maggio 2012
Il Chelsea si aggiudica la finale di Champions League ai calci di rigore (4-3), dopo che la partita era terminata col punteggio di 1-1. Nella finale della Champions League disputata a Monaco, i padroni di casa del Bayern, si portano in vantaggio a 7' dalla fine con Muller che lasciato tutto solo a pochi passi dalla porta, porta in vantaggio i bavaresi, ma 4' dopo, l'ivoriano Drogba, con uno splendido colpo di testa su azione di calcio d'angolo, gela l'Allianz Arena di Monaco e ristabilisce la parità. Al 5' del primo tempo supplementare, il direttore di gara concede un calcio di rigore al Bayern per atterramento di Ribery da parte di Drogba, si incarica del tiro Robben, che spreca la ghiotta occasione e si fà incredibilmente parare la massima punizione da Cech. Nei minuti che restano dei due tempi supplementari non succede più nulla e sarà la lotteria dei calci di rigore a decidere chi porterà a casa l'ambito trofeo. Inizia il Bayern con Lahm che realizza, per il Chelsea va sul dischetto Mata che tira debolmente e si fa parare il tiro da Neuer, Gomez realizza per il Bayern, David Luiz per i blues, Neuer si incarica del terzo rigore e trafigge il collega Cech, risponde Lampard realizzando, il quarto rigore di tedeschi è di Olic che si fa parare il tiro da Cech, Ashley Cole realizza per i "blues", Schweinsteiger va sul dischetto e colpisce il palo clamorosamente, a questo punto Drogba ha l'occasione per regalare la Champions ai londinesi e da grande campione qual'è non fallisce l'opportunità e la coppa con le orecchie va a ai "Blues" del nostro Di Matteo. Eccovi i video con le highlights, i gol, il rigore sbagliato da Robben nel primo tempo supplementare, a breve il video con la serie dei rigori che ha assegnato la Champions League 2011/12 ai londinesi del Chelsea.




Dopo i video dello "Juventus Club" Indonesia relativi alla vittoria di Trieste che ha consegnato il titolo di Campioni d'Italia ai bianconeri, eccovi il video della festa indonesiana durante la partita Juventus - Atalanta. Come la scorsa settimana, i tifosi indonesiani che partecipano alla festa sono numerosissimi e il loro calore è paragonabile a quello dei più accesi sostenitori della curva bianconera.
Nel corso dell'ultima partita del Campionato 2011/12 tra Juventus e Atalanta terminata con la vittoria dei bianconeri per 3-1, Del Piero esce dal campo sostituito da Pepe e a quel punto, tutto lo "Juventus Stadium", improvvisamente smette di seguire lo svolgimento della partita in corso e dedica tutta la sua attenzione, solo ed esclusivamente, a quell'immenso campione con la maglia numero 10, che per più di 18 anni ha indossato la maglia bianconera, regalando emozioni e gioie infinite a tutti i tifosi juventini. Seguo il calcio in maniera assidua da oltre 30 anni, ma non avevo mai assistito a nulla di simile, Del Piero visibilmente commosso, compie un lento giro di campo, mentre tutto lo stadio invoca il suo nome, molti tifosi bianconeri, non riescono a trattenere le lacrime al pensiero che quella, sara' l'ultima volta, che il loro amato "Capitano", calcherà l'erba di quel prato con la maglia della Juventus, in quel momento, credo che qualsiasi tifoso bianconero, abbia sperato che la società dinnanzi a tutto ciò, cambi improvvisamente idea e con un colpo di scena dell'ultima ora, proponga ad Alex un prolungamento del contratto. Oltre ai tifosi, sono sicuro che anche tutto il resto della squadra, Conte in testa, abbia sperato che questo "miracolo" avvenga, Buffon non è un tenerone, ma in quel momento le lacrime hanno riempito anche i suoi occhi e nessuno meglio di lui, sa quanto Del Piero ami questa maglia e quanto sia stato determinante per i successi della Juventus. In 18 anni di permanenza con la maglia bianconera, ha dimostrato di essere un professionista esemplare, una persona sensibile e disponibile, un campione straordinario che ha ricevuto le Standing Ovation di "Templi" del calcio come il Santiago Bernabeu di Madrid e l'Old Trafford di Manchester, un Campione del Mondo con la maglia azzurra e con quella bianconera, un maestro dei calci di punizione che ha fatto dire al portiere del Real Madrid e della nazionale spagnola Iker Casillas "Quando Del Piero tira una punizione, per un portiere è come un rigore, le probabilità di subire un gol sono molto alte", uno spauracchio delle difese avversarie che è stato inserito nella FIFA 100, una lista dei piu' grandi giocatori del mondo redatta dalla Federazione Internazionale con la collaborazione di Pele', un indimenticabile, straordinario, meraviglioso, inimitabile campione che oltre alla sua famosa "linguaccia" ha regalato ai tifosi bianconeri, 704 partite e 290 gol, contribuendo alla conquista di 7 scudetti, 1 Coppa Italia, 4 Supercoppe, 1 Coppa Intercontinentale, 1 Champions League, 1 Coppa Uefa. Ciao Alessandro, sarai per sempre nel cuore dei tifosi juventini e di tutti coloro che amano il calcio e le persone intelligenti e moderate come Te.
