approfitta immediatamente e ristablisce la parità facendo scendere il gelo su S.Siro. Al 95' Pazzini su calcio di rigore porta il risultato sul 2-1, ma grazie all'1-0 dell'andata, sono i francesi di Deschamps ad accedere ai quarti di finale di Champions League, mentre ai nerazzurri resta solo l'amara soddisfazione di aver lasciato la competizione con una vittoria.
Mourinho, durante un intervista alla vigilia dell'incontro valido per gli ottavi di finale di Champions League tra il Real Madrid e il Cska Mosca, analizzando le altre partite in programma, afferma di essere un ammiratore del gioco espresso dal Napoli e si dice dispiaciuto di non poter assistere alla sfida dello "Stamford Bridge" tra il Chelsea e gli uomini di Mazzarri. Parlando poi della gara di S.Siro tra l'Inter e il Marsiglia, il tecnico portoghese dice di ritenere la sua ex squadra superiore ai francesi, ma esprime dei dubbi sulla qualificazione dei nerazzurri per via del risultato dell'andata, che a suo parere è un grosso vantaggio per la formazione di Deschamps. Eccovi il video dell'intervista.
Cristiano Ronaldo durante un intervista alla vigilia dell'incontro con il Cska Mosca, valido per gli ottavi di finale di Champions League, parlando dell'interessamento espresso da Berlusconi, ha ringraziato il presidente rossonero, ma ha fatto capire chiaramente di non essere interessato all'ipotesi di un suo trasferimento alla corte di Allegri. "Berlusconi mi sogna tutte le notti ? lo ringrazio ma preferisco rimanere al Real, in Italia ci sono grandi squadre e grandi giocatori, ma non mi piace il modo di giocare del campionato italiano". Eccovi il video dell'intervista.
Tiziano Crudeli durante la trasmissione televisiva Direttastadio di Italia 7 Gold, difende a spada tratta Ibrahimovic in una discussione molto accesa che coinvolge tutto lo studio e poi come al solito, esulta come un pazzo per i due gol dei rossoneri. Al gol di Nocerino che apre le marcature, il mitico giornalista tifoso dei Milan, sfogando tutta la rabbia accumulata durante la discussione di poco prima, urla come un forsennato "Nocerino l'ha messaaaaaaa" e si ripete in occasione dello splendido raddoppio dello svedese "gooooool Ibrahimovich collo pieno di destro l'ha messaaaaaaa". Eccovi il video dell'ennesimo show del simpaticissimo Crudeli.
Ibrahimovic si è reso protagonista di un increscioso episodio al termine del vittorioso incontro dei rossoneri contro il Lecce. Durante un intervista nel post partita ai microfoni di Mediaset, lo svedese, rivolto alla giornalista di Sky Vera Spadini, che stava assistendo all'intervista poco lontano, le ha detto "che cazzo guardi" a questo punto il giornalista di Mediaset che lo stava intervistando, ridendo lo ha ringraziato e Zlatan ha raggiunto i compagni negli spogliatoi. Il video di questo deplorevole episodio è stato ripreso dalle telecamere e sta impazzando in rete. La società rossonera, con una nota ufficiale, ha comunicato che dopo l'episodio, il giocatore e la giornalista, hanno avuto una conversazione telefonica in cui hanno chiarito la cosa. Di seguito il video incriminato.
I due brasiliani protagonisti di questo gol stupendo sono Everton Santos e Hèverton Duraes Coutinho e militano nella formazione Sud Coreana del Seongnam Ilhwa Chunma. In un incontro casalingo della loro squadra contro il Nagoya Grampus, nei minuti di recupero con gli ospiti in vantaggio 2-1, i due sudamericani, sono riusciti a ristabilire la parità in maniera a dir poco spettacolare. In seguito ad una respinta di testa di un difensore, Everton Santos dal lato destro dell'area di rigore, mette la palla al centro con una rovesciata acrobatica e il suo compagno di squadra, con un altra rovesciata all'altezza del dischetto, fredda il portiere avversario, mandando in visibilio l'intero stadio. Eccovi il video di questa straordinaria prodezza dei due brasiliani.
Neymar risponde alla cinquina rifilata da Messi ai tedeschi del Bayer Leverkusen in Champions League. Il fuoriclasse brasiliano nell'incontro della Coppa Libertadores tra il Santos e l'Internacional terminata con la vittoria del Santos per 3-1, ha realizzato due reti a dir poco stupende, partendo in velocità dalla propria meta campo e saltando i difensori avversari come fossero birilli. Eccovi il video delle due magie di Neymar.
