Serie A Genoa Juventus 2-4 incredibile al Ferraris highlights


Genoa è sicuramente un campo ostico per la Juventus ed anche questa volta le difficoltà non sono mancate: sotto 2-0 dopo appena 7 minuti ma quest'anno la Juventus dimostra il carattere e ribalta la situazione con un super Dybala per il 2-4 finale.
Allegri manda in campo la formazione titolare dell'anno scorso anche se si vede che Pjanic è piuttosto indolente, Khedira fuori condizione passeggia in campo e Cuadrado è il solito pasticcione con tanta corsa ma tanti errori; in difesa poi la fiera degli orrori prima con Laxalt, il migliore dei rossoblu ed elemento da tenere sottocchio, che al primo sorpassa facilmente Alex Sandro ancora in pantofole e lascia partire un tiro che viene prima deviato da Chiellini e poi deviato alle spalle di Buffon da un Pjanic in corsa, è l'1-0 già dopo pochi istanti ed i fantasmi dell'incontro dell'anno passato si riaffacciano.
Dopo pochi minuti ecco il 2-0 per il Genoa con un contrasto di Rugani alle spalle di Galabinov che ricorda molto quello di Alex Sandro nella partita scorsa e rigore assegnato grazie alla Var che lo stesso giocatore del Genoa trasforma: vero che Galabinov era in leggero fuorigioco al momento del passaggio e vero che con la Var si poteva vedere anche questo ma due piedi pestati in area in due partite sono da evitare, Rugani uno dei peggiori ieri e ci si agura che cresca ora che è titolare per dimostrare di essere da Juventus.
Il Genoa è una buona squadra ben messa in campo da Juric con manovra corale ed un Laxalt devastante ma questa volta i bianconeri reagiscono grazie al loro nuovo numero 10 che sfiora il gol in più occasioni e poi lo trova prima ribattendo in area di precisione al 14esimo e poi su rigore per una parata di mano in area concessa dalla Var a fine primo tempo: 2-2 prima frazione e la partita ricomincia, Dybala uomo partita.
Nella ripresa, anche se con qualche rischio con Galabinov pericoloso di testa, la Juventus cerca la vittoria e trova il vantaggio con Cuadrado che finalmente, assist di Mandzukic sempre più prezioso in manovra ed in difesa che in attacco, fa vedere una buona azione personale e con un dribbling supera Laxalt in area e insacca il 2-3; era dagli ottavi con il Bayern che non faceva un gol così, tanto talento che deve trovare un miglior indirizzo.
Poi chiude la partita Dybala al 48esimo con una bella azione personale sulla sinistra ed un tiro di precisione sul palo corto: sua la partita ed il pallone per il 2-4 finale.
Risultato positivo per la Juventus soprattutto per come si era messa la partita ma tante cose da rivedere: gioco ancora approssimativo, Higuain fuori dal gioco e Khedira a passeggiare, dopo il gol del vantaggio Allegri che pensa più a difendere inserendo Barzagli terzino invece di un Costa o un Bernardeschi, implicitamente bocciando ancora De Sciglio quindi, e squadra che ha rischiato troppo con un Rugani che deve decisamente far vedere di meglio; meglio il centrocampo all'inserimento di Matuidi ( ma quanto corre?) e Betancour che promette bene, anche se quello era il momento in cui i rossoblù calavano fisicamente dopo lo sforzo iniziale.
Si spera che sia una lezione per il futuro e che la sosta permetta di trovare una miglior condizione a chi non è impegnato in nazionale come Higuain.
Sotto gli highlights dell'incredibile ed emozionante partita Genoa Juventus 2-4, anche se con la Var dovremo abituarci a qualche rigore in più.


Share To:

Sergio Braghetta

Post A Comment: