Articles by "Austria Vienna"
Visualizzazione post con etichetta Austria Vienna. Mostra tutti i post
Europa League, Milan, Austria Vienna, Rijeka, Aek Atene,

Buon sorteggio in Europa League per il Milan, favoritissimo nel suo gruppo che si compone dell'Austria Vienna, il Rijeka e l'Aek di Atene; tutte squadre abbordabilissime e sulla carta non si può nemmeno concepire come il Milan non possa passare primo del girone.
Analizziamo comunque le concorrenti dei rossoneri:

  • L'Austria Vienna è stata la quinta forza del campionato austriaco l'anno scorso, valore della rosa circa 20 milioni composta più che altro da giovani, la stella è forse l'attaccante Lucas Venuto brasiliano 22enne che però è infortunato a lungo termine e non dovrebbe rientrare per la conclusione dei gironi; qui il Milan dovrebbe far valere la maggior qualità della rosa e la maggiore esperienza.
  • Il Rijeka è stata la quarta forza dello scorso campionato croato, rosa che vale circa 22 milioni; anche qui rosa composta da tanti giovani e sappiamo come la Croazia sia sempre stata una fucina di talenti nel passato, non ci sono giocatori di rilievo ed anche qui il Milan non dovrebbe aver problemi.
  • L'Aek di Atene è diciamo la nobile decaduta del gruppo, quarta fascia pur essendo stata la seconda forza del campionato greco e con una rosa del valore di circa 30 milioni; i giocatori più noti sono Marko Livaia, già visto all'Inter, Empoli ed Atalanta, ed appena tornato dal prestito al Las Palmas, ed anche l'esperto Hugo Almeida già visto anche al Cesena; anche qui non ci dovrebbero essere problemi anche se forse è la sfida più interessante del girone.
Buona fortuna ai rossoneri per quest'attesissimo ritorno in Europa e vista la qualità delle squadre concorrenti si preannuncia un cammino lungo per gli uomini di Montella che ora guardano alla partita del 14 settembre in Austria che darà il via alla competizione, poi 28 settembre a Milano con il Rjieka, seguita il 19 ottobre sempre in casa con l'Aek; dopo il giro di boa si ricomincia il 2 novembre in Grecia per poi tornare in casa il 23 novembre con l'Austria Vienna e concludere il 7 dicembre in Croazia con il Rijeka.
Europa League Austria Vienna Roma 2-4 highlights video

Roma bella di notte ed ancora una doppietta per Dzeko! I giallorossi calano il poker in trasferta e consolidano il primo posto nel girone E di Europa League: inizio complicato con il gol di Kayode al secondo minuto ma la Roma risponde subito con Dzeko, sempre più trascinatore, dopo appena due minuti dal vantaggio degli austriaci.
Poi la Roma prende il sopravvento alzando il ritmo ed al 18' arriva il vantaggio con De Rossi che ribatte in porta tutto solo dopo un pasticcio della difesa dell'Austria Vienna.
Ad inizio ripresa altre due belle occasioni per Perotti e Dzeko ma bisogna aspettare il 65' per la doppietta di Dzeko dopo un bell'assist di El Shaarawy, al 78' anche la soddisfazione per Nainggolan chiude la gara con il quarto gol per la Roma.
Registriamo anche il secondo gol dell'Austria Vienna all'89esimo con Grunwald ma è troppo tardi e la vittoria va ai giallorossi di Spalletti che stanno disputando una splendida Europa League nonostante i tanti infortuni.
Sotto il video degli highlights.

Europa League Austria Vienna Roma probabili formazioni video

La Roma domani in trasferta cerca il primo posto del suo girone di Europa League  affrontando l'Austria Vienna ore 19.00 allo stadio Ernst Happel: sfida tra le prime due del girone E per vedere chi sarà la testa di serie.
La Roma, che nell'ultimo turno di campionato ha pareggiato con l'Empoli, arriva con una lista di indisponibili piuttosto corposa: saranno infatti ai box Florenzi, Vermaelen, Nura, Seck, Emerson e Mario Rui a cui si aggiungono Manolas per la frattura del setto nasale e Totti per l'affaticamento del flessore. Spalletti schiererà Alisson tra i pali e deve scegliere uno tra Fazio e De Rossi in difesa e tra Iturbe e Salah in avanti.
L'Austria Vienna arriva dalla bella vittoria in campionato contro la prima in classifica ed ha indisponibili i soli Ronivaldo e Rindbichler; vista la buona prova dell'andata dovrebbe riconfermare la formazione che ha pareggiato con i giallorossi.
La squadra di casa si schiera quindi con il 4-2-3-1 composto da Hazdlick; Stryger Larsen, Rotpuller, Filipovic e Martschinko; Holzhauser, Serbest; Pires, Grunwald, Venuto; Kayode.
Spalletti si affida allo stesso 4-2-3-1 con Alisson; Bruno Peres, Rudiger, Fazio e Jesus; Strootman e Paredes; Salah, Nainggolan ed El Shaarawy; Dzeko.
Appuntamento quindi a domani per vedere se la Roma riuscirà ad essere in testa al girone da sola per ora rivediamo gli highlights della sfida d'andata con il video sotto.


Europa League Roma Austria Vienna probabili formazioni video

Sfida tra le capoliste del gruppo E stasera alle 21.05 in Europa League: la Roma sfida l'Austria Vienna all'Olimpico e punta a rimanere in testa da sola!
Tanti i problemi di formazione per Spalletti a causa dei vari infortunati: con De Rossi squalificato non c'e' alternativa in difesa alla coppia Manolas e Fazio, Rudiger non è ancora pronto, Vermaelen è infortunato, Mario Rui tornerà solo l'anno prossimo e Bruno Peres è ancora indisponibile, quindi Florenzi dovrà fare il terzino destro e siccome Spalletti ha rivelato che Seck ha avuto un problema in allenamento non c'è alternativa nemmeno a Juan Jesus.
Sarà la partita di El Shaarawi che parte titolare e deve recuperare posizioni per convincere anche Ventura a reinserirlo nel giro della nazionale; Spalletti ha rivelato in conferenza che anche Totti sarà titolare, sarà la sua centesima partita in campo internazionale, e da lui si aspetta il 100 gol con lui allenatore. Il portiere di coppa sarà Alisson e sarà l'occasione per rivedere in campo anche Gerson.
La Roma si schiererà con un 4-3-3 composto da Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Juan Jesus; Gerson, Paredes, Strootman; Iturbe, Totti, El Shaarawi.
L'Austria Vienna scende in campo col 4-2-3-1 con Almer; Stryger Larsen, Stronati, Filipovic, Martschinko; Holzhauser, Serbest; Venuto, Grunwald e Pires; Kayode.
Sotto il video della conferenza stampa di Spalletti pre partita in cui parla dei problemi di formazione, di Totti e del momento della squadra.