L'Inter espugna il campo del Chievo con un 2-0 che matura solamente nei minuti finali grazie ai gol di Samuel e Milito. Poco prima del gol del vantaggio, il simpaticissimo Recalcati preso dallo sconforto per il pareggio, che si andava profilando, non segue più lo svolgimento della partita e si accorge della rete con clamoroso ritardo, commentandola pacatamente senza esultare come al solito. La seconda rete, che arriva nel giro di due minuti soltanto, riesce però a risvegliare il tipico entusiasmo del mitico telecronista tifoso dei nerazzurri ,che dopo un periodo a dir poco disastroso, può finalmente tornare a gioire per una vittoria dei suoi beniamini. Eccovi il video delle due reti con il commento di Recalcati.
Il Napoli da spettacolo e batte il Cagliari 6-3 davanti al proprio pubblico, mandando un chiaro segnale agli inglesi del Chelsea, in vista dell'incontro di ritorno degli ottavi di finale di Champions League che si disputerà a Londra la prossima settimana. Il mitico Raffaele Auriemma, commentando la partita, non si lascia certo sfuggire l'occasione e tira fuori dal cilindro una delle sue famose telecronache ricche di entusiasmo e citazioni fantasiose. Eccovi il video con un ampia sintesi della gara con il commento del simpaticissimo telecronista accanito tifoso dei partenopei.
Incredibile ma vero, in Belgio durante una partita del campionato amatoriale tra il Templeuve e il Quevy, l'arbitro l'arbitro espelle per simulazione Julien Lecomte del Templeuve, mentre viene portato fuori dal campo in barella, in seguito ad un scontro con un avversario in area di rigore. La decisione naturalmente ha immediatamente suscitato le vivaci proteste di giocatori e dirigenti ma il direttore di gara non ha cambiato la sua decisione e il Templeuve ha dovuto proseguire la gara in dieci uomini. A fine gara dall'ospedale e' pero' arrivata la conferma del clamoroso errore commesso dall'arbitro, Julien Lecomte in seguito al violento intervento dell'avversario, ha infatti riportato lo spostamento di tre vertebre ed una commozione celebrale.
Il Barcellona seppellisce sotto una valanga di gol il Bayer Leverkusen ed accede ai quarti di finale della Champions League mandando un chiaro segnale alle altre pretendenti della coppa con le orecchie. Protagonista assoluto della serata è stato Leo Messi, autore di ben cinque gol. Dell'esordiente Tello, le altre due reti che hanno confezionato il 7-1, con cui gli spagnoli hanno annichilito la compagine tedesca. Eccovi il video con i gol e le highlights della straordinaria prestazione degli uomini di Guardiola.
Eccovi il video dell'intervista a Martin Caceres dopo Bologna-Juventus terminata col punteggio di 1-1. Il difensore uruguaiano, sceso in campo come centrale a fianco di Bonucci, dopo un avvio stentato, ha dimostrato una buona personalità, contribuendo anche alla creazione della manovra e la sua prova è stata confortante, soprattutto in vista della sfida con il Genoa in cui, oltre a Chiellini e Barzagli, Conte dovrà fare a meno anche di Bonucci che sarà sicuramente squalificato in seguito all'espulsione rimediata nei minuti finali della gara.
Il Bologna costringe la Juventus al terzo pareggio consecutivo per 1-1 e il Milan si ritrova da solo in vetta alla classifica, con due punti di vantaggio sulla compagine torinese. Con Chiellini e Barzagli fermi ai box, Conte presenta l'inedita coppia centrale Caceres-Bonucci, con Lichtsteiner e De Ceglie a presidiare le fasce, Pirlo, Vidal e Marchisio a centrocampo e Pepe, Boriello e Vucinic in avanti. La formazione torinese, prova ad aggredire i felsinei sin dai primi minuti, ma al 17' viene castigata da una splendida verticalizzazione di Ramirez, che mette Di Vaio a tu per tu con Buffon, il bomber del Bologna non è certo uno che si fa sfuggire queste occasioni e fredda il portiere bianconero in uscita con un tocco morbido che si spegne nell'angolo basso. I bianconeri abbozzano una reazione, ma a parte la gran buona volontà, non riescono a mettere sul piatto nulla di più e la retroguardia bolognese, riesce a controllare agevolmente le sterili offensive degli ospiti, la prima frazione si chiude così sul punteggio di 1-0 per i padroni di casa.  Nella ripresa, la squadra di Conte appare più tonica e dopo che Ramirez mette i brividi a Buffon con una conclusione da fuori che si spegne di poco oltre la traversa, al 58' con una fotocopia del gol bolognese Pirlo verticalizza a meraviglia per Vucinic e il montenegrino infila Gillet in uscita. Galvanizzati dal pareggio, i bianconeri spingono sull'accelleratore e vanno subito vicini al raddoppio, Lichtsteiner in tuffo di testa impegna Gillet, sulla corta respinta si avventa Marchisio, ma la conclusione è da dimenticare. Al 69' Boriello, servito da un preciso traversone dalla destra di Pepe, si divora un occasione d'oro spedendo incredibilmente la palla a lato da pochi passi. Poco dopo, De Ceglie finisce a terra in area strattonato da Pulzetti ma l'arbitro lascia correre, Conte va su tutte le furie e Banti, su segnalazione del quarto uomo Bergonzi, lo espelle per proteste, scatenando la reazione di tutta la panchina bianconera che protesta vivacemente per la decisione arbitrale. L'allenatore bianconero, attraverso un messaggero, ordina l'ingresso di Giaccherini e Quagliarella in sostituzione di Boriello e Vucinic, ma i felsinei chiudono molto bene tutti gli spazi e la Juventus fa fatica a trovare sbocchi alla manovra A sette minuti dalla fine, Bonucci stende platealmente Ramirez laciato a rete e Banti lo manda negli spogliatoi. In dieci uomini, i bianconeri, disuniti e confusionari non riescono più a creare problemi alla porta difesa da Gillet e la partita si chiude sull'1-1. Con questo ennesimo pareggio la Juventus perde l'opportunità di agganciare il Milan in testa alla classifica ed ora si ritrova a -2 dai rossoneri.
