agosto 2017
telecronisti tifosi, Inter, Roma, Filippo Tramontana, Direttastadio,

Pazza Inter all'Olimpico ma con il sorriso finale: subisce il gol di Dzeko, tre pali della Roma ed un probabile rigore su Perotti non concesso, ma alla fine grazie al solito Icardi, sempre più infallibile in area ed al gol di Vecino ne esce vincente per tre punti importanti contro una concorrente diretta per le prime posizioni del campionato.
Tanta sofferenza nel primo tempo ma la Roma pur creando non trova mai il colpo del KO e quando i giallorossi si rasegnano a cercare di gestire il vantaggio, anche per un calo fisico dopo le tante energie spese vanamente, ecco che l'Inter si sveglia e segna la tripletta che vale la vittoria.
Sofferenza e tanta tensione per una buona parte di partita anche per il telecronista tifoso Filippo Tramontana nella popolare trasmissione Direttastadio che finalmente può esplodere ai gol di Icardi che con due belle girate in area porta in vantaggio ai nerazzurri seguito poi dal gol di Vecino che chiude la partita come possiamo vedere nel video sotto.
Cura Spalletti per ora positiva e Tramontana insieme a tutti i nerazzurri possono godersi una pausa in testa alla classifica pur avendo sfidato due buone squadre come Fiorentina e Roma mentre le concorrenti hanno sicuramente avuto un'inizio più morbido.

Roma Inter 1-3: il commento ai gol di Zampa

Roma sfortunata con l'Inter: nonostante il gol iniziale di un freddo Dzeko in area ed ai ben tre pali, perde 1-3 in casa contro l'Inter, risultato sicuramente bugiardo per quanto visto in campo ma che alla fine premia la squadra più concreta ed anche l'Inter può dirsi fortunata per la non concessione di un rigore su Perotti che sembra netto ma l'arbirto non consulta la Var.
Sicuramente la Roma ha le sue colpe: i tre pali, per quanto siano questione di centimetri, sono comunque errori e l'azione della Roma in contropiede parte spesso da troppo lontano con un dispendio di energie pagate nel finale dove ad Icardi è stato permesso di girarsi ben due volte in area troppo comodamente, bravo lui ma la difesa doveva morderlo un poco di più.
Si fa sentire anche l'assenza di un vice Salah con la fascia destra poco pericolosa e qui vedremo se questi ultimi giorni di mercato regaleranno il rinforzo tanto atteso.
Gioia iniziale e sofferenza finale per il telecronista tifoso Carlo Zampa che vive la beffa di un risultato duro che i giallorossi non meritavano come possiamo vedere nel video dei gol seguenti, premio forse troppo generoso per un'Inter bella solo nei 30 minuti finali ma nel calcio vince chi fa gol.


Genoa è sicuramente un campo ostico per la Juventus ed anche questa volta le difficoltà non sono mancate: sotto 2-0 dopo appena 7 minuti ma quest'anno la Juventus dimostra il carattere e ribalta la situazione con un super Dybala per il 2-4 finale.
Allegri manda in campo la formazione titolare dell'anno scorso anche se si vede che Pjanic è piuttosto indolente, Khedira fuori condizione passeggia in campo e Cuadrado è il solito pasticcione con tanta corsa ma tanti errori; in difesa poi la fiera degli orrori prima con Laxalt, il migliore dei rossoblu ed elemento da tenere sottocchio, che al primo sorpassa facilmente Alex Sandro ancora in pantofole e lascia partire un tiro che viene prima deviato da Chiellini e poi deviato alle spalle di Buffon da un Pjanic in corsa, è l'1-0 già dopo pochi istanti ed i fantasmi dell'incontro dell'anno passato si riaffacciano.
Dopo pochi minuti ecco il 2-0 per il Genoa con un contrasto di Rugani alle spalle di Galabinov che ricorda molto quello di Alex Sandro nella partita scorsa e rigore assegnato grazie alla Var che lo stesso giocatore del Genoa trasforma: vero che Galabinov era in leggero fuorigioco al momento del passaggio e vero che con la Var si poteva vedere anche questo ma due piedi pestati in area in due partite sono da evitare, Rugani uno dei peggiori ieri e ci si agura che cresca ora che è titolare per dimostrare di essere da Juventus.
Il Genoa è una buona squadra ben messa in campo da Juric con manovra corale ed un Laxalt devastante ma questa volta i bianconeri reagiscono grazie al loro nuovo numero 10 che sfiora il gol in più occasioni e poi lo trova prima ribattendo in area di precisione al 14esimo e poi su rigore per una parata di mano in area concessa dalla Var a fine primo tempo: 2-2 prima frazione e la partita ricomincia, Dybala uomo partita.
Nella ripresa, anche se con qualche rischio con Galabinov pericoloso di testa, la Juventus cerca la vittoria e trova il vantaggio con Cuadrado che finalmente, assist di Mandzukic sempre più prezioso in manovra ed in difesa che in attacco, fa vedere una buona azione personale e con un dribbling supera Laxalt in area e insacca il 2-3; era dagli ottavi con il Bayern che non faceva un gol così, tanto talento che deve trovare un miglior indirizzo.
Poi chiude la partita Dybala al 48esimo con una bella azione personale sulla sinistra ed un tiro di precisione sul palo corto: sua la partita ed il pallone per il 2-4 finale.
Risultato positivo per la Juventus soprattutto per come si era messa la partita ma tante cose da rivedere: gioco ancora approssimativo, Higuain fuori dal gioco e Khedira a passeggiare, dopo il gol del vantaggio Allegri che pensa più a difendere inserendo Barzagli terzino invece di un Costa o un Bernardeschi, implicitamente bocciando ancora De Sciglio quindi, e squadra che ha rischiato troppo con un Rugani che deve decisamente far vedere di meglio; meglio il centrocampo all'inserimento di Matuidi ( ma quanto corre?) e Betancour che promette bene, anche se quello era il momento in cui i rossoblù calavano fisicamente dopo lo sforzo iniziale.
Si spera che sia una lezione per il futuro e che la sosta permetta di trovare una miglior condizione a chi non è impegnato in nazionale come Higuain.
Sotto gli highlights dell'incredibile ed emozionante partita Genoa Juventus 2-4, anche se con la Var dovremo abituarci a qualche rigore in più.


Europa League, Milan, Austria Vienna, Rijeka, Aek Atene,

Buon sorteggio in Europa League per il Milan, favoritissimo nel suo gruppo che si compone dell'Austria Vienna, il Rijeka e l'Aek di Atene; tutte squadre abbordabilissime e sulla carta non si può nemmeno concepire come il Milan non possa passare primo del girone.
Analizziamo comunque le concorrenti dei rossoneri:

  • L'Austria Vienna è stata la quinta forza del campionato austriaco l'anno scorso, valore della rosa circa 20 milioni composta più che altro da giovani, la stella è forse l'attaccante Lucas Venuto brasiliano 22enne che però è infortunato a lungo termine e non dovrebbe rientrare per la conclusione dei gironi; qui il Milan dovrebbe far valere la maggior qualità della rosa e la maggiore esperienza.
  • Il Rijeka è stata la quarta forza dello scorso campionato croato, rosa che vale circa 22 milioni; anche qui rosa composta da tanti giovani e sappiamo come la Croazia sia sempre stata una fucina di talenti nel passato, non ci sono giocatori di rilievo ed anche qui il Milan non dovrebbe aver problemi.
  • L'Aek di Atene è diciamo la nobile decaduta del gruppo, quarta fascia pur essendo stata la seconda forza del campionato greco e con una rosa del valore di circa 30 milioni; i giocatori più noti sono Marko Livaia, già visto all'Inter, Empoli ed Atalanta, ed appena tornato dal prestito al Las Palmas, ed anche l'esperto Hugo Almeida già visto anche al Cesena; anche qui non ci dovrebbero essere problemi anche se forse è la sfida più interessante del girone.
Buona fortuna ai rossoneri per quest'attesissimo ritorno in Europa e vista la qualità delle squadre concorrenti si preannuncia un cammino lungo per gli uomini di Montella che ora guardano alla partita del 14 settembre in Austria che darà il via alla competizione, poi 28 settembre a Milano con il Rjieka, seguita il 19 ottobre sempre in casa con l'Aek; dopo il giro di boa si ricomincia il 2 novembre in Grecia per poi tornare in casa il 23 novembre con l'Austria Vienna e concludere il 7 dicembre in Croazia con il Rijeka.
Champions League, Napoli, Manchester City, Shakhtar Donetsk, Feyenoord,

Ottimo sorteggio per il Napoli nella fase a gironi di Champions League: evitate tutte le corazzate con il solo ostacolo del Manchester City che però negli ultimi anni non ha certo brillato nella competizione Europea.
Conosciamo comunque meglio le avversarie degli azzurri:

  • Il Manchester City di Guardiola è sicuramente l'avversaria più di nome, rosa del valore di più di 600 milioni con una rosa ricca di nomi importanti rafforzata da un mercato sontuoso: in porta l'esperto Bravo ed il neo arrivo Ederson; in difesa Stones, Otamendi ed il capitano Kompany inoltre arrivi importanti dal mercato con Mendy, Walker e Danilo dal Real; a centrocampo  Fernandinho, Tourè, Gundogan e le stelle Silva e De Bruyne; in attacco Sterling, Sanè, Aguero e Gabriel Jesus rafforzate dal neo arrivo Bernardo Silva dal Monaco. Se Guardiola riuscirà a far rendere questa rosa stellare sicuramente un'avversaria da rispettare per gli uomini di Sarri.
  • Lo Shakhtar Donetsk vicecampione ucraino ha una rosa che supera i 100 milioni , pochi i nomi di spicco se non in attacco dove la ricca colonia brasiliana comprende Marlos e Bernard, Dentinho ed Alan Patrick, oltre a Facundo Ferreyra. Squadra non temibile per gli azzurri che comunque dovranno imporre la loro superiorità con impegno ed attenzione.
  • Il Feyenoord 5° classificato in olanda è una squadra infarcita di giovani promettenti e neo arrivati senza nomi conosciuti a livello internazionale quindi sulla carta non si prevedono sorprese, il Napoli dovrà far valere la superiore qualità e contenere l'atletismo dei giovani olandesi.
Ampie possibilità quindi di passare il girone per gli azzurri di Sarri che già vedono al primo impegno il 13 settembre in trasferta con lo Shakhtar Donetsk, poi il 26 in casa con il Feyenoord ed in trasferta il 17 ottobre con il Manchester City che il primo novembre arriverà poi in Italia per il ritorno seguito il 21 novembre dallo Shakhtar sempre in casa e per concludere il 6 dicembre in Olanda contro il Feyenoord.
In bocca al lupo al Napoli quindi per questa nuova avventura europea che parte con i miglior auspici e tanto entusiasmo dei tifosi.



Sorteggio di Champions sicuramente non fortunatissimo per i giallorossi che trovano in prima fascia il Chelsea dell'ex CT Antonio Conte ed in seconda l'Atletico di Simeone, a completare poi il girone gli azeri del Qarabag.
Facciamo quindi l'esame degli avversari della Roma in questo girone:

  • Il Chelsea è la corazzata del girone con una rosa da più di 600 milioni con stelle del calibro di Courtois in porta, David Luiz in difesa insieme al neo arrivato proprio dalla Roma Rudiger, il capitano Gary Cahill, l'ex Fiorentina Marcos Alonso insieme alla stella Azpilicueta; a centrocampo Kantè e Fabregas insieme al neo arrivo dal Monaco Bakayoko; in attacco la stella Hazard, al momento infortunato ma dovrebbe recuperare, sulla sinistra con Willian a destra ed al centro la scelta tra Batshuayi ed il neo arrivo Morata, ex Juventus; ancora in rosa Diego Costa anche se in rotta con Conte. Una super rosa e qui ci vorrà il massimo impegno per i giallorossi.
  • L'Atletico di Simeone è una squadra rocciosa e molto fisica con cui è sempre difficile giocare: rosa da più di 500 milioni con Godin in difesa insieme all'ex viola Savic, Filipe Luis è infortunato inoltre ritroviamo l'ex Sassuolo Vrsaljko; a centrocampo Koke ed il capitano Gabi ; in attacco Carrasco, Vietto e l'inossidabile Torres oltre alla stella Griezmann, Gameiro è infortunato al momento. Una rosa molto importante e ben plasmata da Simeone che per ora non ha visto rinforzi dal mercato all'insegna della continuità.
  • Il Qarabag è la cenerentola del girone con una rosa di poco superiore ai 12 milioni, nessuna stella in particolare quindi sulla carta niente timori.
Sicuramente la Roma dovrà dare il suo meglio per rubare un posto ai gironi sulle favorite Chelsea e Atletico ma sul campo può capitare di tutto quindi impegno ed ottimismo: appuntamento al 12 settembre in casa contro l'Atletico, poi il 27 in trasferta col Qarabag per poi chiudere l'andata il 18 ottobre a Londra contro il Chelsea che arriverà poi a Roma il 31 ottobre per il ritorno, quindi il 22 novembre a Madrid contro l'Atletico e per finire il 5 dicembre nella capitale con il Qarabag.
In bocca al lupo ai giallorossi che dovranno sicuramente impegnarsi al massimo per superare questo girone di ferro come si augurano tutti i tifosi giallorossi.



Champions League, Juventus, Sporting, Olympiakos, Calendario

Si sono definiti quindi i gironi per la prima fase della Champions League ed alla Juventus campione d'Italia e finalista dello scorso anno è arrivato un sorteggio non facilissimo con il Barcellona come seconda fascia più Olympiakos e Sporting Portugal.
Esaminiamo quindi le squadre che i bianconeri dovranno incontrare per la qualificazione agli scontri diretti:

  • Il Barcellona lo conosciamo bene, ha una rosa importante con un valore di mercato che sfiora i 700 milioni e le cui stelle sono sicuramente Messi e Suarez, quest'ultimo però infortunato e che difficilmente recupererà in tempo per la prima sfida con la Juventus. E' partito Neymar e questa è una grave perdita mentre dal mercato sono arrivati Deulofeu, ex Milan, Paulinho, brasiliano 29enne, per il centrocampo e per la difesa il 23enne Semedo dal Benfica; nessun rinforzo di prima fascia quindi ma buoni giocatori in un'ossatura consolidata. Il colpo grosso sembra essere però in arrivo con Dembelè dal Borussia per ben 130 milioni, una promessa ventenne che gioca preferibilmente ala destra offensiva anche se per sostituire Neymar dovrà spostarsi a sinistra, non tanti gol per lui ma una buona quantità di assist quindi caratteristiche diverse da Neymar, più un giocatore al servizio di Messi e Suarez.
    C'è da ben sperare visto il risultato della Champions precedente e tutto sommato questo Barcellona non sembra rinforzato rispetto allo scorso anno con la grave perdita di Neymar.
  • L'Olympiakos campione di Grecia ha una rosa del valore di circa 80 milioni, senza particolari elementi di spicco, con la crisi greca che certo non permette grossi investimenti nel calcio; forse la stella è il 24enne Fortuonis, centrocampista offensivo del valore di circa 10 milioni, con un gol in Europa League l'anno scorso; certo la Juventus non può temere i greci.
  • Lo Sporting Pourtogal è un'avversario insidioso, pur essendo in quarta fascia: rosa da quasi 200 milioni e tanti buoni giocatori e volti conosciuti in Italia per i vicecampioni portoghesi; in porta Rui Patricio, in difesa l'ex Barcellona Mathieu e Fabio Coentrao più gli italiani Silva, Piccini e Schelotto. A centrocampo William Carvalho, una delle stelle della squadra che però al momento è infortunato, un'altro italiano come Battaglia e la stella Adrien Silva, capitano della squadra. In attacco Gelson Martins, Bas Dost e Doumbia in prestito dalla Roma. Una buona squadra che sicuramente non deve far paura ai bianconeri ma che richiederà attenzione e concentrazione.
La Juventus rimane quindi favorita per il passaggio, soprattutto visto il risultato con il Barcellona dell'edizione passata ma ci vorrà impegno ed attenzione, sperando di trovare un Higuain finalmente decisivo in Europa si potrà fare un lungo cammino in questa Champions League.
Le partite inizieranno il 13  settembre a Barcellona, poi il 28 a Torino con l'Olympiakos, il 19 ottobre ancora a Torino contro lo Sporting per poi riincontrarlo in Portogallo il 1 novembre, il 23 novembre a Torino contro il Barcellona e per chiudere il 6 dicembre in Grecia contro l'Olympiakos.
Buona fortuna ai bianconeri per una Champions sempre più fondamentale per tutti i tifosi!