Eccovi il video con le incredibili immagini dell'entusiasmo con cui i tifosi Juventini, hanno accolto il passaggio per le vie di Torino del Pullman scoperto con a bordo i giocatori bianconeri Campioni d'Italia 2012. Dopo la passerella per le vie cittadine, i festeggiamenti sono proseguiti al Parco del Valentino.
Eccovi il video con le immagini relative al momento in cui il Pullman della Juventus con i giocatori a bordo, lascia lo "Juventus Stadium" per la passerella tra le vie cittadine, prevista nel programma dei festeggiamenti per lo Scudetto 2012. Dalle immagini si vede il Pullman attraversare due ali di tifosi in delirio per il titolo di Campioni d'Italia, conquistato dagli uomini di Conte al termine di una brillantissima stagione, conclusasi senza sconfitte.
Eccovi il video della trasmissione Direttastadio 7 Gold in cui, Antonio Paolino commenta il discorso fatto da Andrea Agnelli in mezzo al campo dello "Juventus Stadium", durante i festeggiamenti per lo Scudetto. 2012.
Eccovi il video registrato dalla trasmissione QSVS in cui Marcello Chirico, il commentatore tifoso accanito della Juventus taglia lo Scudetto dallamaglia del Milan.
Eccovi il video con le toccanti immagini dell'uscita da campo di Alessandro Del Piero commentate da Zuliani. Il telecronista di fede bianconera, mentre Del Piero abbandona il terreno di gioco inchinandosi verso le tribune e stringendo le mani di compagni di squadra ed avversari, invita tutti ad alzarsi in piedi e rivolto al capitano bianconero dice "Io di te non mi stanco, sarò sempre al tuo fianco, sei la cosa più bella che c'è".
Al termine della partita Juventus - Atalanta, durante i festeggiamenti per lo Scudetto, il Presidente della Società bianconera Andrea Agnelli, è sceso in campo con il microfono in mano, per esprimere tutta la sua gratitudine al meraviglioso pubblico dello "Juventus Stadium" e per ringraziare tutti i componenti della squadra e i suoi collaboratori, riservando un ringraziamento particolare per Del Piero. Eccovi il video con le immagini relative ai ringraziamenti di Andrea Agnelli.
-
Eccovi un video della meravigliosa coreagrafia dello "Juventus Stadium" per la partita Juventus - Atalanta terminata con il punteggio di 3-1 in favore dei neo Campioni d'Italia. I tifosi bianconeri in occasione della premiazione e della sucessiva festa per lo Scudetto, che si è tenuta al termine della partita, hanno preparato una coreografia stupenda che ha reso la serata indimenticabile.
Eccovi il video dell'intervista rilesciata da Antonio Conte al termine di Juventus - Atalanta 3-1. Nell'intervista, il tecnico bianconero rinnova gli elogi ad Alessandro Del Piero per la splendida stagione e commenta con amarezza l'infortunio a Chiellini che lo costringerà a saltare la finale di Coppa Italia in programma domenica prossima a Roma contro il Napoli.
-
Durante la trasmissione sportiva Direttastadio di Italia 7 Gold, Claudio Zuliani al termine di Juventus - Atalanta 3-1, fa il suo ingresso nello studio, avvolto in una bandiera bianconera, con in mano una torta, per festeggiare la vittoria dello Scudetto da parte dei suoi beniamini. Sopra la torta ci sono due candeline che compongono il numero 30 e rappresentano le famose tre stelle, di cui tanto si parla e tanto si discute in questi giorni. Il simpatico commentatore tifoso della Juventus, sfoggia anche un pittoresco taglio di capelli con un tricolore disegnato sulla nuca. Eccovi il video.
La Juventus batte l'Atalanta per 3-1 nell'ultima partita della stagione e Zuliani offre una telecronaca che definirei una lode alla squadra in versi "Zulianeschi". Il popolare telecronista di fede bianconera, commenta le immagini con il suo solito entusiasmo, sommergendo di elogi tutti i giocatori bianconerI usando i tanto celebri soprannomi da lui coniati. Eccovi il video con i gol e le highlights della partita con il commento di Zuliani.
-
Il Milan batte il Novara per 2-1 nell'ultima parita di questo campionato, conclusosi in maniera amara per i rossoneri, che hanno dovuto cedere il titolo di Campioni d'Italia ai rivali della Juventus. La squadra di Allegri, dopo essere andata in svantaggio al 21' per un gol di Garcia, nel secondo tempo al 56' ha riportato il punteggio in parita' con Flamini su assist di Cassano e nel finale all'82' ha trovato il gol della vittoria con Pippo Inzaghi che non poteva trovare un modo migliore per congedarsi dai suoi tifosi. Eccovi il video con i gol della partita
Quando mancavano una trentina di minuti al termine di Juventus - Atalanta, il capitano della squadra bianconera Alessandro Del Piero, che nel primo tempo aveva contribuito alla vittoria bianconera con un gol, è uscito dal campo tra gli applausi del pubblico e visibilmente commosso è andato sotto la curva per ringraziare i tifosi per tutto l'affetto dimostratogli in questi anni. Eccovi due video con le immagini del saluto di Del Piero alla curva bianconera.