Tiziano Crudeli nel corso della trasmissione Direttastadio di Italia 7 Gold, assiste incredulo alla prestazione dei rossoneri, che nel primo tempo si ritrovano sotto di 3 reti. La qualificazione ai quarti di finale, che dopo la partita di andata pareva una formalità, viene improvvisamente messa a rischio ed il mitico telecronista tifoso dei rossoneri dall'incredulità, passa rapidamente alla rabbia ed inizia ad inveire contro i suoi beniamini con una raffica di fantasiosi e simpaticissimi epiteti che scatenano le risate non solo del pubblico presente davanti ai televisori, ma anche di tutto lo studio. Nella ripresa, dopo la probabile strigliata di Allegri, i Campioni d'Italia tornano in campo più concentrati e i "Gunners" non riescono più a passare, facendo tirare un bel sospiro di sollievo a Crudeli, che alla fine del primo tempo, aveva visto allontanarsi, la ormai certa qualificazione ai quarti di finale della Champions League ed era letteralmente col morale sotto i tacchi.
L'Arsenal con un primo tempo di grandissima intensità, rimonta tre reti al Milan e sfiora un impresa, che dopo la partita di andata pareva impossibile. I "Gunners", come aveva preannunciato Wengers, ci credono e partono subito a razzo. Dopo soli sei minuti di gioco, su calcio d'angolo, Koscielny, lasciato incredibilmente solo all'altezza del primo palo, insacca di testa. I padroni di casa, galvanizzati dal vantaggio, insistono e Van Persie nel giro di dieci minuti, costringe Abbiati a due difficili interventi. Al 28' però, il portiere rossonero è costretto a capitolare una seconda volta su una precisa conclusione di Rosicky da una decina di metri. La gara che alla vigilia doveva essere una passeggiata, a questo punto inizia a diventare più difficile del previsto. Al 42' poi, la situazione si complica ulteriormente quando Mesbah, in collaborazione con Nocerino, stende in area il guizzante Alex Oxlade-Chamberlain, l'arbitro indica il dischetto e Van Persie trasforma con un siluro a mezza altezza sulla sinistra di Abbiati. Nei minuti di recupero, El Shaarawy servito ottimamente da Emanuelson, tutto solo davanti a Szczensny, si divora letteralmente la palla del 3-1 e si va al riposo con un punteggio su cui nessuno avrebbe scommesso un centesimo. Nell'intervallo, Allegri riesce a dare la sveglia ai suoi uomini, la squadra milanese si ripresenta in campo più concentrata e complice anche la più che comprensibile stanchezza dei padroni di casa, rallenta il ritmo e imbriglia i londinesi a centrocampo tenendoli lontani dalla porta. Al 59' però Abbiati, su una velenosa conclusione di Alex Oxlade-Chamberlain e sulla successiva ribattuta da due passi di Van Persie, deve compiere due autentici miracoli nello spazio di qualche secondo, per evitare di incassare la quarta rete, che avrebbe messo seriamente a rischio la qualificazione. Al 77' Nocerino potrebbe chiudere definitivamente il discorso, ma ma imbeccato alla perfezione da un preciso assista di Aquilani, completamente solo, da due metri, spara incredibilmente addosso al portiere. Dopo questa clamorosa occasione, nei minuti finali il Milan cresce notevolmente e riesce a tenere in costante apprensione la difesa degli Inglesi, impedendo così un prevedibile forcing finale dei padroni di casa e nonostante il pesante passivo, riesce a centrare la qualificazione ai quarti di finale della Champions League, tra il tripudio dei numerosi tifosi Italiani presenti a Londra.