telecronisti tifosi, Napoli, Nizza, Auriemma, Champions League,

Vittoria senza discussioni del Napoli anche a Nizza e Champions League conquistata a tutti i diritti: i gol di Callejon e Insigne, insieme ad un dominio del campo quasi totale, lasciano poche discussioni sul valore degli uomini di Sarri e ridimensionano la squadra francese.
Partita fatta dagli azzurri che si rendono pericolosi in tante occasioni ed il risultato poteva essere anche più ampio: subito Mertens, Insigne e Callejon impegnano la difesa avversaria e solo per caso il primo tempo si chiude a reti inviolate, il Nizza che dovendo recuperare il 2-0 precendente schiera il neo acquisto Sneijder e Balottelli rientrante da un'infortunio, raramente ha fatto vedere un'azione pericolosa.
Nel secondo tempo arriva subito il gol di Callejon dopo una bella triangolazione tra Insigne e Hamsik con lo spagnolo che riceve palla smarcatissimo sulla destra e non può sbagliare;dopo un'azione magica di Mertens ci sarebbe subito l'occasione per il 2-0 ma il palo salva i transalpini.
Il Napoli però dopo il gol arretra un poco ed il Nizza prova a tuffarsi in avanti anche se Balottelli non è in forma ed è troppo isolato; occasionissima per il pareggio al 83esimo su un passaggio sbagliato di Zielinski ma il tiro di Ganago è ben parato da Reina.
Chiude i discorsi poco dopo Insigne che controlla in area e tira di precisione per il 2-0 finale; al 90esimo traversa per il Nizza con Less-Melou che però non avrebbe comunque cambiato il discorso.
Serata di gioia per i tifosi del Napoli che pregustano una bella competizione europea ed anche per il telecronista tifoso Raffaele Auriemma che, come possiamo udire nel video sotto, celebra la vittoria dei suoi paladini in quel di Francia.


telecronisti tifosi, Direttastadio, Crotone, Milan, Seria A, Tiziano Crudeli,

Esordio positivo anche per il Milan di Montella nella Serie A 2017-18 con un perentorio 3-0 al Crotone: gara indirizzata già dopo  6 minuti quando l'arbitro concede il rigore su Cutrone per fallo di Ceccherini che viene anche espulso, dal dischetto Kessiè non sbaglia ed è subito vantaggio per i rossoneri che possono giocare il resto della partita con un'uomo in più, primo verdetto della VAR anche per i rossoneri.
Naturale che il Milan dilaghi ed infatti arrivano anche i gol di Cutrone, sempre più una nota positiva per Montella, al 18esimo anticipando tutti in area e poi Suso al 23esimo con un bel tiro dall sinistra dell'area di rigore.
Partita finita ed il Milan che può guardare al resto della partita solo per mettere minuti nelle gambe con il Crotone che abbozza qualche azione senza mai essere veramente pericoloso; serata tranquilla per Tiziano Crudeli che, nella popolare trasmissione Direttastadio, può gioire per l'esordio del nuovo Milan rinnovato e che guarda al futuro con pieno ottimismo.
Sotto il video del commento di Tiziano Crudeli alla vittoria del Milan sul Crotone per 3 reti a 0.



telecronisti tifosi, Filippo Tramontana, Seria A, Inter, Fiorentina,

Esordio più che positivo per i nerazzurri di Spalletti nella Serie A 2017-18: vittoria senza discussioni per 3-0 contro una Fiorentina che poco ha potuto contro la maggior qualità dell'Inter, Pioli d'altronde si ritrova con una squadra che ha venduto tanto e deve ancora fare una squadra dei giovani che hanno rimpiazzato l'ossatura dello scorso anno per la Fiorentina.
Tutto positivo invece per l'Inter che trova subito il gol su rigore di Icardi al 6', che si conquista lo stesso capitano nerazzurro; e poi il raddoppio dello stesso Icardi al 15' con un'inserimento per il colpo di testa che non lascia scampo a Sportiello
La reazione della Fiorentina porta ad una buona occasione per Simeone ma è bravo Handanovic, l'Inter sfiora il 3-0 in più occasioni ma anche la Fiorentina impegna Handanovic con Babacar e poi coglie un palo con Veretu.
Nel miglior momento viola arriva però il 3-0 definitivo di Perisic di testa in tuffo ed il risultato è ormai in cassaforte; serata di gioia ed emozioni positive per il telecronista tifoso Filippo Tramontana che registra l'ennesima buona prova della cura Spalletti per un'annata che lascia intravvedere buoni propositi per tutti i tifosi nerazzurri.
Sotto il video con il commento di Filippo Tramontana ai gol dell'Inter nella popolare trasmissione Direttastadio.


Calciomercato, Seria A, Roma, Juventus, Strootman,

A margine della presentazione di Kolarov il DG giallrosso Monchi è stato interpellato sulle presunte voci di un possibile trasferimento di Kevin Strootman alla Juventus: chiare le sue parole " Non abbiamo ricevuto nessuna offerta per Strootman e non siamo interessati a cederlo" chiudendo così ad ogni possibile interpretazione.
Era infatti girata la voce, da qualche giorno, di una presunta offerta bianconera da circa 30 milioni per il giocatore, che ha una clausola da 45 milioni valida a luglio e quindi scaduta, ma sarebbe singolare cederlo a 10 giorni dall'inizio del campionato con poche possibilità di sostituirlo in modo adeguato.
Strootman da quando ha recuperato dall'infortunio è stato uno dei protagonisti della buona annata della Roma con 4 gol e 8 assist in 33 presenze a cui si aggiungono 2 gol in Europa League; sembra quindi chiusa la possbilità di un trasferimento e forse la voce è stata solo alimentata dalla stampa alla ricerca di un nome da attribuire alla Juventus che sembra cercare un centrocampista da troppo tempo e arrivando ormai in un periodo in cui le squadre non hanno più possibilità di fare cessioni programmate mancando ormai poco all'inizio della stagione.
Voce quindi che chiude ogni possibilità e quindi il giocatore rimarrà giallorosso con tutta probabilità considerando anche il recente rinnovo fino al 2022.
Sotto un video con le migliori giocate di Kevin Strootman nell'ultima stagione con la Roma.


Entusiasmante presatazione del Napoli in amichevole contro l'Espanyol, ottava forza del campionato spangolo, con un 2-0 finale che poteva essere anche più largo; anche se è stata un'amichevole la gara lascia una buona impressione sulla condizione degli azzurri per il preliminare di Champions League contro il Nizza di Balotelli.
Sempre pericolosi Insigne, bravo negli inserimenti e che sfiora il vantaggio più volte, e Mertens che regala una magnifica punizione al 35esimo per il vantaggio degli azzurri; nel secondo tempo, dopo un bel tiro da fuori di Hamsik che Adria è bravo a respingere, il secondo gol del Napoli con Albiol di testa su assist di Callejon con la difesa dell'Espanyol colpevole a lasciare l'azzurro da solo.
Da segnalare anche un palo di Ounas, che ha fatto vedere qualche bella giocata e promette di dare soddisfazioni ai tifosi, ed una traversa di Rog per un risultato che poteva anche essere ben più largo.
Bel gioco quindi gol e poche sofferenze per una vittoria che lascia un buon sapore in bocca in attesa di impegni più significativi; per ora ecco un video con gli highlights della partita tra Napoli ed Espanyol.

