agosto 2016
Fiorentina: Alonso via Sousa dimissioni? Arriva Maxi Olivera

In partenza uno degli elementi più importanti della Fiorentina di questi anni: Marcos Alonso passa al Chelsea di Antonio Conte, alla Fiorentina circa 27 milioni, con grande delusione dei tifosi, da sempre molto critici della mancanza di investimenti da parte dei Della Valle, ma anche soprattutto dell'allenatore Paulo Sousa.
Infatti egli stesso aveva dichiarato, subito prima della partita con il Chievo, di aver avuto assicurazioni dal ds Corvino che i big non si sarebbero mossi da Firenze e con questa certezza pensava di poter programmare la stagione, poi l'offerta del Chelsea, sicuramente importante per un giocatore arrivato praticamente a zero dal Bolton, che ha convinto Corvino a non considerarlo incedibile.
Vero che al suo posto è già stato preso il capitano del Penarol Maxi Olivera, che però dovrà dimostrare di inserirsi positivamente nella Serie A, campionato sicuramente molto diverso da quello uruguaiano.
Paulo Sousa per ora tace, anche se sicuramente non vede arrivare i rinforzi sperati, e si sente tradito ancora una volta, come quando nella scorsa sessione di mercato invernale, con la Fiorentina ai vertici della classifica, aveva atteso invano giocatori per consolidare la posizione di vertice.
Vedremo nei prossimi giorni gli sviluppi di questa situazione, intanto ricordiamo il centrocampista ormai del Chelsea in questo video.

Calciomercato: Juventus Witsel e Cuadrado

Ultime ore di calciomercato e la Juventus piazza il doppio colpo: Witsel e Cuadrado!
Dopo trattative estenuanti , voci più o meno confermate e i tifosi che chiedevano a gran voce "la ciliegina sulla torta" come detto da Marotta, ecco che le ciliegine sono arrivate.
Il belga, primo giocatore della sua nazione a vestire il bianconero, arriva dallo Zenit per una cifra intorno ai 18 più bonus, mentre il colombiano torna alla Juventus, dopo l'estate da escluso in Inghilterra, per un prestito oneroso di 5 milioni e riscatto obbligatorio a 20 dopo un certo numero di presenze e risultati.
Ora la Juventus ha finalmente il dopo Pogbà e il ritorno dell'ala colombiana offre un'alternativa a Alves che permette ad Allegri di cambiare lo schema tattico in corsa, infatti Cuadrado è spesso stato utilizzato in questa veste, subentrante dalla panchina in caso di necessità.
Per due che arrivano si parla anche di partenze: De Ceglie sembra in svincolo a favore del Crotone, Hernanes è sempre più vicino al Genoa e Lichtsteiner, con l'arrivo di Cuadrado, ha paura di trovare poco spazio e si parla per lui di interesse dell'Inter, ma la Juventus sembra escludere questa ipotesi  a seguito del rifiuto della squadra milanese per Brozovic.
Vedremo nelle prossime ore le ultime ufficialità di questa sessione e le ultime sorprese.
Intanto conosciamo meglio il belga, che ha lasciato il ritiro della nazionale per Torino, nel video seguente.

Sassuolo impiego Ragusa irregolare risultato 3-0 per il Pescara

Clamorosa beffa per il Sassuolo, dopo il già pesante infortunio di Berardi, si trova ribaltato il risultato dell'ultima gara di campionato; aveva sconfitto il Pescara ma il giudice sportivo gli commina lo 0-3 a tavolino a causa dell'impiego di Ragusa, non regolare in quanto alla federazione non era giunta in tempo la necessaria mail certificata dell'inserimento del giocatore nella lista dei 25.
Antonio Ragusa è appena arrivato ai neroverdi in questa sessione di mercato ed a seguito il nuovo regolamento sui tesserati di questa stagione era necessaria da parte della squadra la comunicazione entro le 12.00 del giorno prima della gara, comunicazione che sembra non sia mai arrivata.
Clamorosa dimenticanza che costa al Sassuolo la testa della classifica, immaginiamo il disappunto e le eventuali polemiche se a fine campionato questi tre punti potessero essere decisivi.
Il Sassuolo ha comunque dichiarato di avere adempiuto a tutti gli obblighi e procederà a verifiche della procedura informatica e quindi al reclamo al giudice sportivo.
Conosciamo meglio il neo acquisto della squadra di Di Francesco nel video seguente.

Sassuolo: Berardi infortunato salterà Juventus e Bilbao

Il giovane attaccante del Sassuolo e dell'Under 21 si è infortunato nella gara di Serie A contro il Pescara e resterà ai box per tre settimane. Inevitabile la sua assenza nella prossima gara del 10 settembre allo Juventus stadium ed anche in Europa League contro l'Athletic Bilbao.
Una brutta tegola per i neroverdi che dovranno rinunciare al loro attaccante di punta, in rete nelle prime due gare di campionato e nei preliminari di Europa League, nelle gare più importanti di questo inizio di stagione, i medici faranno di tutto per provare il recupero almeno per la gara europea del 16 settembre ma al momento la sua presenza sembra improbabile.
Rivediamo sotto il  suo bel gol contro il Pescara.

Calciomercato: Hernanes dalla Juventus al Genoa

Arrivato nelle ultime ore del calciomercato dell'estate passata, come rincalzo dopo la telenovela Draxler mai concretizzatasi, il brasiliano Hernanes, mai riuscito a lasciare il segno nell'ultima stagione Juventina, è alle ultime ore di permanenza a Torino: domani ci dovrebbe essere la definizione per l'accordo tra il Preziosi, presidente del Genoa, e la dirigenza Juventina per il suo passaggio nella squadra ligure con un prestito con obbligo/diritto di riscatto a cifre ancora da definire.
Ben 13 erano stati i milioni pagati dalla Juventus all'Inter per il suo ingaggio, ma il suo rendimento è sempre stato al di sotto delle attese e ormai anche il giocatore è conscio che il trasferimento è la soluzione migliore.
Le ore passano e domani si chiude la finestra estiva di calciomercato ; dopo questa cessione ci si attende dalla Juventus anche la chiusura della situazione Cuadrado, che ormai si trascina da un mese, e dell'atteso centrocampista.
Dopo i tanti nomi per  il centrocampo della Juve sembra essere ormai rimasto in ballo solo quello di Witsel, legato ancora un anno allo Zenit, che dovrà accettare la proposta di 15 milioni rispetto ai 22 richiesti o perderlo a zero la prossima estate.
Rivediamo la stagione di Hernanes alla Juve nel video seguente.

