Articles by "Juventus"
Visualizzazione post con etichetta Juventus. Mostra tutti i post
Juentus - Bayern 2-0

La Juventus batte per 2-0 il Bayern di Monaco grazie ad una doppietta del giovane Favilli, ottime le prestazioni dei nuovi arrivati Perin, Cancelo ed Emre Can mentre Pjanic ha dato l'impressione di giocare con la valigia in mano.

Pagelle

Perin 7 : Una sicurezza

De Sciglio 5 : Ribery o porta aspasso per la fasia a raccogliere le margherite

Alex Sandro 6 : Sembra avere un altro passo rispetto all'anno scorso

Chiellini 6 : Alza il muro in area bianconera

Rugani 5 : Con la testa altrove, probabilmente dalle parti di Londra

Emre Can 7 : Pressa, contrasta e dirige il traffico

Marchisio 7 : Vispo e reattivo come non lo vedevamo da tempo

Pjanic 5 : Gioca con la valigia in mano e non ne azzecca una

Bernardeschi 7 : Ha una voglia matta di mettersi in mostra e riesce nell'impresa con ottimi risultati

Cancelo 7: Polivalente, ordinato  e tecnicamente molto dotato

Favilli 7: Si vede poco ma si sente molto, la butta dentro non appena gli capita l'occasione giusta



Genoa è sicuramente un campo ostico per la Juventus ed anche questa volta le difficoltà non sono mancate: sotto 2-0 dopo appena 7 minuti ma quest'anno la Juventus dimostra il carattere e ribalta la situazione con un super Dybala per il 2-4 finale.
Allegri manda in campo la formazione titolare dell'anno scorso anche se si vede che Pjanic è piuttosto indolente, Khedira fuori condizione passeggia in campo e Cuadrado è il solito pasticcione con tanta corsa ma tanti errori; in difesa poi la fiera degli orrori prima con Laxalt, il migliore dei rossoblu ed elemento da tenere sottocchio, che al primo sorpassa facilmente Alex Sandro ancora in pantofole e lascia partire un tiro che viene prima deviato da Chiellini e poi deviato alle spalle di Buffon da un Pjanic in corsa, è l'1-0 già dopo pochi istanti ed i fantasmi dell'incontro dell'anno passato si riaffacciano.
Dopo pochi minuti ecco il 2-0 per il Genoa con un contrasto di Rugani alle spalle di Galabinov che ricorda molto quello di Alex Sandro nella partita scorsa e rigore assegnato grazie alla Var che lo stesso giocatore del Genoa trasforma: vero che Galabinov era in leggero fuorigioco al momento del passaggio e vero che con la Var si poteva vedere anche questo ma due piedi pestati in area in due partite sono da evitare, Rugani uno dei peggiori ieri e ci si agura che cresca ora che è titolare per dimostrare di essere da Juventus.
Il Genoa è una buona squadra ben messa in campo da Juric con manovra corale ed un Laxalt devastante ma questa volta i bianconeri reagiscono grazie al loro nuovo numero 10 che sfiora il gol in più occasioni e poi lo trova prima ribattendo in area di precisione al 14esimo e poi su rigore per una parata di mano in area concessa dalla Var a fine primo tempo: 2-2 prima frazione e la partita ricomincia, Dybala uomo partita.
Nella ripresa, anche se con qualche rischio con Galabinov pericoloso di testa, la Juventus cerca la vittoria e trova il vantaggio con Cuadrado che finalmente, assist di Mandzukic sempre più prezioso in manovra ed in difesa che in attacco, fa vedere una buona azione personale e con un dribbling supera Laxalt in area e insacca il 2-3; era dagli ottavi con il Bayern che non faceva un gol così, tanto talento che deve trovare un miglior indirizzo.
Poi chiude la partita Dybala al 48esimo con una bella azione personale sulla sinistra ed un tiro di precisione sul palo corto: sua la partita ed il pallone per il 2-4 finale.
Risultato positivo per la Juventus soprattutto per come si era messa la partita ma tante cose da rivedere: gioco ancora approssimativo, Higuain fuori dal gioco e Khedira a passeggiare, dopo il gol del vantaggio Allegri che pensa più a difendere inserendo Barzagli terzino invece di un Costa o un Bernardeschi, implicitamente bocciando ancora De Sciglio quindi, e squadra che ha rischiato troppo con un Rugani che deve decisamente far vedere di meglio; meglio il centrocampo all'inserimento di Matuidi ( ma quanto corre?) e Betancour che promette bene, anche se quello era il momento in cui i rossoblù calavano fisicamente dopo lo sforzo iniziale.
Si spera che sia una lezione per il futuro e che la sosta permetta di trovare una miglior condizione a chi non è impegnato in nazionale come Higuain.
Sotto gli highlights dell'incredibile ed emozionante partita Genoa Juventus 2-4, anche se con la Var dovremo abituarci a qualche rigore in più.