Eccovi il video con le immagini della premiazione della Juventus per lo scudetto 2011/2012. La cerimonia si è tenuta sul terreno di gioco al termine della partita Juventus - Atalanta conclusasi con la vittoria dei bianconeri per 3-1. Del Piero ha ricevuto la Coppa che simbolizza la conquista dello Scudetto e tutti i componenti della rosa hanno ricevuto una medaglia, poco dopo sono iniziati i festaggiamenti che proseguiranno con ogni probabilità sino a notte inoltrata.
Eccovi il video relativo alla Standing Ovation che lo "Juventus Stadium" ha riservato ad Alessandro Del Piero quando il capitano bianconero, è uscito dal campo a mezz'ora dalla fine.Durante il giro di campo che Del Piero ha voluto fare per salutare il proprio pubblico, numerosi tifosi non sono riusciti a trattenere le lacrime.
La Juventus batte l'Atalanta per 3-1 e dopo essersi aggiudicata, con una giornata di anticipo, il titolo di Campione d'Italia 2011/2012, con questa vittoria, conclude imbattuta la stagione. Per questa gara che precede la premiazione della squadra bianconera e la festa scudetto organizzata dai tifosi bianconeri, Antonio Conte decide di concedere spazio a coloro che durante la stagione hanno avuto meno occasioni di mettersi in mostra e schiera un 3-5-2 molto offensivo con Storari tra i pali, Lichtsteiner, Chiellini e Bonucci a formare il terzetto difensivo, Estigarribia e Giaccherini esterni di un centrocampo a 5 completato da Padoin e Marrone e Pirlo con Borriello e Del Piero punte. La squadra bianconera, parte come al solito con la lancia in resta e sin dai primi minuti, costringe l'Atalanta nella propia area, mettendo in mostra una notevole abilità di palleggio nello stretto, che mette in difficoltà gli uomini di Colantuono. Dopo soli 9' di gioco arriva il vantaggio bianconero, lo realizza il giovane Marrone con un destro fulminante da una decina di metri, su assist di tacco di Borriello che sin dai primi minuti è parso molto attivo. I bianconeri nonostante il vantaggio acquisito, non attenuano la pressione ed intorno alla mezz'ora raddoppiano con Del Piero che infila Frezzolini con un tiro dal limite. Nel secondo tempo al 60' esce dal campo Del Piero e molti tifosi non riescono a trattenere le lacrime mentre visibilmente commosso anche lui, effettua un giro di campo per salutare tutti. A pochi minuti dalla fine, un autogol di Lichtsteiner, permette agli orobici di accorciare le distanze, ma prima della fine, Barzagli su calcio di rigore ristabilisce le distanze e la partita termina con la vittoria della Juventus per 3-1.

La conquista dello scudetto da parte della Juventus, ha scatenato i festeggiamenti dei tifosi bianconeri per le strade di Torino e di numerose altre città italiane. Caroselli di auto, cortei, fumogeni, cori assordanti e piazze invase da tifosi bianconeri ubriachi di gioia, hanno fatto da cornice in tutta la penisola, alla conquista del titolo di Campioni d'Italia da parte degli uomini di Conte. Non avrei però mai immaginato, che una cosa simile, potesse accadere anche in una nazione come l'Indonesia che si trova a 10.000 km. di distanza. Sono rimasto a bocca aperta nel vedere quanto sia amata la squadra bianconera da quelle parti e con quanto entusiasmo sia stata accolta la conquista del titolo di Campioni d'Italia. Nei video che seguono, potrete vedere con i vostri occhi il calore di questa tifoseria "Tropicale",che nessuno avrebbe mai immaginato potesse essere così numerosa. Il primo video è stato girato all'interno dello "Juventus Club" Indonesia durante la lettura delle formazioni di Cagliari - Juventus, mentre i successivi si riferiscono alle incredibili scene di entusiasmo, che hanno seguito la vittoria dello scudetto, festeggiamenti sfrenati con fuochi d'artificio, cori, bandiere e sciarpe bianconere. Un vero e proprio gruppo di "Ultras" con gli occhi a mandorla, che seguono e amano la Juventus dal più profondo del cuore.
Eccovi un bellissimo video con una carrellata dei gol segnati dal Del Piero, nel corso della stagione 2011/2012. Tra le vittime dell'intramontabile campione bianconero, come potrete vedere, ci sono "vittime illustri" come Milan, Inter, Lazio e Roma, questo dimostra una volta di più l'importanza di avere in squadra campioni del calibro di Del Piero, in grado di prendere la squadra per mano e condurla alla vittoria nelle partite più impegnative. Antonio Conte, che meglio di ogni altro, sa quanto sia stata importante la sua presenza in squadra ai fini della vittoria dello scudetto, non ha perso tempo per ringraziarlo e sottolineare la sua importanza durante una recente intervista rilasciata a "Juventus Channel". Quest'anno, le sue presenze in campo sono state poche e spesso e volentieri si è trattato di spezzoni di gara giocati entrando a partita in corso, ciò nonostante, Alex ha dimostrato che a dispetto dell'età può essere ancora un giocatore determinante, in grado di cambiare l'andamento di una partita con una giocata da campione. Il Gol con la Roma, con palla a giro che si infila all'incrocio dei pali e la punizione con la Lazio, sono due "perle" di rara bellezza e potete rivederle nel video sottostante.