Seconda Giornata Serie A tutti i gol 28/08/16

La seconda giornata di Serie A ha regalato alcuni match molto combattuti ed emozionanti ma soprattutto tanti gol : ben 6 nella sfida tra Napoli e Roma e tra Torino e Bologna, 4 nel pareggio tra Roma e Cagliari e nella vittoria del Genoa a Cagliari ed in totale i gol di questa giornata sono stati ben 31.
La Juventus è la sola delle big a 6 punti e divide la testa della classifica col Genoa, la Sampdoria ed il Sassuolo, la Roma ed il Napoli seguono a 4 punti, il Milan a 3 punti e l'Inter ad 1 punto.
Il Torino è la squadra che ha segnato di più, ben 7 gol, mentre l'Empoli quella che ha segnato di meno : 0 reti fatte.
Belotti del Toro è il capocannoniere con 4 gol, seguono Bacca del Milan, Perotti della Roma e Kessiè dell'Atalanta a 3.
Sotto il video di tutti i gol del 28/08/16, per i gol degli anticipi vi rimandiamo ai nostri articoli precedenti su Lazio Juventus 0-1 e Napoli Milan 4-2.

Cagliari Roma 2-2 Serie A 28/08/16 Highlights Zampa

La Roma dopo la delusione Champions pareggia a Cagliari con un rocambolesco 2-2: dopo essere stata in vantaggio di ben due gol, con Perotti e Strootman, si fa riagguantare nel secondo tempo dai sardi, in rete con Borriello e Sau.
I giallorossi partono subito forte con un bel tiro di Bruno Perez che esce a lato della porta di poco e poi al 5' già calcio di rigore per i capitolini a seguito dell'atterramento di El Shaarawy da parte di Isla, batte Perotti e siamo allo 0-1.
La Roma però sembra ora sedersi per aspettare il Cagliari e partire di contropiede ma dopo il palo di Ionita al 44' Spalletti ne ha abbastanza: chiuso il primo tempo sul 1-0 fa entrare Dzeko al posto di El Shaarawy all'inizio del secondo per avere un punto di riferimento che alzi la squadra.
Arriva subito il gol: sponda di Dzeko e bel tiro sotto la traversa di Strootman, siamo al 46' e Roma avanti 0-2, partita chiusa?
La squadra di Spalletti torna a controllare la partita senza più incidere ed il Cagliari ne approfitta al 56' con Borriello che insacca un bel sinistro, il Cagliari non molla e ci crede ancora.
All'87 la beffa, cross di Isla e Marco Sau insacca per il 2-2 con un preciso colpo di testa sotto la traversa alla sinistra della porta difesa da Szczesny.
Si chiude quindi in pari con ovvia delusione dei capitolini, Spalletti parla di "poca personalità" mentre Vermaelen ammette "come una sconfitta".
Sotto gli highlights commentati dal noto tifoso romanista Carlo Zampa.

Inter Palermo Serie A commento e Highlights 28/08/16

Ricomincia il campionato di serie A anche per Inter e Palermo che si sfidano oggi al Meazza nella seconda di campionato, i nerazzurri sono reduci dalla deludente sconfitta contro il Chievo mentre il Palermo dalla sconfitta col Sassuolo, entrambe le squadre sono quindi alla ricerca dei primi punti della stagione.
L'Inter che ha appena definito i colpi Juao Mario e Gabigol si presenta con la seguente formazione scelta da De Boer: Handanovic, Miranda, Murillo, Santon, Medel, Banega, Kondogbia, Eder, Icardi, Perisic.
Il Palermo di Ballardini si presenta con Posavec, Goldaniga, Vitiello, Andelkovic, Rispoli, Hijliemark , Gazzi, Chochev, Aleesami, Quaison, Nestorovski.
Arbitra il signor Russo.
Al 7' già un'occasione per il Palermo con Goldaniga sugli sviluppi di una punizione battuta da Hilijemark, ma davanti a Handanovic sbaglia il controllo e l'occasione sfuma.
Al 18' lo stesso Goldaniga commette un fallaccio su Icardi e diventa il primo ammonito della gara.
Il Palermo è ben messo in campo e contiene bene le iniziative nerazzurre, anche con le cattive, sono numerosi i falli ed al 36' Aleesami diventa il secondo ammonito per il Palermo.
Si susseguono diverse occasioni per l'Inter che pressa i rosanero nella propria area ma senza concretezza, infatti il primo tempo si conclude sullo 0-0.
Nel secondo tempo si parte subito con un bel tiro di Eder su assist di Medel al 47' che però viene ben respinto.
Succede poi l'imprevedibile: è il Palermo a portarsi in vantaggio al 48' con un tiro di Rispoli da fuori area dopo una ribattuta della difesa Interista, il tiro deviato da Santon diventa imparabile per Handanovic.
Al 55' il Palermo è costretto a sostituire Quaison con Sallai per infortunio dello svedese.
L'Inter pressa e il Palermo aspetta e riparte di contropiede, ma i pericoli per i rosanero sono pochi.
Al 68' De Boer cambia la squadra: entra Candreva per Perisic e Miangue per Santon.
Al 70' Gazzi diventa il terzo ammonito per il Palermo dopo un brutto fallo.
Al 72' l'Inter trova il pareggio! Assist di Candreva e colpo di testa vincente di Icardi.
Al 76' ammonito Murillo e altra sostituzione per il Palermo : Balogh sostituisce Nestorovski e Ballardini prova a vincerla con il giovane attaccante ventenne.
All'81' ammonito anche Sallai, sono ben quattro i cartellini per il Palermo.
All'85 ammonito anche l'autore del gol Rispoli, il Palermo contiene con le cattive, siamo alle ultime energie.
Subito dopo Ballardini sostituisce Andjelkovic con Cionek, forze fresche in difesa.
l'Inter pressa e cerca la vittoria ma manca la precisione, fioccano i tiri ma nessun pericolo concreto per la porta rosanero, i nerazzurri sprecano troppo.
Nonostante i 7' di recupero, seguito dell'infortunio di Balogh colpito da D'Ambrosio, non succede più nulla di significativo, finisce 1-1 e l'Inter manca ancora l'appuntamento con i 3 punti, altra delusione per i tifosi che fischiano la squadra sperano in un inserimento quanto prima dei nuovi acquisti, un buon punto fuori casa per il Palermo invece, che ovviamente ha ben altri obbiettivi di fine stagione.
Sotto gli highlights della partita.