Champions League, Juventus, Sporting, Olympiakos, Calendario

Si sono definiti quindi i gironi per la prima fase della Champions League ed alla Juventus campione d'Italia e finalista dello scorso anno è arrivato un sorteggio non facilissimo con il Barcellona come seconda fascia più Olympiakos e Sporting Portugal.
Esaminiamo quindi le squadre che i bianconeri dovranno incontrare per la qualificazione agli scontri diretti:

  • Il Barcellona lo conosciamo bene, ha una rosa importante con un valore di mercato che sfiora i 700 milioni e le cui stelle sono sicuramente Messi e Suarez, quest'ultimo però infortunato e che difficilmente recupererà in tempo per la prima sfida con la Juventus. E' partito Neymar e questa è una grave perdita mentre dal mercato sono arrivati Deulofeu, ex Milan, Paulinho, brasiliano 29enne, per il centrocampo e per la difesa il 23enne Semedo dal Benfica; nessun rinforzo di prima fascia quindi ma buoni giocatori in un'ossatura consolidata. Il colpo grosso sembra essere però in arrivo con Dembelè dal Borussia per ben 130 milioni, una promessa ventenne che gioca preferibilmente ala destra offensiva anche se per sostituire Neymar dovrà spostarsi a sinistra, non tanti gol per lui ma una buona quantità di assist quindi caratteristiche diverse da Neymar, più un giocatore al servizio di Messi e Suarez.
    C'è da ben sperare visto il risultato della Champions precedente e tutto sommato questo Barcellona non sembra rinforzato rispetto allo scorso anno con la grave perdita di Neymar.
  • L'Olympiakos campione di Grecia ha una rosa del valore di circa 80 milioni, senza particolari elementi di spicco, con la crisi greca che certo non permette grossi investimenti nel calcio; forse la stella è il 24enne Fortuonis, centrocampista offensivo del valore di circa 10 milioni, con un gol in Europa League l'anno scorso; certo la Juventus non può temere i greci.
  • Lo Sporting Pourtogal è un'avversario insidioso, pur essendo in quarta fascia: rosa da quasi 200 milioni e tanti buoni giocatori e volti conosciuti in Italia per i vicecampioni portoghesi; in porta Rui Patricio, in difesa l'ex Barcellona Mathieu e Fabio Coentrao più gli italiani Silva, Piccini e Schelotto. A centrocampo William Carvalho, una delle stelle della squadra che però al momento è infortunato, un'altro italiano come Battaglia e la stella Adrien Silva, capitano della squadra. In attacco Gelson Martins, Bas Dost e Doumbia in prestito dalla Roma. Una buona squadra che sicuramente non deve far paura ai bianconeri ma che richiederà attenzione e concentrazione.
La Juventus rimane quindi favorita per il passaggio, soprattutto visto il risultato con il Barcellona dell'edizione passata ma ci vorrà impegno ed attenzione, sperando di trovare un Higuain finalmente decisivo in Europa si potrà fare un lungo cammino in questa Champions League.
Le partite inizieranno il 13  settembre a Barcellona, poi il 28 a Torino con l'Olympiakos, il 19 ottobre ancora a Torino contro lo Sporting per poi riincontrarlo in Portogallo il 1 novembre, il 23 novembre a Torino contro il Barcellona e per chiudere il 6 dicembre in Grecia contro l'Olympiakos.
Buona fortuna ai bianconeri per una Champions sempre più fondamentale per tutti i tifosi!