Amichevoli, Seria A, Roma, Siviglia, Dzeko,

Sconfitta per la Roma nel trofeo Puerta contro il Siviglia, quarta forza del campionato spagnolo, con una prestazione che pur evidenziando vivacità e pressing ha lasciato parecchi dubbi sulla prestazione difensiva dei giallorossi e sulla poca fortuna in attacco.
Sicuramente la condizione atletica non è ancora al meglio e questo può far ben sperare per un miglioramento ed un po' di sfortuna sul palo di Bruno Peres su assit di Kolarov che poteva indirizzare altrimenti la partita; buone occasioni capitano ai giallorossi con Dzeko sempre l'uomo più pericoloso ma il risultato non si sblocca se non nel secondo tempo con il vantaggio del Siviglia al 74esimo con Escudero lesto ad inserirsi su assist di Nolito; la difesa della Roma qui appare sorpresa con il solo De Rossi a disturbare il tiro.
Al 90esimo il raddoppio del Siviglia con Nolito, assoluto protagonista, che ancora approfitta di una fascia destra troppo leggera e lascia partire un bel tiro sul primo palo che sorprende Alisson.
Gol della bandiera per Dzeko nei minuti di recupero con una bella azione personale e tiro da fuori preciso nell'angolo destro; il capitano di questa sera salva l'orgoglio ma per i giallorossi meccanismi ancora da registrare.
Nel video sotto gli highlights della partita con i gol del 2-1 tra Siviglia e Roma.

Calciomercato, Seria A, Juventus, Torino, Rincon,

Arrivato a gennaio dell'anno scorso come affare last minute Tomas Rincon non è mai riuscito a ritagliarsi il suo spazio nella Juventus e per lui sono sempre stati riservati pochi minuti a partita dove non ha impressionato la dirigenza bianconera.
Ovvio che entrambi considerano conlusa l'esperienza, sia la Juventus che il giocatore venezuelano, ma il suo destino non sembra muoversi da Torino: per lui previsto il cambio di casacca per vestire la maglia del Toro ed oggi ci dovrebbe essere l'incontro tra il suo agente e la dirigenza del Torino per definire ingaggio e lunghezza del contratto, dalle parti sembra filtra ottimismo.
Il Torino sembra aver definito la cessione di Acquah e dovrebbe quindi aver le risorse necessarie per prelevare il giocatore: la formula sarà quella del prestito oneroso ad un milione di euro più un riscatto di circa 8 milioni, anche se qui le fonti danno cifre dai 6 ai 9, dopo un numero di presenze pari a 15 con la maglia granata.
Il contratto dovrebbe essere un quadriennale e per Rincon lo stipendio dovrebbe essere alla pari di quanto percepito alla Juventus ovvero 1,5 milioni più bonus per arrivare a circa 1,8 milioni.
Per la Juventus quindi una potenziale plusvalenza, visto che era arrivato per 8,5 milioni dal Genoa, e per il Torino un prezioso rinforzo nel centrocampo confidando che il giocatore possa tornare ai ritmi del grifone dove aveva ben figurato.
Sotto un video con il meglio di Tomas Rincon nella sua migliore stagione al Genoa.

Calciomercato, Seria A, Roma, Promes,

Con il Leichester che continua a far resistenza su Mahrez la Roma si sta ingegnando sulle alternative e, secondo il Messaggero, l'ultimo nome uscito è quello di Quincy Promes dello Spartak di Mosca; il giocatore è 25enne olandese che gioca preferibilmente sulla fascia sinistra ma che può ricoprire anche l'altra fascia ed occasionalmente anche il ruolo di seconda punta.
Si è reso protagonista lo scorso anno nella vittoria dello Spartak del campionato russo con 26 presenze e 12 reti impreziosite da 10 assist ed in questa stagione ha già iniziato con 4 reti in 5 gare; per quanto il valore del campionato russo sia discutibile i numeri la dicono lunga sulla sua propensione offensiva ed a volte bisogna rischiare per individuare talenti sfuggiti ad altri.
Promes è arrivato allo Spartak nel 2015 per una cifra di 11,5 milioni di euro ed ora il suo valore di cartellino è di circa 20 milioni; anche se per il messaggero potrebbe liberarsi per soli 12 milioni sembra difficile che il ricco Spartak, forte di un contratto fino al 2021 possa lasciarlo sfuggire alla metà del valore attuale.
Sarebbe comunque un colpo interessante e dai costi più contenuti rispetto a Mahrez e quindi ci attendiamo un'offerta di Monchi nel caso il giocatore del Leichester non arrivasse; per ora ecco un video che presenta il giocatore obbiettivo giallorosso Quincy Promes.

Calciomercato, Seria A, Juventus, Dybala,

Da poche ore la maglia numero 10 della Juventus ha trovato un nuovo proprietario: come era nella logica è Paulo Dybala a raccogliere l'eredità pesante che per ultima era stata portata da Pogba.
Scelta di marketing sicuramente, e l'Adidas, sponsor Juventus, ha pressato non poco per poterla vendere nei suoi store; ma è anche un segnale di calciomercato ai ricchi club spagnoli che hanno fatto più di qualche pensiero, più o meno esplicito, per portare la Hoya che sia a Madrid o a Barcellona; la giovane promessa argentina non si muove, e non sarà facile strapparlo dalla maglia bianconera.
L'esordio e l'investitura ufficiale della nuova 10 della Juventus avverrà nella prima partita ufficiale di questa nuova stagione: cioè contro la Lazio in Supercoppa dove tutti i bianconeri si augurano che il fresco numero 10 possa bagnare la nuova maglia con un gol.
Sono arrivati anche gli auguri social di chi è stato il 10 storico della Juventus: l'ex capitano Alessandro del Piero a cui Paulo ha risposto compiaciuto lanciando la sfida alla punizione più bella.
Per apprezzare ancora di più questo nuovo simbolo della Juventus ecco un video con i 10 gol più belli di Paulo Dybala.


Sconfitta di misura per il Milan che perde 1-2 contro il Betis Siviglia a Catania: tutto sommato sono i rossoneri a meritare e quindi a recriminare di più ma è anche vero che mancavano tanti titolari, da Donnarumma ( ha giocato il fratello) a Musacchio e Romagnoli per poi aggiungere Biglia  infortunato e Bonaventura, come anche Conti e Rodriguez; si vede invece per la prima volta Bonucci con la fascia da Capitano.
E' anche vero che l'avversario è il modesto Real Betis di Siviglia, 15esimo nella liga nella scorsa stagione e quindi ci si aspetterebbe che i rossoneri lo trovino più che altro come un allenamento.
Novità della partita è la VAR, ovvero la moviola in campo, al servizio dell'arbitro Doveri che ne ha fatto uso per la prima volta e sicuramente la partita è stata ricca di episodi: al 2° minuto bel lancio di Montolivo per Andrè Silva da solo davanti al portiere però sbaglia la conclusione e si fa recuperare in corner; al 12esimo esordisce la VAR con l'annullamento della rete di Andrè Silva che ribatte in rete una punizione di Calhanoglu, c'è però stato un leggero tocco di Antonelli e quindi fuorigioco.
E' però il Betis a passare per primo in vantaggio, dopo tante occasioni del Milan, al 66esimo con un bel tiro a giro da fuori area di Fabian Ruiz, non può nulla Donnarumma.
Andrè Silva si sblocca poi al 74esimo portanto in pareggio i rossoneri su rigore, dopo un contrasto in area in cui viene spinto da dietro; il Milan ora cerca e sfiora la vittoria ma nel finale arriva la beffa.
Punizione al 87esimo di Joachim che impegna in difficile parata Donnarumma, Doveri chiede l'aiuto della VAR ed assegna il rigore al Betis per una deviazione di Calhanoglu di braccio in barriera, Sanabria non sbaglia dal dischetto per il 1-2 finale.
In generale una buona prestazione del Milan che però deve trovare più cinismo nelle tante occasioni create e non realizzate e magari evitare certe ingenuità come nell'episodio del rigore; nel prossimo preliminare di Europa League non si potrà più sbagliare.
Sotto il video degli highlights della partita tra Milan e Betis.