Eccovi il video di Sky Sport con le immagini dei gol della 40^ giornata del Campionato di Serie B. La Sampdoria si impone sul campo della Juve Stabia per 2-1, nette vittorie del Padova sul Gubbio per 3-0, del Varese sull'Ascoli per 4-0 e del Crotone che sul proprio campo ha la meglio sulla Nocerina per 3-1, terminano invece in parità Bari - Brescia (2-2), Empoli - Vicenza (1-1), Livorno - Sassuolo (0-0) e Reggina - Cittadella (3-3). Al comando della classifica con 77 punti, troviamo il Pescara di Zeman, che dopo aver battuto il Torino per 2-0 grazie ai gol di Insigne e Immobile, scavalca i granata che con 76 punti, ora inseguono ad una lunghezza dagli abruzzesi, al terzo posto troviamo il Sassuolo con 74 punti con il Verona quarto a quota 73.
In un intervista rilasciata ai microfoni di "Juventus Channel", Antonio Conte ringrazia Alessandro Del Piero per il contributo che il capitano bianconero ha saputo dare durante la stagione ed annuncia la sua presenza in campo sin dal primo minuto con la fascia di capitano al braccio. Eccovi un riassunto delle sue parole:"Del Piero ha inugurato il nuovo stadio, scendendo in campo con la maglia di titolare e la fascia da capitano nell'amichevole con il Notts County e così è stato nella prima partita di campionato contro il Parma, anche contro l'Atalanta farà parte della formazione titolare, mi sembra un atto doveroso nei suoi confronti, non tanto per la carriera ma per quello che mi ha dato quest'anno, per quello che ha fatto e per quello che dovrà fare, sia con l'Atalanta che con il Napoli domenica prossima nella finale di Coppa Italia". Qui sotto, il video dell'intervista.
Dopo l'ultima partita di campionato tra la Juventus e l'Atalanta di Colantuono, che si disputerà allo "Juventus Stadium" questa sera, i nuovi Campioni d'Italia, attraverseranno le vie di Torino a bordo di un bus scoperto, per ricevere l'abbraccio degli oltre centomila tifosi scesi in città per festeggiare lo scudetto. Eccovi il percorso annunciato dal sito ufficiale della Juventus: Il bus con a bordo i vincitori dello scudetto, partirà da Porta Susa alle ore 20.00 e proseguirà lungo Via Cernaia, Piazza Castello, Via Po, Piazza Vittorio Veneto, Corso Cairoli e Corso Massimo D'Azeglio fino ad arrivare al Parco del Valentino dove intorno alle 22.00 si concluderà la parata dei Campioni D'Italia. Eventuali variazioni del percorso, verranno comunicate dal sito ufficiale della Juventus. Nella foto a fianco trovate la mappa dettagliata del percorso, qui sotto incece trovate un video inedito girato dalla curva, con le immagini della festosa invasione di campo dei tifosi bianconeri sul campo di Trieste, al termine della partita con il Cagliari.   

 
Il Pescara batte il Torino per 2-0 e scavalca i granata in testa alla classifica. I pescaresi, non tradiscono i numerosi tifosi accorsi allo stadio "Adriatico" per l'importantissima sfida al vertice ed impiegano soltanto 11 minuti per portarsi in vantaggio, Verratti pesca Insigne in area di rigore, con un lancio millimetrico dal cerchio di centrocampo e per il "Messi dell'Adriatico",è un gioco da ragazzi, prendere il tempo a Darmian ed infilare Benussi in uscita. Il raddoppio, arriva poco prima dello scadere, ad opera di Ciro Immobile, che con un preciso colpo di testa, mette il sigillo numero 26 alla sua splendida stagione. Nel secondo tempo, i granata abbozzano una reazione, ma riescono a rendersi pericolosi solamente con Pasquato che su punizione, sfiora il gol per ben due volte, facendo venire i sudori freddi a Zeman. Scampato il pericolo, gli abruzzesi, contengono senza troppi affanni gli sterili assalti degli uomini di Ventura e la gara termina con la vittoria degli uomini di Zeman, che con questi tre punti, raggiungono quota 77 e si catapultano al vertice della classifica, con un punto di vantaggio sul Torino.  Tutte e due le squadre, devono ancora recuperare una partita. Di seguito, il video con i gol e le highlights della gara.