Allo Stadio Olimpico di Roma, la Juventus centra la seconda vittoria in campionato sul campo di una Lazio ostica e tenace, che grazie alla giornata di vena di alcuni uomini chiave, per una sessantina di minuti, è riuscita ad imbrigliare le trame offensive dei bianconeri che hanno patito più del dovuto l'assenza di un uomo chiave nella costruzione del gioco come Leonardo Bonucci. L'assenza del pupillo di Guardiola, ha infatti pesantemente influito sulla prestazione di Lemina ed Asamoah che una settimana prima, nel vittorioso esordio casalingo con la Fiorentina, avevano sorpreso tutti, con una prestazione sopra la media che aveva aveva convinto Allegri a non accellerare i tempi di recupero di Pjanic. L'inedita coppia di centrocampo, nonostante la presenza di un Khedira stratosferico, senza Bonucci che è a tutti gli effetti il regista arretrato della squadra bianconera, ha perso un importante punto di riferimento dove scaricare il pallone e quando in particolar modo nella prima frazione, gli uomini di Inzaghi sono riusciti a chiudere tutte le linee di passaggio, i due hanno ripetutamente regalato alla Lazio pericolose ripartenze che soltanto grazie ad un superbo Benatia, non hanno creato problemi alla porta difesa da Buffon. La contemporanea giornata di scarsa vena in cui è incappato Dani Alves, noto anche come il "Regista Nascosto", ha contribuito ulteriormente alla scarsa fluidità che ha caratterizzato la manovra dei bianconeri ma la solidità che Allegri ha saputo dare a questa formazione unita all'alto tasso tecnico di alcuni dei suoi protagonisti, ha permesso ai bianconeri di aggiudicarsi l'intera posta, sfruttando cinicamente con Khedira (66'), l'unico errore commesso dalla retroguardia della Lazio in tutti i 90'. A seguire un Ampia Sintesi della partita con il commento del Telecronista Tifoso di Juventus Tv Enrico Zambruno. Gli Amanti dei Telecronisti Tifosi, possono trovare le Highlights della gara con la Telecronaca di Antonio Paolino cliccando Qui.

Lazio - Juventus 0-1 Radiocronaca di Francesco-Repice

Dopo il video delle Highlights di Lazio - Juventus 0-1 e la sintesi della partita commentata da Antonio Paolino, eccovi alcuni spezzoni della Radiocronaca di Francesco Repice dai microfoni di Rai Radio 1

Lazio - Juventus 0-1 Gol di Khedira

Una Juventus non brillante, ma cinica ed estremamente pratica, si impone per 1-0 sulla Lazio di Simone Inzaghi che per lunghi tratti è riuscita ad imbrigliare la squadra bianconera concedendo pochissime occasioni agli uomini di Allegri. I bianconeri dal canto loro, si confermano squadra di grande spessore che con il minimo sforzo, è capace di portare via l'intera posta. Il gol che permette ai Campioni d'Italia di tornare a Torino con tre punti importantissimi arriva al 66' grazie a Khedira che servito da Dybala, sfrutta un indecisione della difesa dei padroni di casa, per inserirsi e battere Marchetti con un preciso diagonale da una decina di metri. A Seguire il video con le Highlights della partita ed il gol di Khedira con il commento di Antonio Paolino ai microfoni di Sky Premium.


Dopo il deludente pareggio esterno con il Pescara, della prima giornata, il Napoli, nel secondo anticipo della seconda giornata, davanti al proprio pubblico, riesce ad avere la meglio su di un Milan mai domo che prima del gol di Callejon (74') e della sfortunata autorete di Romagnoli (93'), nel giro di soli 4 minuti, prima con Niang(51') e poi con Suso(55') era riuscito a riportare il risultato in parità dopo che il polacco Milik si era presentato al S.Paolo impiegando soltanto una trentina di minuti per far dimenticare Higuain e conquistare il cuore dei tifosi partenopei con una doppietta (18' e 33'). A seguire la sintesi ed i gol dell'avvincente sfida del S. Paolo offerta da Sky Premium. 
Mi raccomando, se siete amanti dei telecronisti tifosi rimanete sintonizzati, a breve, su questa pagina, pubblicheremo anche le Highlights della partita con il commento colorito, vivace e pieno di entusiasmo di Raffaele Auriemma.


Lazio - Juventus 1-0 Gol di Khedira

Al termine di una partita tutt'altro che semplice, la Juventus ha la meglio su una Lazio ostica e ben disposta sul campo da Simone Inzaghi grazie ad un gol di Khedira al 66'. Il centrocampista tedesco, dopo la rete con cui aveva portato in vantaggio i bianconeri nel vittorioso esordio casalingo con la Fiorentina, con il suo secondo sigillo personale, regala la seconda vittoria stagionale vittoria agli uomini di Allegri, che al contrario della scorsa stagione, partono col piede giusto con due vittorie in altrettanti incontri. Tra i bianconeri, partiti ancora con Higuain e Pjanic, e' da registrare l'ottima prestazione di Benatia, sceso in campo al posto di Leonardo Bonucci rimasto a Torino per problemi familiari. Tra i padroni di casa si sono invece distinti Basta, Bastos e Lukaku che non ha sfigurato nel duello con Dani Alves sulla fascia di competenza. Nei minuti finali ha fatto il suo esordio in maglia bianconera il giovane talento croato Pjaca che ha subito messo in mostra la sua abilità nell'uno contro uno, sfiorando il raddoppio con una travolgente azione personale. A seguire i video con le Highlights ed il gol di Khedira che ha consentito alla Juventus di espugnare l'Olimpico ed un Ampia Sintesi registrata da Sky Premium Sport.