Calciomercato, Serie A, Roma, Mahrez,

Sembrava ormai sfumato Riyad Mahrez per la Roma, con Monchi che dichiarava di aver fatto il possibile ed ora di seguire altre strade; secondo Sky Sport però si è trattata solo di una dichiarazione non definitiva, sarebbe infatti pronta una nuova offerta da 40 milioni, 5 in più della precedente per far cedere le Foxes e portare il 25 algerino nella capitale.
Il Leichester aveva sempre chiesto più di 50 milioni forte del contratto fino al 2020 ma in assenza di altre pretendenti l'offerta della Roma comincia ad avere la consistenza giusta: la possibilità di giovare in Champions attira sicuramente il giocatore e ci vorrà anche il suo aiuto per convincere gli inglesi a cederlo.
Nelle ultime ore si era parlato anche di un'interesse dell'Inter nel caso la Roma avesse rinunciato ma il fatto che i nerazzurri non possano offrire il palcoscenico europeo pesa a favore della squadra di Di Francesco.
Vedremo come si evolverà la trattativa e se la nuova offerta verrà effettivamente inoltrata in Inghilterra per ora ecco un nuovo video delle prodezze di Riyad Mahrez.


Calciomercato, Seria A, Juventus, Emre Can,

Sempre vivissima la ricerca del centrocampista per la Juventus e tra Matuidi e N'Zonzi sembra trovare sempre più risalto il nome di Emre Can: secondo il Corriere dello Sport sarebbe caduta sul 23enne centrocampista difensivo del Liverpool la scelta di Marotta che è pronto ad investire 25 milioni per il giovane tedesco in scadenza nel 2018.
Il Liverpool non vorrebbe cederlo ma sta trovando sempre più difficoltà nel proporre il rinnovo al giocatore che non sembra convinto di rimanere al servizio di Klopp e l'offerta della Juventus potrebbe essere una buona occasione: per un giovane come lui è importante mettersi in luce in Europa in vista dei mondiali ed i bianconeri potrebbero offrire la vetrina giusta.
Emre Can può all'occorrenza anche giocare da centrale difensivo, e questa è una dote che ancora di più lo fa piacere a Marotta, inoltre è un giovane su cui programmare a lungo termine o male che vada realizzare una plusvalenza: pronto per lui un contratto da 3 milioni più bonus.
Nella scorsa stagione il giovane del Liverpool in 32 presenze ha realizzato 5 gol con 2 assist e sicuramente ha ampi margini di miglioramento.
Vedremo se la trattativa avrà sviluppi veloci, visto che siamo ormai a circa 20 giorni dalla chisura del mercato per ora ecco un video con il meglio del giocatore.


Calciomercato, Seria A, Inter, Schick,

Tra domani e dopodomani le nuove visite per Patrick Schick della Sampdoria: il giovane talento è sempre uno dei più contesi della Serie A dopo l'annata scorsa che lo ha visto protagonista con con 11 gol e 5 assist in 32 presenze in blucerchiato.
Il giocatore era stato praticamente acquistato dalla Juventus ancora a giugno poi ha giocato un'europeo Under 21 e solo a luglio nello svolgimento delle visite mediche sono emersi problemi di salute presuntamente cardiaci che hanno fatto saltare l'affare; ne è seguito un periodo di riposo per il giocatore ed appunto nuove visite in programma che dovrebbero fare chiarezza sull'effettivo stato di salute.
Innanzitutto è giusto agurare al 21enne attaccante centrale di nazionalità ceca i migliori risultati per l'esame e nel caso il problema fosse risolto ecco due strade per il giocatore: la Sampdoria potrebbe tenerlo ancora un anno per valorizzarlo ulteriormente e far dimenticare i problemi ma emerge anche la voce di un'Inter che sarebbe disposta ad offrire la stessa cifra della Juventus, ovvero i 30,5 milioni, più un'ingaggio superiore ai 2 milioni più bonus al ragazzo.
Un'offerta che ha sicuramente allettato Schick, e l'affare potrebbe avere un'accellerata superate le visite quindi anche entro fine settimana.
Nell'augurare la migliore salute alla giovane promessa Patrick Schick ecco un video con il meglio delle sue giocate.




Calciomercato, Seria A, Roma, Laxalt,

Nonostante l'arrivo di Kolarov ed il prossimo recupero di Emerson Palmieri, secondo l'esperto di mercato Alfredo Pedullà, la Roma starebbe valutando anche l'esterno sinistro del Genoa Diego Laxalt.
Il giovane uruguagio si è ben comportato nella scorsa stagione con 36 presenze, 1 gol e 4 assist e sarebbe nel mirino di diverse squadre: sembra infatti che oltre alla Roma ci siano anche Juventus, Atalanta e Fiorentina con quest'ultima che avrebbe inoltrato anche una proposta concreta da 13 milioni per il giocatore, bonus compresi, che per ora non è però stata accettata.
Il giovane 24enne era stato ceduto dall'Inter al Genoa dopo un'anno di prestito per circa 9 milioni quindi i rossoblu si aspettano offerte al di sopra dei 10 milioni e sperano si accenda un'asta.
Per ora quindi solo indiscrezioni forse dovute ai tempi di recupero non brevi per Palmieri, in attesa di conferme ecco un video che riassume il meglio di Diego Laxalt.

Calciomercato, Seria A, Milan, Suso,

Dopo qualche voce su una sua possibile partenza ecco la notizia del rinnovo di Suso con il Milan: il giocatore che aveva un contratto in scadenza nel 2019 rinnoverà con i rossoneri passando dal milione dell'attuale ingaggio ai 2,5 milioni a stagione per un quadriennale.
Giusto premio per un'ottima annata visto che l'ala destra spagnola ha collezionato 7 gol e 9 assist in 34 presenze in Serie A,che per il suo ruolo non sono poche; avendo poi solo 23 anni sarebbe stato un peccato perdere un prospetto che ha sicuri margini di miglioramento.
Il giocatore sembrava seguito dal Tottenham ma alla fine ha voluto rimanere nei rossoneri che quest'anno con la nuova proprietà stanno lanciando un progetto ambizioso di cui lui vuole farne parte: da qui il lavoro per il rinnovo del suo agente Alessandro Lucci.
Ora starà a Montella trovargli il giusto spazio nonostante i nuovi arrivi ed al giocatore di dimostrare di essere in grado di lottare con i nuovi arrivi per una maglia da titolare; appuntamento quindi al prossimo prelimare di Europa League per dimostrare ancora il suo valore.
In attesa quindi di passare alle cose formali, come ama dire Fassone, ecco un video con il meglio del giovane Suso con la maglia del Milan.