Antonio Conte, durante un intervista esclusiva a Sky Sport, parla della rimonta che ha portato i bianconeri al titolo di Campioni d'Italia e sottolinea l'importanza che hanno avuto Del Piero, Buffon e Pirlo, per il raggiungimento del glorioso traguardo in questa stagione fantastica. L'allenatore bianconero replicando ad una domanda, rivela che il momento dell'intera stagione che più gli è rimasto impresso nella mente, è stato senza ombra di dubbio, l'abbraccio dei tifosi sul campo di Trieste e per le vie di Torino "Vedere gente che tira il freno a mano in mezzo alla strada, scende, ti abbraccia, piange e ti dice grazie è una cosa meravigliosa che non dimenticherò mai". Dopo aver risposto a varie domande riguardanti gli episodi di maggior rilievo che hanno visto protagonisti i bianconeri, tra cui il gol di Muntari e lo sfogo di Parma, il tecnico salentino, rispondendo all'ultima domanda riguardante il suo prossimo sogno, con gli occhi pieni di gioia ed entusiasmo dice "Il prossimo sogno è quello di rinnovare il contratto". Un sogno che è praticamente già parte della realtà e deve solo essere messo nero su bianco dai dirigenti bianconeri, i quali, saranno ben felici di sedersi ad un tavolo per discutere i termini del nuovo contratto ed accettare le eventuali richieste di Conte. Non sarà sicuramente un problema raggiungere un accordo in tempi molto brevi, conoscendo il suo grandissimo amore per i colori bianconeri e il suo attaccamento alla società, le sue richieste saranno sicuramente adeguate alla politica societaria e la dirigenza, dal canto suo, farà il possibile e se serve anche l'impossibile per accontentarlo, perchè se cosi non fosse, è la volta che a Torino scoppia la rivoluzione. L'intervista integrale, andrà in onda domenica 13 maggio alle ore 13.30 su Sky Sport 1 in uno speciale intitolato "Conte, un sogno chiamato Scudetto". Di seguito il video con le immagini dei festeggiamenti dei tifosi all'arrivo della squadra all'areoporto di Caselle dopo la vittoriosa trasferta di Trieste. 
Una notizia bomba ha appena scosso gli ambienti del calciomercato, Lavezzi sorprende tutti e si accorda con il Paris Saint Germain che pagherà i 31 milioni della clausola rescissoria. Per l'asso argentino invece, è pronto un contratto faraonico di 5 anni a 5 milioni a stagione. I Francesi, dopo aver corteggiato Pato per lungo tempo, preoccupati dai continui problemi fisici che affliggono il gioiello rossonero, hanno virato bruscamente verso Napoli, con un contratto in mano a cui Lavezzi non ha potuto dire di no, come non potrà dire di no De Laurentis, quando i dirigenti parigini metteranno sul tavolo l'assegno di 31 milioni dell'intera clausola rescissoria che gli consentirà di tornare a Parigi con il prezioso bottino. La partenza del "Pocho" era nell'aria da molto tempo e molti erano convinti che la destinazione dell'asso argentino fosse Milano sulla sponda nerazzurra, ma la potenza economica dei parigini ha fatto la differenza e ora i dirigenti dell'Inter dovranno cambiare le loro strategie. Nel video che segue troverete una compilation dei 10 gol più belli segnati da Ezequiel Lavezzi.
Andre Blackman del Celtic di Glasgow, abbatte il suo allenatore Neil Lennon, con un entrata assassina che i giornalisti scozzesi premiano immediatamente con la nomina di  "tackle dell'anno". L'esterno sinistro della squadra scozzese, all'altezza del cerchio di centrocampo, in scivolata, riesce a recuperare un pallone che stava terminando in fallo laterale, ma per il terreno reso viscido dalla pioggia, sullo slancio, centra in pieno il  tecnico lasciandolo dolorante a terra, mentre lui, come se nulla fosse successo, si rialza velocemente e rientra in campo per proseguire l'azione che nel frattempo era continuata. Eccovi il video con le esilaranti immagini dell'episodio.
Questo è un vecchio video in cui Maradona, durante il riscaldamento del Napoli prima di una partita, si esibisce in una serie straordinaria di palleggi sulle note della canzone "Life is Life". Uno show unico nel suo genere, eseguito da uno dei più grandi campioni di ogni epoca che merita di essere visto. Mettetevi comodi e guardate cosa era capace di fare il "Pibe de Oro", con la sua classe cristallina. Oltre che a far impazzire le difese avversarie e beffare i portieri con traiettorie impossibili, riusciva anche ad entusiasmare il pubblico durante il riscaldamento pre partita.
Quando Neymar scende in campo, una cosa è sicura, gli spettatori non rimpiangeranno mai i soldi spesi per il biglietto d'ingresso. La stella del Santos, è in grado di offrire sempre e comunque, uno spettacolo pedatorio unico nel suo genere, uno show che merita di essere visto da chiunque ami il calcio, indipendentemente dalla fede calcistica. Gol straordinari segnati al termine di travolgenti azioni personali, finte, dribling ubriacanti, avversari saltati come birilli e lasciati sul posto da scatti brucianti, insomma vere e proprie gemme di pura tecnica calcistica, incastonate all'interno di ogni partita disputata dall'asso brasiliano. Qui sotto, il video delle ultime magie offerte da Neymar durante la partita di Coppa Libertadores 2012 tra il Santos e il Bolivar terminata 8-0 in favore dei brasiliani.