Juventus - Lazio 2-0 Dybala esulta dopo il gol 2015/16

La sfida 
dell'Olimpico giocata dalle due squadre nella precedente stagione, si concluse con il risultato di 2-0 in favore degli uomini di Allegri che in quell'occasione, raggiunsero la quinta vittoria consecutiva dell'incredibile rimonta che portò la squadra bianconera al quinto scudetto consecutivo. 
Passiamo alla cronaca della gara, la Juventus, sblocca il risultato dopo soli 7', grazie ad un autogol di Gentiletti, che nel tentativo di anticipare Mandzukic, su un cross teso di Dybala, spedisce il pallone nella propria porta. I padroni di casa tentano di reagire, ma le trame offensive disegnate da Pioli, non trovano sbocchi verso la porta difesa da Buffon, e l'unica conclusione degna di nota nella prima mezzora di gioco, è un incornata, per altro abbondantemente fuori, di Radu su azione di calcio d'angolo battuto da Candreva. La squadra bianconera, alla mezzora, mette al sicuro il risultato con una perla di Dybala che dopo aver ricevuto il pallone da Mandzukic pochi metri fuori dall'area di rigore, in posizione centrale, lo controlla con la coscia e al volo, lascia partire una sciabolata di sinistro che si va ad infilare nell'angolo alla sinistra di un esterefatto Marchetti che nulla può fare, se non raccogliere il pallone in fondo alla rete. Settimo sigillo stagionale per l'attaccante argentino e squadre negli spogliatoi con il punteggio di 2-0 in favore degli ospiti. Nella ripresa, al 64' la Lazio riesce ad indirizzare il primo tiro verso lo specchio della porta difesa da Buffon, un sinistro dal limite, potente ma centrale di Milinkovic, che il portiere della Nazionale controlla però senza patemi d'animo. Visto che l'area di rigore bianconera, ha le sembianze di una cassaforte per gli avanti laziali, gli uomini di Pioli, ci provano ancora da fuori, prima con una punizione di Parolo da una trentina di metri, che si spegne tra le braccia di Buffon poi con una sventola improvvisa di Keita dal limite dell'area che al pari delle precedenti conclusioni, finisce tra le braccia del portiere bianconero. Sul finire dell'incontro, è Marchisio a provare la conclusione da fuori area con una botta da 25 metri che finisce abbondantemente oltre la traversa. Prima del fischio finale infine, la Lazio, con un azione di contropiede, ha l'occasione per ridurre le distanze, ma Chiellini con recupero prodiogioso, riesce a deviare la conclusione ravvicinata di Klose a pochi passi dalla rete difesa Buffon e la gara si chiude con il punteggio di 2-0 in favore dei bianconeri. A seguire il video di Sky Sport, con le Highlights della sfida della scorsa stagione tra Juventus e Lazio giocata allo Stadio Olimpico di Roma.

Lazio Juventus Serie A 27/08/16 probabili formazioni

Stasera con l'anticipo delle 18 riparte la serie A con la seconda giornata: a dare il via la sfida di lusso Lazio contro Juventus.
I biancocelesti arrivano alla sfida dopo l'emozionante vittoria 4-3 contro l'Atalanta a Bergamo, mentre i bianconeri dopo il 2-1 contro la Fiorentina con il primo gol di Higuain in bianconero.
Sarà un 3-4-3 la scelta di Inzaghi con Marchetti, De Vrij, Radu, Basta,Bastos, Parolo, Biglia, Lukaku, Felipe Anderson, Lulic ed il nuovo arrivo Immobile.
Allegri sceglie il fidato 3-5-2 con Buffon, Barzagli, Benatia (assente giustificato Bonucci per i noti problemi di salute del figlio), Chiellini,Dani Alves, Pjanic al debutto, KhediraAsamoah,Evrà,Dybala, Mandzukic.
Si rivede quindi nella Lazio Felipe Anderson mentre nella Juventus esordisce Pjanic e il Pipita Higuain parte ancora dalla panchina.
Sotto gli highlights della partita di Bergamo della Lazio commentati dal tifoso De Angelis.

Calciomercato 26/08/16 Inter Juve Sassuolo

Incredibili sviluppi nell'ultimo weekend di calciomercato: dopo tanto parlare del doppio colpo in arrivo per la Juventus, Matuidi più Cuadrado, è invece l'Inter a piazzarlo con Juao Mario più Gabigol ed a lasciare la vecchia signora col cerino in mano.
Dopo che si era parlato e straparlato di operazione fatta e chiusa ( Mediaset cit.) o in definizione che dir si  voglia per Matuidi alla Juve e Cuadrado ormai sul volo per Torino, arrivano in serata le dichiarazioni  del proprietario del PSG Nasser Al Khelaifi che dichiara il prossimo rinnovo di Matuidi, inoltre la questione Cuadrado non si sblocca, ed a pochi giorni dalla chiusura del mercato la Juventus deve registrare uno stop sulle trattative in chiusura e cercare in poco tempo di chiudere per altri obbiettivi, sembra di ricordare l'anno scorso con la telenovela Draxler sfumato all'ultimo e poi lo sciagurato arrivo di Hernanes all'ultimo minuto e quest'anno già in uscita e fuori lista Champions.
Ben altro morale in casa Inter dove si profila il doppio colpo per un totale di circa 70 milioni; Juao Mario per 45 ( da definire in quanti esercizi) e Gabigol per 25.
 Il difensore del Porto arriva dopo essersi fatto ben conoscere al recente Europeo che lo ha consacrato con la maglia campione d'Europa, mentre Gabigol , arrivato ieri a Milano, arriverebbe alla corte di De Boer già sembra dalla prossima settimana, nonostante le dichiarazioni precedenti di voler finire il campionato brasiliano con il Santos.
A lungo inseguito anche dalla Juve e sembra anche da altre squadre, più o meno in questi mesi è stato accostato a tutte le big, sembra una bella vittoria morale per l'Inter.
Nonostante il Fair Play finanziario che sempre guarda torvo verso i nerazzurri, e  non aver ancora definito il doppio colpo in uscita (Jovetic sembra al ritorno a Firenze, Brozovic è in uscita ma non si sa bene verso che direzione) è quindi l'Inter a diventare la reginetta del mercato di questa settimana, si attendono risposte da Torino.
Ultima voce, che riportiamo solo perché sembra incredibile e probabilmente lo è, una richiesta del Sassuolo per avere Pjaca dalla Juve, sembra di difficile concretizzazione dopo il recente oneroso acquisto e gli apprezzamenti di Allegri.
Conosciamo meglio i nuovi nomi per l'Inter con i video seguenti.



Europa League Red Star Sassuolo 1-1 Highlights 25/08/16

Impresa del Sassuolo ieri che si qualifica alla fase a gironi di Europa league, un buon pareggio 1-1 a Belgrado dopo che in casa aveva trionfato 3-0 al Mapei Stadium.
La formazione di De Francesco ormai si è imposta come una solida realtà in campionato e comincerà a portare il nome della cittadina di 40.000 abitanti in Europa.
Il neo arrivato Matri sfiora il gol al 13', palo per lui ma al 28' va ancora in gol Berardi, 5 gol nelle prime 5 gare ufficiali, quindi indolore è il pareggio di Katai al 54' dopo la maxi vittoria dell'andata.
Sorteggiati oggi i gironi il Sassuolo dovrà vedersela con Athletic Bilbao il 15 settembre, il 29 settembre con il Genk ed il 20 ottobre con il Rapid Vienna.
Dal 3 novembre le partite di ritorno con in casa il Rapid Vienna, il 24 novembre a Bilbao e l'8 dicembre in casa con il Genk.
Auguri quindi ai neroverdi per un buona prima e storica competizione europea.
Sotto gli highlights della partita di ieri.