Amichevoli, Serie A, Bournemouth, Napoli,

Il Napoli raccoglie solo un pareggio dalla sfida con il modesto Bournemouth, squadra di media classifica della Premier, pur collezionando tante occasioni e subendo gol in maniera piuttosto sfortunata.
Un 2-2 che è abbastanza falso sulla valutazione della partita con un Napoli che ha avuto tante più occasioni degli inglesi ma che, e questo è forse il demerito, ha fallito di concretizzare mentre il Bournemouth ha raccolto quanto gli è stato lasciato dalla difesa azzurra non sempre irreprensibile.
Il primo gol è di Mertens che devia un tiro di Insigne dopo un'erroraccio del portiere degli inglesi che rilancia verso Callejon; è l'1-0 per il Napoli al 30esimo.
Occasione poi per raddoppiare subito per Insigne ma Begovic copre bene la porta; il pareggio del Bournemout arriva nel secondo tempo al 52esimo quando il cross di Gradel viene deviato da Hysaj e s'impenna, Reina esce male sul primo palo lasciando sguarnita la porta e la palla arriva sulla testa di Afoe libero di segnare l'1-1.
Il Napoli nonostante collezioni occasioni da gol rischia poi anche la beffa quando Zielinski va a terra poco fuori dell'area azzurra per un contrasto e tutto il Napoli si ferma aspettando il fischio del fallo che però non arriva e Francis raccoglie palla e segna il 2-1; per quanto il fallo probbabilmente c'era in Europa bisognerà evitare queste ingenuità.
Ci vuole un bel tiro preciso di Zielinski, su assist di Rog, per trovare il pareggio all'83esimo per un risultato che sta sicuramente stretto al Napoli e che evidenzia qualche problema di concretezza in attacco e di concentrazione in difesa che bisognerà sicuramente evitare tra poco più di una settimana contro il Nizza:lì non si potrà più sbagliare nulla!.
Sotto il video con gli highlights della partita che ha visto il 2-2 tra Bournemouth e Napoli.


Amichevoli, Seria A, Inter, Villareal,

L'Inter vince convincentemente anche l'amichevole con il Villareal dove la squadra dimostra ancora i benefici della cura Spalletti: non a caso tra i protagonisti alcuni degli uomini più discussi della scorsa stagione come Jovetic e Brozovic.
Dopo una prima parte di studio dove le occasioni capitano da entrambe le parti il primo gol arriva al 26esimo con una bella discesa di Candreva per Eder che segna il vantaggio e si conferma come uno degli uomini più in forma di questo pre campionato; il Villareal pareggia poi con Soldado che ribatte in rete una conclusione dell'ex Sassuolo Sansone al 40esimo, qui Handanovic non è al meglio sulla respinta.
Il vantaggio per i nerazzurri arriva nel secondo tempo quando Jovetic al 68esimo si inventa una magia e dopo aver vinto un rimpallo in area fa una bellissima bicicletta che scavalca Fernandez per il 2-1; al 90esimo anche la soddisfazione per Brozovic che imbeccato alla perfezione dal subentrato Icardi lascia partire un sinistro imparabile siglando il 3-1 per l'Inter.
Tanti i lati positivi quindi di una squadra che si conferma con un ritrovato entusiasmo e tanti protagonisti che vogliono far dimenticare l'annata scorsa sperando che non sia solo un'impegno momentaneo all'arrivo del nuovo allenato come era già successo con Pioli ma che ci sia una costanza nella concentrazione e nel rendimento.
Sotto il video con gli highlights della partita vinta dai nerazzurri per 3-1 contro il sottomarino giallo del Villareal.


Calciomercato, Seria A, Juventus, N'Zonzi

L'amichevole col Tottenham ha evidenziato qualche problema e la questione dell'acquisto di un centrocampista di peso sembra sempre più di attualità: tre i nomi che si fanno dall'inizio dell'estate cioè Matuidi, inseguito fin dallo scorso anno, Tolisso e N'Zonzi.
Tolisso è andato poi al Bayern mentre per Matuidi, in scadenza di contratto nel 2018, Raiola sta lavorando ai fianchi il PSG in attesa che la posizione si ammorbidisca mentre per N'Zonzi spaventava la richiesta del Siviglia che non si muove dalla clausola di 40 milioni; l'altro nome Emre Can sembra non sia sul mercato per il Liverpool, menchè meno un Milinkovic Savic che per la Lazio vale come la Gioconda.
Quindi le piste più percorribilli rimangono quelle di Matuidi, che si dice vicino alla Juventus ormai da troppo tempo e N'Zonzi, dopo che la cessione di Leminà potrebbe aver dato a Marotta i fondi per riaprire il discorso.
Non ci sono conferme di ulteriori approcci tra i club ma la notizia che interessa è quella che stasera Paratici sarà presente come spettatore alla sfida tra Siviglia ed Everton dove appunto potrà ammirare N'Zonzi all'opera.
Nell'attendere ulteriori sviluppi ecco un video con il meglio del 28enne centrocampista Steven N'Zonzi.


Calciomercato, Serie A, Roma, Mahrez

Rihad Mahrez non è più contento al Leichester: dopo la trionfale annata con Ranieri la squadra è tornata ad essere un'onesta comprimaria della Premier League e la partecipazione alla Champions League sembra essere solo un ricordo da dimenticare con davanti le corazzate multimilionarie.
L'offerta della Roma, che con l'ultimo rilancio sembra essersi spinta a 35 milioni fissi, senza bonus, lo stuzzica in quanto gli permetterebbe di tornare a giocare la Champions League e lo rilancerebbe dopo che il suo rendimento in Premier è passato da 17 gol e 10 assist con Raineri ai 6 gol e 4 assist dell'ultima annata e la sua preoccupazione è che il declino della squadra possa accompagnarsi al suo.
Da qui le sue parole chiare: Il Leichester conosce il mio pensiero, vorrei parlare con la Roma; parole che danno una spinta alla trattativa giallorossa ma che trovano sempre l'ostacolo della squadra inglese che vuole monetizzare al massimo su uno degli ultimi gioielli che gli rimangono della famosa annata trionfale.
Il Leichester infatti spera sempre in un'offerta dell'Arsenal che però per ora non è arrivata e quindi rimane solo l'offerta fatta da Monchi che per ora trova il muro della controparte.
Vedremo se la volontà del giocatore potrà dare nuova spinta a questa trattativa per ora ecco un video con il meglio di Riyad Mahrez.

Calciomercato, Seria A, Juventus, Lemina, Southampton,

E' di ieri la notizia che la Juventus ha trovato l'accordo per la cessione del centrocampista Mario Lemina al Southampton per la cifra di 18 milioni più 2 di bonus; ottima plusvalenza per i bianconeri che lo avevano prelevato solo l'anno scorso dal Marsiglia per circa 10 miloni e che ora si ritrovano con un risparmio dell'ingaggio, circa 1,2 milioni netti a stagione, ed un guadagno possibile del 100% sul cartellino.
Il giocatore Gabonese ha solo 23 anni e per questo era il più appetibile tra gli esuberi bianconeri e dispiace che non sia riuscito ad esplodere a Torino e forse cambiare aria gli farà bene: solo 19 presenze in Serie A con 1 gol ed un assit per un totale di circa 900 minuti che dimostra come per Allegri fosse ormai solo un rincalzo dalla panchina e non un titolare futuro.
Il giocatore era seguito anche dal suo ex club il Marsiglia e dai turchi del Galatasaray ma lui ha preferito il fascino della ricca Premier League e quindi, visite permettendo che dovrebbero svolgersi domani, il suo futuro sarà nella squadra dell'Hampshire inglese: alla Juventus si libera quindi un po' di potenza di fuoco, come la definisce Agnelli, che dovrebbe quindi portare il famoso centrocampista d'esperienza e di peso sostituto di Pogbà che si attende ormai da più di un anno e che la sfida con il Tottenham ha dimostrato essere una necessità.
Facendo i migliori auguri a Mario Lemina ecco un video con il meglio di quanto fatto vedere in bianconero.