Dopo Nesta, che ieri ha annunciato il suo addio alla maglia rossonera con una conferenza stampa tenuta a Milanello, oggi anche InzaghiGattuso hanno comunicato il loro addio. Pippo Inzaghi, lo ha fatto tramite una bellissima lettera scritta sul sito ufficiale del Milan, nella lettera ringrazia le persone che gli sono state vicine durante la sua bellissima avventura con la maglia rossonera e si rivolge ai tifosi dicendo "Tutte le cose che state per leggere saranno sempre seconde, rispetto ad una, la prima ed unica cosa che voglio che voi sappiate per sempre e' che ho giocato e vinto per Noi". Rino Gattuso, ha invece comunicato la sua partenza ad un gruppo di giornalisti che lo attendevano all'uscita della sede del Milan in via Turati. Il centrocampista rossonero, dopo un colloquio con Galliani che e' durato circa un ora, ha spiegato che non si tratta di un addio ma di un arrivederci, "farò un anno fuori e poi vedremo" sono state le parole di Ringhio, che poi, quasi commosso, ha aggiunto "non so ancora dove andrò a giocare, non ho nulla per ora, parlerò domani in conferenza stampa". Al termine di una stagione conclusasi in maniera tutt'altro che brillante, la necessità di ringiovanire la rosa, era una priorità ben conosciuta da tutti e l'addio di tre colonne portanti dell'ultimo decennio, è la conferma che le direttive dall'alto sono state molto chiare e in via Turati non hanno intenzione di perdere tempo. Di seguito, il video della conferenza stampa di Nesta, l'intervista con Gattuso all'uscita dalla sede del Milan, e per ultima una splendida carrellata dei 10 gol più belli segnati da Pippo Inzaghi con la maglia rossonera.    
Nelle ultime ore, alcuni autorevoli quotidiani inglesi, hanno dato per conclusa la trattativa che porterà Paul Pogba alla Juventus. L'edizione online del Daily Mail, ha rivelato anche i termini del contratto. Il centrocampista francese, definito il nuovo Vieira dagli addetti ai lavori, ha respinto gli ultimi assalti di Fergusson che con l'aiuto di Rio Ferdinand e altri senatori ha cercato sino all'ultimo di convincerlo a rinnovare il contratto con lo United e firmerà un contratto di 4 anni con la squadra bianconera. Da quanto riportato dall'autorevole testata britannica, la firma è prevista per il primo di luglio e la cifra dell'accordo, si aggira intorno ad 1 milione di euro all'anno. Il Manchester United e' stato informato della decisione di Pogba dal suo procuratore Mino Raiola. La Juventus, dal canto suo, ha annunciato che non intende parlare del giocatore prima della scadenza del suo contratto con lo United, ovvero il 30 di giugno, un giorno prima della data in cui la giovane promessa del calcio transalpino apporrà la propria firma sul contratto che lo legherà alla squadra torinese per 4 anni. Nel video che segue, lo splendido gol realizzato da Pogba durante un incontro con il Portsmouth, un siluro da 25 metri che si è inflato sotto ala traversa dell'esterefatto portiere avversario.

 


Dopo la conquista dello scudetto, la Juventus si sta muovendo in diverse direzioni per rafforzare la squadra in vista della Champions, ma nello stesso tempo, Marotta e Paratici, sono al lavoro per cercare di mettere le mani su giovani talenti, destinati a costituire l'ossatura della squadra bianconera per il prossimo decennio. Dalle ultime indiscrezioni, sono in dirittura di arrivo le trattative che porteranno a Torino Pogba e Verratti, ovvero due dei centrocampisti più promettenti d'Europa. Se non ci saranno sorprese dell'ultima ora, con questi due colpi, la squadra bianconera, dalla prossima stagione, potrà contare su un centrocampo di enorme spessore, esplosivo che accomuna doti atletiche straordinarie, esperienza, classe, grinta e capacità realizzative non comuni. La cigliegina sulla torta potrebbe essere dietro l'angolo, Marotta infatti, con l'aiuto di Pirlo, sta cercando di convincere Seedorf a restare in Italia e seguire le orme del suo amico ed ex compagno di squadra. L'impresa non è semplice, perchè l'olandese, in scadenza di contratto, al pari di Nesta, preferirebbe una soluzione all'estero, ma a differenza del difensore, l'olandese sembra avere le idee ancora abbastanza confuse al riguardo della destinazione. Una proposta simile a quella che ha portato Pirlo in bianconero, appoggiata dai risultati ottenuti dall'ex centrocampista dei rossoneri e sostenuta dal ritrovato blasone della Juventus, potrebbe convincere Seedorf a non lasciare l'Italia ed accettare il  trasferimento alla corte di Conte, il quale, lo acccoglierebbe a braccia aperte. Per puntare alla conquista della Champions League, oltre che ad un organico di primo livello, che consenta di far rifiatare chi ne ha bisogno, senza che la squadra ne risenta, servono anche giocatori di grande esperienza internazionale, in grado di prendere per mano i giovani ,nei momenti in cui, l'emozione può giocare brutti scherzi. L'olandese, che di esperienza internazionale ne ha in quantità industriale, sarebbe l'ideale, se poi aggiungiamo la sua indubbia classe, la sua grande duttilità e la sua straordinaria confidenza con il gol, mi viene da dire, che sarebbe praticamente perfetto per questo ruolo. Di seguito, le immagini dell'esordio di Pogba in Premier League avvenuto il 31/01/2012 in occasione del match con Stoke City, di seguito un  video che fa capire il cocktail di classe e grinta a disposizione di Verratti.