Calciomercato, Seria A, Roma, Juventus, Strootman,

A margine della presentazione di Kolarov il DG giallrosso Monchi è stato interpellato sulle presunte voci di un possibile trasferimento di Kevin Strootman alla Juventus: chiare le sue parole " Non abbiamo ricevuto nessuna offerta per Strootman e non siamo interessati a cederlo" chiudendo così ad ogni possibile interpretazione.
Era infatti girata la voce, da qualche giorno, di una presunta offerta bianconera da circa 30 milioni per il giocatore, che ha una clausola da 45 milioni valida a luglio e quindi scaduta, ma sarebbe singolare cederlo a 10 giorni dall'inizio del campionato con poche possibilità di sostituirlo in modo adeguato.
Strootman da quando ha recuperato dall'infortunio è stato uno dei protagonisti della buona annata della Roma con 4 gol e 8 assist in 33 presenze a cui si aggiungono 2 gol in Europa League; sembra quindi chiusa la possbilità di un trasferimento e forse la voce è stata solo alimentata dalla stampa alla ricerca di un nome da attribuire alla Juventus che sembra cercare un centrocampista da troppo tempo e arrivando ormai in un periodo in cui le squadre non hanno più possibilità di fare cessioni programmate mancando ormai poco all'inizio della stagione.
Voce quindi che chiude ogni possibilità e quindi il giocatore rimarrà giallorosso con tutta probabilità considerando anche il recente rinnovo fino al 2022.
Sotto un video con le migliori giocate di Kevin Strootman nell'ultima stagione con la Roma.

Calciomercato, Seria A, Juventus, Torino, Rincon,

Arrivato a gennaio dell'anno scorso come affare last minute Tomas Rincon non è mai riuscito a ritagliarsi il suo spazio nella Juventus e per lui sono sempre stati riservati pochi minuti a partita dove non ha impressionato la dirigenza bianconera.
Ovvio che entrambi considerano conlusa l'esperienza, sia la Juventus che il giocatore venezuelano, ma il suo destino non sembra muoversi da Torino: per lui previsto il cambio di casacca per vestire la maglia del Toro ed oggi ci dovrebbe essere l'incontro tra il suo agente e la dirigenza del Torino per definire ingaggio e lunghezza del contratto, dalle parti sembra filtra ottimismo.
Il Torino sembra aver definito la cessione di Acquah e dovrebbe quindi aver le risorse necessarie per prelevare il giocatore: la formula sarà quella del prestito oneroso ad un milione di euro più un riscatto di circa 8 milioni, anche se qui le fonti danno cifre dai 6 ai 9, dopo un numero di presenze pari a 15 con la maglia granata.
Il contratto dovrebbe essere un quadriennale e per Rincon lo stipendio dovrebbe essere alla pari di quanto percepito alla Juventus ovvero 1,5 milioni più bonus per arrivare a circa 1,8 milioni.
Per la Juventus quindi una potenziale plusvalenza, visto che era arrivato per 8,5 milioni dal Genoa, e per il Torino un prezioso rinforzo nel centrocampo confidando che il giocatore possa tornare ai ritmi del grifone dove aveva ben figurato.
Sotto un video con il meglio di Tomas Rincon nella sua migliore stagione al Genoa.

Calciomercato, Seria A, Juventus, Dybala,

Da poche ore la maglia numero 10 della Juventus ha trovato un nuovo proprietario: come era nella logica è Paulo Dybala a raccogliere l'eredità pesante che per ultima era stata portata da Pogba.
Scelta di marketing sicuramente, e l'Adidas, sponsor Juventus, ha pressato non poco per poterla vendere nei suoi store; ma è anche un segnale di calciomercato ai ricchi club spagnoli che hanno fatto più di qualche pensiero, più o meno esplicito, per portare la Hoya che sia a Madrid o a Barcellona; la giovane promessa argentina non si muove, e non sarà facile strapparlo dalla maglia bianconera.
L'esordio e l'investitura ufficiale della nuova 10 della Juventus avverrà nella prima partita ufficiale di questa nuova stagione: cioè contro la Lazio in Supercoppa dove tutti i bianconeri si augurano che il fresco numero 10 possa bagnare la nuova maglia con un gol.
Sono arrivati anche gli auguri social di chi è stato il 10 storico della Juventus: l'ex capitano Alessandro del Piero a cui Paulo ha risposto compiaciuto lanciando la sfida alla punizione più bella.
Per apprezzare ancora di più questo nuovo simbolo della Juventus ecco un video con i 10 gol più belli di Paulo Dybala.