Amichevoli, Tottenham, Juventus, Seria A

La Juventus perde nettamente per 2-0 l'ultima amichevole del precampionato contro il Tottenham e per quanto si tratti di preparazione solleva qualche dubbio: vero che ci possono essere differenti carichi di preparazione, il Tottenham ha cominciato circa una settimana prima, ma non è la corsa che ha preoccupato.
Sicuramente gli inglesi sono stati più in palla ed hanno dimostrato di avere una migliore condizione ma anche automatismi di gioco molto più assodati: i giocatori di Pocettino si trovano con facilità anche nello stretto mentre i bianconeri in avanti sembrano molto più lasciati all'improvvisazione dei singoli; tanti poi gli errori nei passaggi e nella difesa con un gol di testa preso dopo soli 10 minuti e due erroracci difensivi che potevano costare cari.
Gli inglesi colpiscono due pali clamorosi con Sissoko e Kean, autore del primo gol, e trovano il raddoppio con un bel filtrante di Dele Alli per Erikssen che scarta Buffon e mette in rete; qui è mancato il fuorigioco da parte di Asamoah ed ha ragione Allegri nel dire che la difesa va migliorata.
Sicuramente è un'amichevole ma lo era anche per gli inglesi e per quanto centrocampo e difesa siano da migliorare sicuramente anche le polveri bagnate dell'attacco, pericoloso veramente solo dopo l'ottantesimo con due pali di Kean e Cuadrado, sottolineano che ieri sera la squadra non c'era.
Si spera sia quindi solo un problema di forma dovuta ai carichi di lavoro e di amichevole presa sottogamba, anche se non è l'atteggiamento giusto, ma forse si evidenzia anche il bisogno di integrare la squadra con un centrocampista che faccia filtro ed un difensore di peso, e magari anche un terzino visto che De Sciglio ha fatto una partita da 6 ma è ancora sicuramente troppo timido negli interventi.
Sotto le immagini per questa sconfitta che richiama la Juventus ad una maggiore concentrazione e concretezza visto che tra poco c'è la Lazio per la Supercoppa e non ci potranno essere più scuse.

Calciomercato Inter Serie A Emre Mor

Arrivano conferme dell'accordo trovato in casa nerazzurra dopo la visita dell'agente di Emre Mor: battuta quindi una folta concorrenza che includeva sia squadre estere che italiane come Roma, Fiorentina e Napoli.
Il 24enne turco potrebbe quindi arrivare alla corte di Spalletti con un quinquennale da 1,5 milioni più bonus a stagione mentre si lavora ancora per l'accordo con il Borussia di Dortmund al quale è stata inoltrata una proposta di 2 milioni di prestito più un riscatto di circa 10 milioni più bonus; il giocatore era arrivato nella squadra tedesca solo lo scorso anno per poco meno di 10 milioni e quindi l'offerta sembra rapportata al valore del giovane che nel Borussia non ha trovato molto spazio, anche se il club tedesco vorrebbe monetizzare subito per poi reinvestire.
Solo 12 presenze con 1 gol e 3 assist per lui ma le sue caratteristiche di velocista con propensione al dribbling e soprattutto la capacità di ricoprire tutti i ruoli dell'attacco lo rendono un'acquisto di prospettiva.
In attesa di trovare l'accordo con la squadra tedesca e quindi di vederlo in campo nell'Inter per l'inizio della Serie A ecco un video con il meglio del giovane Emre Mor.


Calciomercato, Serie A, Milan, Diego Costa

Al Milan, dopo l'inizio sfavillante di questo calciomercato, manca la ciliegina sulla torta, ovvero l'attaccante di nome che possa sostituire Bacca, che non ha mai pienamente convinto: Diego Costa del Chelsea potrebbe essere il nome giusto ma a determinate condizioni.
L'attaccante è in rotta con Conte ed il suo desiderio è tornare all'Atletico di Madrid, club che lo ha visto esplodere e nel quale sembrava instoppabile, il matrimonio con gli inglesi non è mai sbocciato e quindi, nonostante un contratto in scadenza nel 2019, si stà guardando attorno.
Il Milan lo ha messo tra i possibili candidati anche se l'acquisto sarebbe molto oneroso: un cartellino di circa 50 milioni ed uno stipendio attuale che sfiora i 9 milioni l'anno, Fassone però, secondo Tuttosport, avrebbe una formula per convincerlo.
Il Milan potrebbe proporgli un prestito annuale per rilanciarlo e dargli poi la possibilità di tornare in Spagna come da suo desiderio, senza quindi gravare troppo il bilancio ed avere quindi un'attaccante importante che permetta al Milan di chiudere il mercato in bellezza e rimandare la questione alla prossima sessione; anche perchè dalla Cina arrivano voci che a settembre, a mercato chiuso, si potrebbero sbloccare i capitali della nuova proprietà.
Vedremo se seguirà una proposta concreta ai blues, per ora ecco un video con il meglio di Diego Costa obbiettivo rossonero.

Calciomercato, Serie A, Roma, Cuadrado

Il Leichester sembra insistere nel rifiutare la proposta della Roma per Mahrez e quindi Monchi si sta guardando intorno per alternative: il nuovo nome per il sostituto di Salah sembra essere quello di Juan Cuadrado, il colombiano infatti non è più sicuro del posto di titolare nella Juventus e sembra essere scontento ed il suo agente potrebbe ascoltare un'offerta e valutare una nuova destinazione.
La Juventus dal canto suo valuta il giocatore circa 30 milioni, cifra per la quale non lo dichiarerebbe incedibile e quindi si avrebbe un'affare che accontenta entrambe le squadre con la Roma che andrebbe a spendere meno di quanto offerto agli inglesi per un giocatore che già conosce campionato italiano e Champions mentre i bianconeri, che dopo l'arrivo di Bernardeschi ora cercano un terzino più di copertura, troverebbero le risorse da reinvestire sul mercato.
La palla ora spetta quindi a Monchi: aspettare ancora che il Leichester valuti l'offerta già pervenuta, con il rischio dell'inserimento dell'Arsenal, o cominciare una trattativa con i rivali di Torino per il possibile arrivo di Cuadrado.
Il giocatore è reduce da un'annata positiva che a livello personale lo ha visto protagonista in 30 parite di Serie A con 2 gol e 6 assist, a cui si aggiungono le 12 presenze in Champions con 1 gol ed un assist ulteriore.
Vedremo quindi se Monchi seguirà questo percorso per un nuovo obbiettivo giallorosso; per ora ecco un video con le migliori giocate di Juan Cuadrado.

Amichevoli, Bayern, Napoli, Diawara, Emanuele Giaccherini

Si conclude in maniera positiva la seconda partita del Napoli nell'Audi Cup: una bella vittoria contro il Bayern, che per la verità sta accumulanto un passivo enorme in queste amichevoli, scacciando i dubbi che qualcuno aveva sollevato dopo la prima partita contro l'Atletico soprattutto in difesa.
Il Bayern ha avuto sicuramente le sue occasioni ma il merito agli azzurri di essere stati più concreti e di aver trovato un Sepe in forma ed i bei gol di Diawara, che dopo una punizione la ribattuta del tiro di Maksimovic segna da distanza ravvcinata, e Giaccherini per una volta protagonista di una bella girata in area a seguito di una bella discesa di Callejon ed un preciso assist all'indietro.
Un gol per tempo ed un Napoli che potrebbe anche dilagare ma va bene così: terzo posto nell'Audi Cup ed entusiasmo ritrovato in previsione di ben più importanti impegni come il preliminare di Champions.
Nella sintesi sotto possiamo vedere tutte le più significative azioni della partita per rivire queste prime soddisfazioni estive del Napoli di Sarri.


Calciomercato, Serie A, Roma, Mata

Viste le difficoltà per arrivare a Mahrez la Roma, secondo Il Tempo, potrebbe fare un tentativo per Juan Mata del Manchester United: lo spagnolo è in scadenza di contratto nel 2018 e gli inglesi per ora non si sono fatti avanti per il rinnovo di contratto.
Possibile quindi che Monchi avanzi un'offerta per il giocatore anche se gli ostacoli del comprare in Inghilterra sono sempre di natura economica: il giocatore è arrivato nel 2014 nei Reds per 45 milioni ed ora potrebbe svincolarsi per una trentina di milioni ma ha un'ingaggio stratosferico di quasi 10 milioni l'anno.
Dovrebbe quindi essere il giocatore stesso a fare un passo decisivo per venire a Roma riducendosi sensibilmente l'ingaggio: a dirla tutta era stato lui stesso a definire il suo ingaggio, e quello di tanti suoi colleghi, "osceno" e di esser pronto a ridurselo se servisse a riportare il calcio in un po' di normalità.
Vedremo quindi se arriverà l'offerta della Roma alla corte di Mourinho o se si tratta solo di un'azione di disturbo per metter fretta al Leichester; per ora ecco un video con il meglio del campione spagnolo Juan Mata.