Sorteggi Europa League Roma Inter Fiorentina Sassuolo

Archiviati ieri sera i sorteggi di Champions è toccato oggi all'Europa League, interessate ben quattro italiane : la Roma, dopo la mancata qualificazione nei gironi di Champions a causa della sconfitta contro il Porto, l'Inter, la Fiorentina e l'outsider Sassuolo, alla sua prima partecipazione.
Al termine dell'estrazione questi i gironi estratti:
Nel girone E la Roma, ripescata in Europa league dopo la sconfitta con il Porto, incontrerà il Viktoria Plzen, l'Austria Vienna e l'Aastra Giurgiu.
Nel girone F il Sassuolo se la vedrà con il prestigioso Athletic Bilbao, il Genk ed il Rapid Vienna.
Nel girone J la Fiorentina pesca il Paok Salonicco, lo Slovan Liberec ed il Qarabag.
L'Inter nel girone K trova lo Sparta Praga, il Southampton e l'Hapoel Beer Sheva.
A parte il Sassuolo che incontrerà un girone spinoso per il resto delle italiane si può considerare un sorteggio benevolo, dal 15 settembre iniziano le gare quindi tanti auguri alle italiane che possano alzare il ranking nazionale dopo tante edizioni non da protagoniste.
Sotto il tabellone completo.

Sorteggi Europa League Roma Inter Fiorentina Sassuolo

Sorteggi Champions league 2016 Juventus Napoli

Ottimo sorteggio per il Napoli mentre la Juventus dovrà impegnarsi un poco di più.
Sempre emozionante il sorteggio: sul palco si alternano Seedorf, Henry, Van Nistelrooy e Roberto Carlos.
L'ex bianconero Ian Rush piazza la Juve , in prima fascia, nel gruppo H ed il Napoli , nella seconda fascia, nel gruppo B.
La Juventus quindi affronterà il Siviglia, il Lione e la Dinamo Zagabria, dalla quale ha appena preso il giovane Pjaca.
Il Napoli affronterà il Benfica, in testa al girone, la Dinamo Kiev ed il Besiktas.
Tutto sommato un sorteggio abbastanza benevolo, soprattutto per il Napoli che evita avversari ben più temibili, mentre la Juventus dovrà riaffrontare il Siviglia, arrivato settimo nella scorsa Liga, che ha sconfitto lo scorso anno i bianconeri costringendoli al secondo posto nel girone.
Dal 13 settembre inizieranno i gironi e inizieranno le emozioni europee per le uniche due rappresentanti italiane dopo la drammatica uscita della Roma dalla competizione.
Di seguito il tabellone completo



Calciomercato Juventus Matuidi Cuadrado Zaza Gabigol

Si! No! anzi forse!
A una settimana dalla chiusura del calciomercato a sentire le notizie sembra di essere al mercato degli obei obei, volano i milioni come fossero bruscolini e le voci di ieri sono smentite oggi per poi essere riconfermate domani.
Matuidi no, poi forse ....fatto sicuro....ci vuole Raiola...ne vogliono 40 poi 35 poi 30...la Juve ne offre 30...poi 25...poi 22,5 più bonus ( ma come fanno ad avere le cifre con i decimali compresi..han telefonato a Marotta?) il francese piace e serve ma gli anni passati hanno insegnato che il buon Beppe non fa follie l'ultima settimana : o viene a prezzo ragionevole o resta dove stà.
Cuadrado no perché Conte non vuole....poi è già a Torino....no però stà arrivando...è saltato tutto...anche qui le fonti sono sicurissime, il giocatore piace ma non da rischiare di trovarselo sulla groppa l'anno prossimo e solo a cifre ragionevoli, visto che il buon Antonio lo mette solo in tribuna che se lo terrebbe a fare?
Zaza va in Inghilterra...anzi no al Milan....no meglio il Napoli....però la Juve non vuole darglielo e quindi gli rimane solo la perfida Albione...fatto è che Marotta non fa mai questioni di principio ma di organico e di soldi, ormai Zaza troverebbe poco spazio visto che già farà fatica a trovarlo Mandzukic, quindi alla giusta cifra il ragazzo parte, se in Inghilterra meglio...se nò anche a Napoli magari con la soddisfazione di far rimangiare la parola ad un certo mago del cinema.
Infine lo sconosciutissimo fino a poco fa Gabigol....giovane emergente brasiliano, nuovo Ronaldo ( il fenomeno....che probabilmente si è anche offeso)...lo vuole la Juve e sta già arrivando ....ma no va all'Inter sicuro  ( che sempre si trova facilmente in tutte le trattative visto che i cinesi sono pieni di soldi e spenderanno di sicuro) e vai con 30 sacchi sul piatto da Milano...ma poi prima bisogna vendere...Brozovic mai alla Juve ..sì ma poi chi se lo piglia?...poi lo vuole il Real....poi il Barcellona....e Trump nella suo staff per la presidenza no? Insomma sto ragazzino non ha ancora dimostrato niente di che, ha promesso al Santos di finire il campionato a dicembre e quindi siamo alla fuffa più pura?
Insomma tutto certissimo e già fatto ....ma il gran show si avrà giovedì ai sorteggi di Champions di Montecarlo : a casa Raiola si incontreranno tutti quelli che contano...mancherà la Roma che con la sua uscita dalla Champions ha regalato a Marotta qualche fondo in più di market share, quindi a meno che Beppe non decida di fare quello che faremmo tutti noi a Montecarlo con qualche milione in mano, non nostro tra l'altro,....forse arriverà il regalino per Allegri.
Appuntamento nel principato quindi! Altro giro altro regalo!
Roma Porto 0-3 preliminari Champions league


Crolla la Roma con il Porto al ritorno del preliminare di Champions league e dice addio alla massima competizione europea, subendo lo 0-3 in casa.
Partita subito in salita : già al 7' i giallorossi sono in svantaggio con un colpo di testa di Felipe su calcio d'angolo. La reazione della Roma è lenta ed imprecisa ed il gioco duro e falloso, i portoghesi ricorrono al fallo sistematico e si beccano due cartellini gialli con Herrera e Otavio.
Al 39' il dramma: intervento a piede a martello di De Rossi su Maxi Pereira e conseguente espulsione, la Roma già in svantaggio è ora anche in 10.
Spalletti sostituisce Paredes con Emerson per riequilibrare la squadra ma la situazione è critica, il primo tempo si chiude sul 0-1 per il Porto.
Subito al 50' saltano in nervi e possiamo dire che si chiude qui la partita; il neo entrato Emerson interviene in maniera scomposta su Corona e scatta il secondo rosso, Roma in 9!
Al 73' e 75' il crollo; Porto in gol con Layun e Corona, si chiude quindi sul 0-3 e passa il Porto, Roma eliminata.
Sotto il video degli highlights.