Calciomercato, Seria A, Juventus, Emre Can,

Sempre vivissima la ricerca del centrocampista per la Juventus e tra Matuidi e N'Zonzi sembra trovare sempre più risalto il nome di Emre Can: secondo il Corriere dello Sport sarebbe caduta sul 23enne centrocampista difensivo del Liverpool la scelta di Marotta che è pronto ad investire 25 milioni per il giovane tedesco in scadenza nel 2018.
Il Liverpool non vorrebbe cederlo ma sta trovando sempre più difficoltà nel proporre il rinnovo al giocatore che non sembra convinto di rimanere al servizio di Klopp e l'offerta della Juventus potrebbe essere una buona occasione: per un giovane come lui è importante mettersi in luce in Europa in vista dei mondiali ed i bianconeri potrebbero offrire la vetrina giusta.
Emre Can può all'occorrenza anche giocare da centrale difensivo, e questa è una dote che ancora di più lo fa piacere a Marotta, inoltre è un giovane su cui programmare a lungo termine o male che vada realizzare una plusvalenza: pronto per lui un contratto da 3 milioni più bonus.
Nella scorsa stagione il giovane del Liverpool in 32 presenze ha realizzato 5 gol con 2 assist e sicuramente ha ampi margini di miglioramento.
Vedremo se la trattativa avrà sviluppi veloci, visto che siamo ormai a circa 20 giorni dalla chisura del mercato per ora ecco un video con il meglio del giocatore.


Calciomercato, Seria A, Juventus, N'Zonzi

L'amichevole col Tottenham ha evidenziato qualche problema e la questione dell'acquisto di un centrocampista di peso sembra sempre più di attualità: tre i nomi che si fanno dall'inizio dell'estate cioè Matuidi, inseguito fin dallo scorso anno, Tolisso e N'Zonzi.
Tolisso è andato poi al Bayern mentre per Matuidi, in scadenza di contratto nel 2018, Raiola sta lavorando ai fianchi il PSG in attesa che la posizione si ammorbidisca mentre per N'Zonzi spaventava la richiesta del Siviglia che non si muove dalla clausola di 40 milioni; l'altro nome Emre Can sembra non sia sul mercato per il Liverpool, menchè meno un Milinkovic Savic che per la Lazio vale come la Gioconda.
Quindi le piste più percorribilli rimangono quelle di Matuidi, che si dice vicino alla Juventus ormai da troppo tempo e N'Zonzi, dopo che la cessione di Leminà potrebbe aver dato a Marotta i fondi per riaprire il discorso.
Non ci sono conferme di ulteriori approcci tra i club ma la notizia che interessa è quella che stasera Paratici sarà presente come spettatore alla sfida tra Siviglia ed Everton dove appunto potrà ammirare N'Zonzi all'opera.
Nell'attendere ulteriori sviluppi ecco un video con il meglio del 28enne centrocampista Steven N'Zonzi.


Calciomercato, Seria A, Juventus, Lemina, Southampton,

E' di ieri la notizia che la Juventus ha trovato l'accordo per la cessione del centrocampista Mario Lemina al Southampton per la cifra di 18 milioni più 2 di bonus; ottima plusvalenza per i bianconeri che lo avevano prelevato solo l'anno scorso dal Marsiglia per circa 10 miloni e che ora si ritrovano con un risparmio dell'ingaggio, circa 1,2 milioni netti a stagione, ed un guadagno possibile del 100% sul cartellino.
Il giocatore Gabonese ha solo 23 anni e per questo era il più appetibile tra gli esuberi bianconeri e dispiace che non sia riuscito ad esplodere a Torino e forse cambiare aria gli farà bene: solo 19 presenze in Serie A con 1 gol ed un assit per un totale di circa 900 minuti che dimostra come per Allegri fosse ormai solo un rincalzo dalla panchina e non un titolare futuro.
Il giocatore era seguito anche dal suo ex club il Marsiglia e dai turchi del Galatasaray ma lui ha preferito il fascino della ricca Premier League e quindi, visite permettendo che dovrebbero svolgersi domani, il suo futuro sarà nella squadra dell'Hampshire inglese: alla Juventus si libera quindi un po' di potenza di fuoco, come la definisce Agnelli, che dovrebbe quindi portare il famoso centrocampista d'esperienza e di peso sostituto di Pogbà che si attende ormai da più di un anno e che la sfida con il Tottenham ha dimostrato essere una necessità.
Facendo i migliori auguri a Mario Lemina ecco un video con il meglio di quanto fatto vedere in bianconero.