Luciano Moggi, durante la trasmissione radiofonica "La Zanzara" di Radio 24, rispondendo ad una domanda del conduttore del programma Giuseppe Cruciani, ha duramente attaccato la decisione di Prandelli di scendere in piazza in favore dei gay. 'Il Commissario Tecnico della Nazionale Italiana non doveva parlare di un argomento così delicato, è un argomento che ha nulla a che fare con lo sport, sono sicuro che a certi livelli non ci sono gay che giocano a calcio, quando ero un dirigente se avessi scoperto una cosa simile, avrei immediatamente venduto il giocatore in questione" sono state le parole di Moggi,  che ha poi concluso, come suo solito, in maniera alquanto colorita "Prandelli ha detto una Str..ata, non capisco perchè sia sia messo a parlare di froci. Alla vigilia dei Campionati Europei 2012 che si svolgeranno in Polonia e Ucraina, le dichiarazioni di Cesare Prandelli hanno suscitato una serie di commenti negativi a cui si e' anche aggiunto quello di Moggi, le parole del Commissario tecnico della Nazionale Italiana, in precedenza erano state stigmatizzate anche da altri personaggi di primo piano nel mondo del calcio. Rivera e Cabrini, avevano espresso seri dubbi sull'utilità dell'outing, perchè ritengono l'ambiente calcistico non abbastanza maturo per questo tipo di notizie, mentre Di Natale, aveva definito la questione un tabù impossibile da infrangere e si era detto perplesso sulla reazione dei tifosi dinnanzi a certe notizie. L'unico che ha accolto in maniera positiva le dichiarazioni dell'allenatore degli azzurri, è stato Diego Milito, il quale si è detto convinto che il mondo del calcio non avrebbe problemi ad accettare il fatto che ci siano dei calciatori gay. Personalmente ritengo ingiusto che una persona sia costretta a nascondersi per un fatto che fa ormai parte della vita quotidiana di qualsiasi ambiente, non si nascondono persone che commettono violenze ed ingiustizie, non vedo perchè si debbano nascondere persone che non commettono un reato, non danno fastidio a nessuno e il loro comportamento non arreca nessun tipo di danno alla società. Al pari del bomber friulano, sono però molto scettico sul tipo di reazioni che potrebbero avere i tifosi della squadra di appartenenza del giocatore che esce allo scoperto e si dichiara gay. Per non parlare poi, di quello che si inventerebbero i tifosi delle squadre avversarie, ogni volta che il giocatore scende in campo. Negli stadi italiani, purtroppo gli episodi di razzismo da parte delle tifoserie sono molto frequenti, ci domandiamo cosa potrebbe succedere nel caso che alcuni giocatori decidessere di fare "outing". Probabilmente hanno ragione Cabrini e Rivera nell'affermare che l'ambiente che ruota intorno al mondo del calcio non è ancora abbastanza maturo per accogliere un certo tipo di notizie, essendo uno sport pevalentemente maschile, non è il terreno ideale per uscire allo scoperto. Nel video che segue, l'intervista in cui, il Commissario tecnico della Nazionale Italiana Cesare Prandelli ha espresso la sua opinione al riguardo dei gay.
Il Maliano Bakaye Traorè è un giocatore del Milan, manca solo l'ufficialità, ma suo passaggio alla corte di Allegri, è ormai cosa fatta. Lo ha annunciato il giocatore stesso ai microfoni di Radio Monte Carlo. Il 27enne centrocampista del Nancy, che è in scadenza di contratto con il suo club, nel corso di una trasmissione sportiva della popolare emittente radiofonica monegasca, ha dichiarato "l'anno prossimo giocherò nel Milan, sono orgoglioso di poter far parte di un club così prestigioso che ha tra le sue fila campioni di livello mondiale, so bene che sarà dura conquistare un posto in squadra, ma la concorrenza non mi spaventa, mi hanno assicurato che avrò le occasioni per poter dimostrare le mie qualità e cercherò di non farmele sfuggire". Dopo l'eliminazione dalla Champions League e l'amaro epilogo nella sfida per lo scudetto con la Juventus, la società rossonera non ha perso dunque tempo e si è catapultata sul mercato alla ricerca di nuovi talenti che siano in grado di completare, ringiovanire e rinforzare un organico già molto competitivo dal punto di vista tecnico, ma con enormi lacune dal punto di vista fisico che hanno avuto un ruolo determinante, nella corsa al titolo di Campione d'Italia, contro una squadra molto più fresca e decisamente più robusta fisicamente come i bianconeri. Nel video che segue, potrete ammirare lo straordinario gol realizzato da Traorè contro la Guinea nella recente Coppa d'Africa, un siluro dal limite dell'area, che il portiere, molto probabilmente, non ha neanche visto passare.