Roma Porto preliminari Champions formazioni

A poche ore dal calcio d'inizio della decisiva sfida con il Porto, stasera alle 20.45, possiamo dare la probabile formazione scelta da Spalletti per giocarsi l'ingresso alla fase a gironi di Champions league.
La formazione scelta, a meno di sorprese, dovrebbe essere la seguente;
Szczesny, Bruno Peres, Manolas, Juan Jesus, Emerson, Strootman, De Rossi, Nainggolan, Salah, Perotti, Dzeko.
La Roma è leggermente favorita dall'1-1 dell'andata fuori casa, ma il vantaggio è minimo e sarà chiamata al massimo impegno.
Fondamentale il passaggio del turno anche per l'incasso dei diritti Champions ed infatti già domani è fissato un vertice di mercato tra Spalletti e la dirigenza il cui esito dipenderà molto dalla sfida di stasera.
Sotto la conferenza stampa prepartita.

Roma Porto, le probabili formazioni

Roma Porto preliminari Champions

Stasera il ritorno per la Roma di Spalletti della doppia sfida del preliminare di Champions League contro il Porto, sfida che decide la stagione dei giallorossi in Europa, fondamentale per la squadra capitolina far tesoro dell'1-1 dell'andata fuori casa che consente anche di pareggiare e passare il turno.
Ovviamente di tutt'altro tono le dichiarazioni dell'andata con Strootman che dichiara esplicitamente "non giocheremo per il pareggio" e Spalletti conferma di non voler far calcoli, saranno però out Florenzi e Torosidis.
Sappiamo tutti quanto siano fondamentali gli incassi derivanti dalla qualificazione di Champions per il mercato di quest'ultima settimana e la qualificazione ai gironi porterebbe a Roma qualche rinforzo per la banda di Spalletti.
Di seguito gli highlights della partita di andata commentati da Pierluigi Pardo.

Calciomercato Juventus Lichtsteiner in uscita

Futuro in dubbio per Stephan Lichtsteiner, l'assoluto padrone della fascia destra della Juventus sembra aver perso la corona dopo l'arrivo di Dani Alves e le voci di un ritorno di Cuadrado lo preoccupano ancora di più, sembra quindi che l'esterno della Juventus si stia guardando in giro per una nuova sistemazione.
Si moltiplicano infatti le voci di un suo possibile trasferimento nell'ultima settimana di calciomercato e quella più insistente porta al Borussia Dortmund, pronta a spendere circa 12 milioni di euro per lo svizzero.
Arrivato nel 2011 a Torino per 10 milioni di Euro è stato assoluto protagonista degli ultimi 5 scudetti consecutivi e gli è stato recentemente riconosciuto il premio per il miglior gol dell'ultima Champions League : premiato il suo gol del pareggio contro il Borussia Mönchengladbach .
Ricordiamo sotto le sue migliori azioni dell'anno passato in attesa di conoscere il suo futuro.

Marotta ultima settimana per il calciomercato Juve

Archiviata la prima giornata di Serie A 2016/17 rimangono ancora da definire le ultime questioni di calciomercato, rimane ormai poco più di una settimana ed il desiderato erede di Pogbà non sembra ancora all'orizzonte: e se alla fine non arrivasse nessuno?
Ormai tutti sanno di un probabile addio di Zaza e dell'altrettanto probabile ritorno di Cuadrado ma la sensazione di tutti è che almeno un rincalzo a centrocampo serva, visto che Marchisio tornerà non si sa bene quando, ma sicuramente non a breve e non si sa in che condizioni, Pogbà è appunto partito e Khedira non dà garanzie fisiche. Vero è che Asamoah sembra ritrovato e Leminà pare dare più garanzie dell'anno scorso, ma per l'obbiettivo Champions un rinforzo servirebbe.
Witsel sembra essere un discorso rimandato a gennaio o all'anno prossimo visto che il giocatore è in scadenza e non si vogliono accontentare le richieste dello Zenit, quindi la voce più concreta è quella dell'interesse per Matuidi del Paris Saint Germain.
La squadra francese non sembra però cederlo volentieri e sicuramente non ha bisogno di soldi, la richiesta è alta: 40 milioni! Unica speranza per un suo arrivo a Torino entro questi ultimi giorni è che il buon Raiola, dopo aver piazzato Pogbà, riesca ad intavolare una mediazione con i francesi per una cifra più ragionevole.
Mancano pochi giorni, si spera che Marotta  non consegni ad Allegri una squadra incompleta, il più è fatto manca solo la ciliegina sulla torta, dai Beppe!

Chievo Inter 2-0 Serie A highlights

Inizia nel peggiore dei modi la stagione dell'Inter guida dal neo-tecnico De Boer, una pesante sconfitta 2-0 contro il Chievo Verona alla prima di campionato.
Succede ben poco nel primo tempo, a parte un bel tiro di Eder ben parato da Sorrentino, che si conclude 0-0 senza grosse emozioni, ma nella ripresa la partita prende subito le parti della squadra di casa.
Al 49' Birsa va in rete con un buon tiro da centro area su assist di Cacciatore, la reazione dell'Inter non riesce a concretizzarsi e la partita diventa anche maschia con parecchi falli.
Addirittura all'81esimo minuto è il Chievo a trovare il raddoppio ancora con un bel destro da fuori area di Birsa, assoluto protagonista della partita.
Si conclude quindi 2-0 per il Chievo Verona la sfida, come potete vedere nel video degli highlights seguente.


Milan - Torino 3-2 Bacca

















Allo Stadio Giuseppe Meazza di Milano, il Milan batte il Torino 3-2 al termine di un incontro combattuto da entrambe le formazioni sino all'ultimo secondo. 
La sfida tra Montella e Mihailovic, all'esordio stagionale sulle rispettive panchine, si conclude a favore del tecnico rossonero grazie ad una straordinaria prestazione di Bacca, autore di tutte e tre le reti dei padroni di casa. 
Per i granata, sono invece andati a segno Bellotti e Baselli, lo stesso Bellotti poi, al 96' ha sprecato la più clamorosa delle occasioni per riportare il Torino in parità, facendosi parare un calcio di rigore da Donnarumma
A seguire il video delle highlights con la Telecronaca di Carlo Pellegatti.