Amichevoli, Tottenham, Juventus, Seria A

La Juventus perde nettamente per 2-0 l'ultima amichevole del precampionato contro il Tottenham e per quanto si tratti di preparazione solleva qualche dubbio: vero che ci possono essere differenti carichi di preparazione, il Tottenham ha cominciato circa una settimana prima, ma non è la corsa che ha preoccupato.
Sicuramente gli inglesi sono stati più in palla ed hanno dimostrato di avere una migliore condizione ma anche automatismi di gioco molto più assodati: i giocatori di Pocettino si trovano con facilità anche nello stretto mentre i bianconeri in avanti sembrano molto più lasciati all'improvvisazione dei singoli; tanti poi gli errori nei passaggi e nella difesa con un gol di testa preso dopo soli 10 minuti e due erroracci difensivi che potevano costare cari.
Gli inglesi colpiscono due pali clamorosi con Sissoko e Kean, autore del primo gol, e trovano il raddoppio con un bel filtrante di Dele Alli per Erikssen che scarta Buffon e mette in rete; qui è mancato il fuorigioco da parte di Asamoah ed ha ragione Allegri nel dire che la difesa va migliorata.
Sicuramente è un'amichevole ma lo era anche per gli inglesi e per quanto centrocampo e difesa siano da migliorare sicuramente anche le polveri bagnate dell'attacco, pericoloso veramente solo dopo l'ottantesimo con due pali di Kean e Cuadrado, sottolineano che ieri sera la squadra non c'era.
Si spera sia quindi solo un problema di forma dovuta ai carichi di lavoro e di amichevole presa sottogamba, anche se non è l'atteggiamento giusto, ma forse si evidenzia anche il bisogno di integrare la squadra con un centrocampista che faccia filtro ed un difensore di peso, e magari anche un terzino visto che De Sciglio ha fatto una partita da 6 ma è ancora sicuramente troppo timido negli interventi.
Sotto le immagini per questa sconfitta che richiama la Juventus ad una maggiore concentrazione e concretezza visto che tra poco c'è la Lazio per la Supercoppa e non ci potranno essere più scuse.

Calciomercato, Serie A, Juventus, Andrè Gomes

Inseguito l'anno passato e poi strappato dal Barcellona sembra possibile possa riaprirsi la pista per il portoghese Andrè Gomes: il 24enne ex Valencia non avrebbe infatti impressionato nella sua annata con i catalani e si vocifera di una sua possibile partenza, i tifosi gli rimproverano scarsa personalità e sicuramente l'ambiente blaugrana, che ha dovuto ingoiare l'ottima annata della rivale principale, cerca colpevoli.
Sarebbe una buona occasione per la Juventus, che spesso è riuscita nell'impresa di far esplodere giocatori reduci da esperienze non positive; e tra i tra i vari tentennamenti per Matic, Emre Can e Matuidi ecco un nome nuovo che non sembrava nei radar.
Certo è da verificare l'effettiva volontà della squadra spagnola e la cifra alla quale sarebbe sul mercato: a quanto sembra, a meno di nuove cessioni, la Juventus non è disposta spendere molto per il centrale e per ora l'offerta massima sembra essere stata di 25 milioni per Emre Can che però il Liverpool non vuole cedere.
Il giovane portoghese è arrivato al Barcellona solo un anno fa per 35 milioni e quindi ci si aspetta una richiesta almeno di 30 milioni; la sua annata in blaugrana lo ha visto protagonista di 30 parite nella Liga con 3 gol e 2 assist e 8 presenze in Champions, ovviamente c'è anche il sospetto che una volta al tavolo di trattativa il Barcellona possa lasciar cadere il nome di Dybala ma per ora la Juventus ha dichiarato l'argentino incedibile.
Vedremo se Marotta riaprirà questa pista, intanto ecco un video con il meglio del giocatore Andrè Gomes.