Dopo che erano apparse alcune notizie che parlavano di un raffreddamento della trattativa che dovrebbe portare Verratti alla Juventus, Donato Campli, procuratore del talentuoso centrocampista del Pescara, ai microfoni di Radio Sportiva, ha dichiarato che il ragazzo sarebbe felicissimo di poter far parte della formazione guidata da Antonio Conte, rimarcando che ora come ora, qualsiasi giocatore vorrebbe farne parte. Campli ha anche confermato che la squadra bianconera è interessata all'acquisto a titolo definitivo e la trattativa è in corso. Dalle sue dichiarazioni, è abbastanza chiaro che il nodo da sciogliere è tra le due società e visti i buoni rapporti, l'affare potrebbe concludersi in tempi brevi. Da quanto è emerso, per il cartellino della giovane promessa, il Pescara vuole 8-10 milioni di euro in contanti, ma il successo dell'affare Immobile, potrebbe suggerire la chiave per sbloccare la trattativa. In parole povere, se il Pescara accetta che una parte della cifra richiesta, sia coperta da uno o due giocatori Primavera bianconera, l'affare si concluderà immediatamente, in caso contrario le cose potrebbero complicarsi e altre società potrebbero approfittarne per inserirsi e soffiare il ragazzo alla Juventus. Nel video che segue, potrete ammirare il bagaglio tecnico e la grinta di questo ragazzo, che viene ormai definito il nuovo Pirlo. Nella parte iniziale del video,  tifosi bianconeri, avranno la lieta sorpresa di scoprire la sua fede calcistica, per ricostruire la sua vita sin dai primi passi, vengono mostrate alcune foto della sua infanzia e in una di queste, Verratti sfoggia orgoglioso quella maglia a strisce bianconere che tra non molto, potrebbe essere sua.
Juventus e Real Madrid si sono accordate per un amichevole di lusso da giocarsi il  5 agosto prossimo a Las Vegas. L'incontro si disputerà nell'ambito del prestigioso torneo "World Football Challenge". Un gustoso anticipo di una sfida che si potrebbe ripetere nella prossima edizione della Champions League a cui parteciperanno entrambe le squadre. Il 31 luglio del  2009, nel corso della preparazione estiva, Juventus e Real Madrid, si incontrarono nella semifinale della "Peace Cup" che si disputò allo stadio "Sanchez Pizjuan" di Siviglia. I bianconeri si imposero per 2-1 grazie alle reti di Cannavaro al 3' e Salihamidzic al 49', per gli spagnoli andò a segno Cristiano Ronaldo al 42' su calcio di rigore. Nella finale del torneo, la Juventus venne sconfitta ai calci di rigore dall'Aston Villa. La partita si concluse con il risultato di 0-0 e furono gli inglesi ad aggiudicarsi il trofeo dopo una serie di 6 rigori . Per i bianconeri realizzarono Camoranesi, Trezeguet e Felipe Melo, ma gli errori di Iaquinta, Del Piero e Legrottaglie consegnarono alla squadra londinese i 2 milioni di euro in palio per la squadra vincitrice del torneo. Eccovi 2 video relativi a quelle partite. Il primo riguarda la semifinale disputata con il Real Madrid che fu caratterizzata dal gioco duro e dalle entrate assassine, mentre nel secondo potrete rivedere la serie di calci di rigore relativa alla finale.
Allegri durante un intervista nel dopo partita di Inter - Milan, dimentica le polemiche degli ultimi mesi e fa i complimenti ai rivali per la conquista del titolo di Campioni d'Italia "la Juventus ha meritato di vincere lo scudetto" sono state le parole del tecnico livornese. Eccovi il video dell'intervista.
Gianluigi Buffon intervistato al termine di Cagliari - Juventus, dedica lo scudetto appena vinto a Camoranesi, Trezeguet e Nedved che insieme a lui e Del Piero, sono scesi in serie B e hanno contribuito alla "rinascita" della Juventus. Eccovi il video dell'intervista al portiere bianconero.
In un intervista dopo la vittoria sul Milan per 4-2 che ha di fatto consegnato nelle mani della Juventus lo scudetto della stagione 2011/2012, il capitano dell'Inter Javier Zanetti, dimostra una grande sportivita e fa i complimenti alla squadra bianconera, rimarcando che quando una squadra non perde mai in 37 partite di campionato, merita senza ombra di dubbio di vincere l'ambito trofeo di Campione d'Italia. Di seguito il video dell'intervista.
Ignazio Abate, intervistato nel dopo partita  Inter - Milan, analizza la bruciante sconfitta per 4-2 ad opera dell'Inter di Stramaccioni e seppur amareggiato, fa i complimenti alla Juventus dichiarando che i bianconeri, durante tutto l'arco dell'anno, hanno espresso un bel gioco, senza mai perdere una partita e si sono meritati questo scudetto. Al termine dell'intervista, il difensore rossonero, rispondendo ad una domanda provocatoria di un giornalista, al riguardo del gol di Muntari, afferma che l'episodio non ha influito sulla conquista del titolo di Campione d'Italia 2011/2012. Un bellissimo gesto di sportività, che speriamo contribuisca a smorzare le polemiche e le tensioni tra queste due società che sono il fiore all'occhiello del Calcio Italiano. Eccovi il video relativo all'intervista.