Calciomercato, Serie A, Milan, Renato Sanches

Notizia di oggi è che il Milan, forte della volontà del giocatore e della pressione dei suoi agenti, ha in previsione un nuovo incontro con il Bayern Monaco per sbloccare la situazione di Renato Sanches.
I rossoneri avevano già presentato l'offerta di 7/8 milioni per un prestito biennale ed un riscatto a circa 40 milioni ma il Bayern aveva declinato l'offerta giudicandola non adeguata e Fassone ha dichiarato di non essere disposto a spingersi oltre quindi la trattativa sembrava chiusa.
Il giocatore però spinge per lasciare il Bayern, reduce da un'annata con solo 17 presenze nella Bundesliga dove non ha inciso come speravano i tedeschi quando l'hanno strappato per ben 35 milioni, cifra non da poco per un 18enne, e ora dopo un'anno il rapporto non è più idilliaco.
Si dice che la volontà del giocatore è spesso fondamentale ma i campioni di Germania, da buoni tedeschi, non vogliono rimetterci e soprattutto non lasciano partire facilmente un giovane prospetto di soli 19 anni con ampi margini di miglioramento; questo lo sa anche il Milan ed è disposto ad insistere per quello che potrebbe essere un'affare di prospettiva che sarebbe fondamentale anche nell'ottica del piano quinquennale da presentare all'UEFA.
Vedremo quindi cosa uscirà da quest'ultimo tentativo per il giovane portoghese Renato Sanches, centrocampista dai piedi buoni che potrebbe ritrovare entusiasmo alla corte di Montella; per ora ecco un video con il meglio delle sue giocate.

Calciomercato, Serie A, Juventus, Andrè Gomes

Inseguito l'anno passato e poi strappato dal Barcellona sembra possibile possa riaprirsi la pista per il portoghese Andrè Gomes: il 24enne ex Valencia non avrebbe infatti impressionato nella sua annata con i catalani e si vocifera di una sua possibile partenza, i tifosi gli rimproverano scarsa personalità e sicuramente l'ambiente blaugrana, che ha dovuto ingoiare l'ottima annata della rivale principale, cerca colpevoli.
Sarebbe una buona occasione per la Juventus, che spesso è riuscita nell'impresa di far esplodere giocatori reduci da esperienze non positive; e tra i tra i vari tentennamenti per Matic, Emre Can e Matuidi ecco un nome nuovo che non sembrava nei radar.
Certo è da verificare l'effettiva volontà della squadra spagnola e la cifra alla quale sarebbe sul mercato: a quanto sembra, a meno di nuove cessioni, la Juventus non è disposta spendere molto per il centrale e per ora l'offerta massima sembra essere stata di 25 milioni per Emre Can che però il Liverpool non vuole cedere.
Il giovane portoghese è arrivato al Barcellona solo un anno fa per 35 milioni e quindi ci si aspetta una richiesta almeno di 30 milioni; la sua annata in blaugrana lo ha visto protagonista di 30 parite nella Liga con 3 gol e 2 assist e 8 presenze in Champions, ovviamente c'è anche il sospetto che una volta al tavolo di trattativa il Barcellona possa lasciar cadere il nome di Dybala ma per ora la Juventus ha dichiarato l'argentino incedibile.
Vedremo se Marotta riaprirà questa pista, intanto ecco un video con il meglio del giocatore Andrè Gomes.


Calciomercato Serie A Inter Dalbert

Fitta trattativa tra l'Inter e gli agenti di Dalbert: questi ultimi sono stati visti a Milano per chiudere l'accordo tra i nerazzurri ed il Nizza per il difensore laterale della squadra francese.
L'accordo sembra trovato per una cifra di circa 20 milioni mentre al 23enne brasiliano sarà fatto firmare un contratto di 5 anni per una cifra attorno al milione di Euro annui; il giocatore però non potrà arrivare prima del ritorno dei preliminari di Champions che il Nizza sta sostenendo contro l'Ajax, la partita è in programma per domani 3 agosto quindi ci vorrà ancora un poco di pazienza per vedere il giocatore nella sede dell'Inter.
Anche l'Arsenal sembrava interessato al giocatore che ha preferito invece il progetto nerazzurro per continuare la sua crescita: il giocatore è reduce da una stagione con 33 presenze in League 1 e 4 assist a cui si aggiungono le 4 presenze in Europa League.
Una giovane scommessa quindi per i nerazzurri che sperano che in Italia trovi motivazioni e crescita, per ora in attesa di novità ecco un video che riassume il meglio di Dalbert Henrique Chagas Estevão.

Calciomercato, Serie A, Juventus, Cuadrado

Il futuro di Cuadrado non è chiaro alla Juventus: dopo i tanti acquisti in attacco a cui potrebbe aggiungersi anche il laziale Keita il colombiano comincia ad avere i suoi dubbi sul fatto di essere una prima scelta per Allegri, che già spesso lo ha fatto entrare dalla panchina per cambiare il ritmo delle partite.
Previsto quindi, al rientro della squadra dagli USA, un'incontro con la dirigenza bianconera insieme all'agente Lucci per avere garanzie da parte della società che da parte sua non ha ufficialmente aperto alla sua cessione e si tutela con una richiesta di 40 milioni che ovviamente spaventa tutte le pretendenti.
Per il colombiano sono arrivate dichiarazioni d'interesse dall'Arsenal ma anche da Roma e dal Milan, squadra con cui Lucci ha appena chiuso l'operazione Bonucci, chiaramente le italiane difficilmente potrebbero arrivare alla cifra richiesta senza inserire contropartite.
Potrebbe essere anche il solito modo per chiedere una manifestazione di fiducia, cioè un'aumento dell'ingaggio, che per ora è fermo a 3 milioni a stagione e che sicuramente squadre estere potrebbero superare.
Ricordiamo per ora, in attesa di novità, nel video sotto la stagione di Cuadrado che quest'anno in 30 presenze in Serie A ha collezionato 2 gol e 6 assist a cui si aggiungono le 12 presenze in Champions con un gol ed un assist.

Calciomercato Inter Fiorentina Vecino Serie A

In corso oggi le visite mediche per il neo acquisto nerazzurro Matias Vecino: il centrocampista 25enne arriva dall Fiorentina per firmare un quadrennale a 2,5 milioni più bonus e diritti d'immagine mentre alla viola vanno 24 milioni, il valore della clausola, in due tranches annuali.
Il giocatore è arrivato ieri a Milano insieme all'agente Lucci e per oggi, dopo le visite, sono previste le formalità di presentazione e la prima foto con la maglia dell'Inter, ad un tifoso ha già rivelato che prenderà la maglia numero 6.
Il giovane Uruguagio è stato voluto da Spalletti e quindi massima fiducia ed anche se non è il nome che fa esaltare i tifosi è comunque un buon elemento che è reduce da una stagione con 31 presenze, 3 gol e 4 assist nella scorsa annata in Serie A, inoltre ha conosciuto l'Europa avendo 7 presenze in Europa League con anche 1 gol ; compito ora di Spalletti integrarlo in squadra ed aggiungere valore a quest'Inter che già ha lanciato diversi segnali positivi e che fa ben sperare per la prossima annata.
Sotto un video per conoscere Matias Vecino nuova realtà nerazzurra in attesa di vederlo in campo con i suoi nuovi compagni.