Pescara Napoli 2-2 Serie A highlights

Inizia con un deludente pareggio la stagione di Serie A del Napoli post Higuain con il Pescara neopromosso.
Addirittura viene a trovarsi in svantaggio dopo soli 8 minuti quando Benali piazza di destro un bel passaggio filtrante di Verre. La reazione del Napoli non e' incisiva ed al 35' si trova addirittura in svantaggio di due reti quando Caprari insacca un bel sinistro su assist di Zampano.
Al 53' Sarri sostituisce Insigne con Mertens ed è la mossa che cambia la partita: al 60' trova subito il gol su assist di Valdifiori e poi raddoppia al 63' con un bel tiro di destro da centro area.
Succede poco altro e la partita si chiude sul 2-2.
Di seguito i video dei goal commentati da Auriemma.

Milan-Torino 3-2 Tiziano Crudeli Direttastadio

Il Milan, grazie ad una tripletta di Bacca, ha la meglio su di un ostico Torino al termine di una partita vibrante e ricca di emozioni che si conclude con il risultato di 3-2 per gli uomini di Montella. Negli studi di Direttastadio 7Gold, Tiziano Crudeli, commenta le azioni salienti della partita rischiando l'infarto ma ci regala come al solito un pomeriggio ricco di entusiasmo e simpatia. A seguire due video della popolare trasmissione Direttastadio con il meglio di Tiziano Crudeli.



Milan Torino 3-2 Highlights

Il Milan di Montella porta a casa i 3 punti all'esordio con il Torino di di Mihajlovic, decisiva la prova di Carlos Bacca che si porta a casa il pallone grazie alla tripletta segnata oggi.
Il colombiano, a lungo nella lista di partenza del calciomercato e poi rimasto a Milano, inizia il suo show al 38' quando insacca con un preciso colpo di testa un cross di Abate.
Al 48' della ripresa pareggia Belotti per il Torino su assist di Molinaro, ma al 50' Bacca ripristina le distanze insaccando di sinistro su assist di Niang ed al 61' completa l'opera trasformando il rigore per l'atterramento di Bonaventura da parte di Obi.
Sembra tutto finito ma ora il Milan rischia lo psicodramma quando al 91', in pieno recupero, subisce la rete di Baselli e ad 94' viene concesso il rigore al Torino e l'espulsione di Paletta.
Incredibilmente si potrebbe arrivare al pareggio ma Belotti si fa parare il rigore decisivo, finisce quindi 3-2 per il Milan che si porta in testa alla classifica insieme a Roma e Juventus.
Di seguto gli highlights della partita.

Roma Udinese 4-0 Serie A

Nella prima partita della serie A 2016-17 la Roma di Spalletti travolge l'Udinese di Iachini 4-0.
Dopo il buon pareggio con il Porto nei preliminari di Champions league la Roma si tuffa nel campionato dando una dimostrazione di forza contro l'Udinese, con Totti al suo ultimo anno ancora partente dalla panchina i giallorossi iniziano con un primo tempo che rivela un po' di ruggine, infatti l'Udinese ben organizzata regge bene fino al 65', quando Danilo scivola addosso a Dzeko, finalmente in serata positiva, e l'arbitro concede il rigore trasformato poi da Perotti, entrato al 57' al posto di uno spento El Shaarawy.
Altro calcio di rigore per la Roma al 75' ed ancora Perotti trasforma dopo che Badu aveva steso Salah lanciato a rete.
All'82' finalmente la rete di Dzeko che insacca su assist di Naingollan.
All'84' ancora Roma a segno con Salah ben servito da Perotti che ha letteralmente cambiato la partita.
Finisce quindi 4-0 e la Roma guadagna i primi 3 punti di questa stagione.
Di seguito gli highlights commentati da Carlo Zampa.

Juventus- Fiorentina 2-1 Gol Higuain
La Juventus parte con il piede giusto e si impone per 2-1 su una Fiorentina che, a parte il gol del temporaneo pareggio di Kalinic, non riesce mai ad impensierire la retroguardia bianconera. Gli uomini di Allegri, partono con il piede pigiato sull'accelleratore e sin dalle prime battute costringono i viola nella loro metà campo con un pressing alto che mette in difficoltà gli uomini di Paulo Sosa, incapaci di produrre una azione degna di nota durante tutto l'arco dei 90 minuti. Il gol del vantaggio bianconero, arriva al 37' grazie ad un perentorio colpo di testa di Khedira, servito splendidamente da Chiellini. Dopo il vantaggio, nonostante il netto predominio e le numerose occasioni create, i padroni di casa non riescono ad infierire il colpo del k.o. e al 70', complice una distrazione di Alex Sandro, i viola pareggiano i conti con un colpo di testa di Kalinic da distanza ravvicinata su azione da calcio d'angolo. La reazione degli uomini di Allegri è rabbiosa e nel giro di 5' si portano nuovamente in vantaggio con Gonzalo Higuain pronto a ribadire in rete da pochi passi, una conclusione di Khedira deviata da un difensore. Il centravanti bianconero, entrato in campo in sostituzione di Mandzukic al 66', impiega soltanto 9' minuti per far capire a tutti di che pasta è fatto, facendo letteralmente esplodere lo Juventus Stadium con una zampata da autentico bomber che a molti tifosi bianconeri ha fatto tornare in mente i gol di David Trezeguet, l'ultimo autentico rapace dell'area di rigore che prima di Higuain ha vestito la maglia bianconera. A seguire le Highlights della partita con la telecronaca di Antonio Paolino che all'esordio ai microfoni di Mediaset regala ai suoi numerosi ammiratori il meglio del suo repertorio.
Juventus Fiorentina 2-1 prima campionato

Risultato pieno all'esordio in campionato per la Juventus che batte la Fiorentina allo stadium grazie ai gol di Khedira e Higuain.
Buona partita sopratutto nel primo dei campioni d'Italia che schiacciano la Fiorentina nella propria meta' campo, anche se manca ancora concretezza. Nonostante il rigore non concesso su tocco di mano larga di Astori i bianconeri sbloccano la partita grazie ad un preciso colpo di testa di Khedira al 37' su cross di Chiellini e chiudono il primo tempo in vantaggio.
Alla ripresa sempre possesso palla a favore della Juventus con occasioni sfumate in piu' momenti ma alla prima occasione la Fiorentina trova il pareggio con Kalinic al 70' sul primo angolo per la viola.
Ottima l'intesa tra Dybala e Dani Alves e un ritrovato Asamoah...ma poca concretezza.
Ci pensa al 75' Higuain a rimettere a posto il risultato, con un gran tocco al volo dopo un rimpallo della difesa viola su tiro di Khedira, decisamente uno dei più positivi.
Da registrare nel finale due bei tiri di Leminà sventati da Tatarusanu.
Finisce quindi 2-1 per la Juventus che aggancia la Roma a 3 punti.
Di seguito gli highlights.


Marotta dichiarazioni calciomercato Juventus

Tanti i nomi degli ultimi giorni, ma dopo una partenza sprint, come uso della Juventus, con l'arrivo di Pjanic, Pjaca, Benatia e Higuain sembra ancora in alto mare la situazione del centrocampo.
Mentre sembra finalmente al ritorno Cuadrado, nonostante la cessione di Pogbà, la lungodegenza di Marchisio e i noti altalenanti problemi di Khedira, semba di rivivere il periodo di fine mercato scorso quando dopo le mille voci su Draxler, poi esploso definitivamente questa estate con la nazionale tedesca, arrivo' il mai convincente e di difficile cessione Hernanes.
Con la mancata cessione di Zaza al Wolfsburg, che ha trovato l'accordo col giocatore ma ha poi inviato alla Juventus un'offerta al ribasso inaccettabile, il tesoretto per il centrocampo sembra derivare dal riscatto di Coman, 21-22 mln, e la vendita di Pereyra, sui 15 mln.
A poche ore dall'inizio del campionato i nomi sulla carta sono sempre quelli di Witsel e Matuidi, sembra invece escluso il tanto chiacchierato Brozovic a seguito delle dichiarazioni del dirigente Juventino.
Altri nomi sembrano improbabili e privi , al momento di fondamento.
Speriamo quindi che  il "monitorare le occasioni" si trasformi in qualcosa di concreto al piu' presto, visto che l'arrivo di uno straniero passa poi per un inevitabile ambientamento sempre tenuto in conto da Allegri, che l'anno scorso aveva fatto pagare pegno persino a Dybala.
Beppe fai presto! ma soprattutto niente rincalzi last time ma un vero campione utile alla causa Champions!

Maximiliano Pereyra al Watford dalla Juventus

Ore decisive per l'addio di Pereyra : la Juventus sembra propensa ad accettare l'offerta del Watford di 15 milioni e addirittura si parla di visite mediche nelle prossime ore.
Il centrocampista, arrivato dall'Udinese nel 2014, sembra pronto quindi a tornare alle dipendenze della famiglia Pozzo, visto che il Watford è la squadra satellite del team friulano.
Dopo 68 presenze e 6 gol e numerosi infortuni nell'ultima stagione, si avvicina quindi un'altro addio per il centrocampo della Juventus, dopo quello di Pogba' e Padoin, resta invece molto confusa la situazione in entrata con i soliti nomi di Witsel, Sissoko,Matuidi a cui si sono aggiunte nelle ultime ore voci su Diawara,Isco e Fabregas.
I tifosi della Juventus sperano di avere almeno un rinforzo a centrocampo quanto prima, memori dell'operazione last minute Hernanes, che non ha mai realmente inciso sulla squadra.


Calciomercato Zaza al Wolfsburg

Presto un addio eccellente in casa Juve, sembra sempre piu' imminente il trasferimento di Simone Zaza dalla Juventus al Wolfsburg, il giocatore ha visitato la squadra tedesca questo weekend e ora ha ottenuto 48 ore di permesso dalla Juventus che sembra invitare al trasferimento.
Ormai Zaza con l'arrivo di Pjaca sarebbe la quinta scelta di Allegri e quindi valuta con interesse la proposta tedesca di 3.5 milioni a salire, anche se preferirebbe rimanere in Italia.
Sembra quindi che le prossime ore saranno decisive per il giocatore ormai non piu' tra i preferiti di Allegri, alla Juventus una cifra intorno ai 25 milioni piu' bonus.
Dopo solo un anno alla Juventus sembra quindi che Zaza debba imparare il tedesco.

Friburgo Milan goal Luiz Adriano

E' Luiz Adriano il mattatore dell'ultima amichevole del Milan in vista dell'inizio del campionato, con due goal decide il risultato già' nel primo tempo.
Il Milan, pur privo di diversi elementi tra cui il nuovo acquisto Lapadula, soffre un poco l'inizio veemente del Friburgo ma al 39 trova il goal; lancio di Bonaventura,assist di Honda e tocco decisivo di Luiz Adriano.
Poco dopo il Milan va vicino al raddoppio con Kucka ma il fuorigioco di Paletta annulla l'azione.
Subito dopo errore di Bulut che sbaglia il retropassaggio, interviene Luiz Adriano a rubare il pallone che poi va a segno con un preciso tiro di destro.
Ci sarebbe poi anche un rigore con Gulde che atterra Bonaventura ma l'arbitro non interviene.
Finisce quindi positivamente la prova pre-campionato che lascia ben sperare i tifosi.
Di seguito gli highlighs della partita.

La Juventus pareggia l'amichevole pre campionato al Braglia di Modena, nel primo tempo, a seguito di una sfortunata pallonata che mette fuori causa Chiellini, si libera bene Baptistao e segna l'1-0 per l'Espanyol, La Juventus fa la partita ma anche a causa di un pò di sfortuna, palo di Mandzukic, non riesce a pareggiare. Poi entra in cattedra il solito Dybala e con un preciso cross lancia l'azione che porta al pareggio: Asamoah riceve e serve Mandzukic per l'1-1. Dybala si rende diverse volte pericoloso e viene steso con le cattive dai giocatori dell'Espanyol, ammonito ed espulso Sanchez e poi ammonito Duarte che stendono il giocatore della Juventus.
Uno svarione di Alex Sandro porta poi addirittura al 2-1 per l'Espanyol, difesa ancora da registrare in vista dell'impegnativo match di inizio campionato con la Fiorentina. Addirittura la squadra spagnola rischia di sengnare ancora ma para bene Neto facendosi trovare pronto.
Poi si accende Dybala con il suo magico sinistro che insacca sotto l'incrocio, 2-2 meritato.
Segue poco altro, Higuain titolare ma ancora poco nella manovra e non incisivo.
Servirà altro impegno all'inizio del campionato dopo il faraonico mercato e sempre in attesa del centrocampista che sostituisca Pogba ormai oltremanica.
Appuntamento alla prima di campionato sperando di vedere una Juve più cinica, di seguito gli highlights in italiano.



Juventus Espanyol highlights Zambruno

Ieri sera la Juventus pareggia 2-2 l'ultima amichevole con l'Espanyol di Barcellona in vista dell'inizio del campionato, di seguito la telecronaca del tifoso Zambruno.