Calciomercato, Serie A, Juventus, Cuadrado

Il futuro di Cuadrado non è chiaro alla Juventus: dopo i tanti acquisti in attacco a cui potrebbe aggiungersi anche il laziale Keita il colombiano comincia ad avere i suoi dubbi sul fatto di essere una prima scelta per Allegri, che già spesso lo ha fatto entrare dalla panchina per cambiare il ritmo delle partite.
Previsto quindi, al rientro della squadra dagli USA, un'incontro con la dirigenza bianconera insieme all'agente Lucci per avere garanzie da parte della società che da parte sua non ha ufficialmente aperto alla sua cessione e si tutela con una richiesta di 40 milioni che ovviamente spaventa tutte le pretendenti.
Per il colombiano sono arrivate dichiarazioni d'interesse dall'Arsenal ma anche da Roma e dal Milan, squadra con cui Lucci ha appena chiuso l'operazione Bonucci, chiaramente le italiane difficilmente potrebbero arrivare alla cifra richiesta senza inserire contropartite.
Potrebbe essere anche il solito modo per chiedere una manifestazione di fiducia, cioè un'aumento dell'ingaggio, che per ora è fermo a 3 milioni a stagione e che sicuramente squadre estere potrebbero superare.
Ricordiamo per ora, in attesa di novità, nel video sotto la stagione di Cuadrado che quest'anno in 30 presenze in Serie A ha collezionato 2 gol e 6 assist a cui si aggiungono le 12 presenze in Champions con un gol ed un assist.

Calciomercato, Serie A, Lazio, Juventus, Keita

La situazione di Keita è sempre più ingarbugliata: arrivano ora le parole del suo agente, Calenda, che sembra respingano anche la possibile offerta del Lione che avrebbe pensato all'attaccante della Lazio per sotituire l'uscente Mbappè.
Dopo quindi aver respinto le offerte di Milan, West Ham e Inter ecco un nuovo rifiuto del giocatore che sembra volere solo la Juventus ed è disposto ad attenderla; da parte sua il presidente della Lazio vuole monetizzare il più possibile per il giocatore e continua a chiedere non meno di 25 milioni anche se l'attaccante ha contratto in scadenza nel 2018, forte proprio della precedente offerta di 27+5 di bonus fatta dagli inglesi.
L'unica ad ammettere di aver fatto fin qui un'offerta ufficiale per il giocatore è stata proprio la squadra bianconera che sembra aver presentato un'offerta da 20 milioni giudicata insufficiente; a questo proposito però Lotito ha smentito la cifra ed ha dichiarato che l'offerta non raggiunge i 15 milioni; possibile che si riferisca alla parte fissa o che la Juventus avrebbe voluto inserire un giocatore nell'affare.
Keita è sicuramente uno dei giocatori più appetibili della squadra biancoceleste con un'annata travolgente da 31 presenze in Serie A e 16 gol e 5 assist quindi le offerte non mancano ma il giocatore ha deciso di volere solo la Juventus e quindi si rischia un muro contro muro che non permette alla Lazio di monetizzare e proseguire il suo mercato ed al giocatore di trovare la sistemazione voluta.
Nell'attendere chi cederà per primo, magari con un rilancio dei bianconeri che accontenterebbe entrambe le parti ecco un video che ripropone la sua straordinaria annata sotto Inzaghi.



Calciomercato Serie A Orsolini Juventus Atalanta

Uno dei più recenti acquisti della Juventus, il promettentissimo giovane Riccardo Orsolini passa ufficialmente in prestito biennale all'Atalanta con diritto di riscatto per i bergamaschi e controriscatto per i bianconeri.
Tanto dice il comunicato ufficiale della Juventus che non specifica però le condizioni economiche per prestito e riscatto di entrambe le squadre; una soluzione positiva che permette al giovane di crescere con Gasperini ed alla Juventus di mantenere comunque un controllo sul giocatore.
I bianconeri si erano sempre opposti alla sua cessione, dicendo che Allegri voleva valutarlo in ritiro, ma evidentemente sono bastati tre giorni di allenamenti per cambiare idea, magari spinti anche dall'addio di Bonucci inaspettato, sperando che si ammorbidisca la posizione dell'Atalanta su un possibile ritorno anticipato di Caldara a Torino; la società bergamasca su questo punto però sembra essere del tutto contraria a mollare il giocatore perno della sua difesa già in questa stagione.
Riccardo Orsolini è un'ala che preferisce giocare a destra e confidiamo che sarà uno dei sicuri protagonisti della prossima Serie A: ha recentemente cavalcato l'avventura dell'Under 20 nazionale in cui ha segnato ben 5 gol in 7 presenze come possiamo ammirare nel video sotto e che fa già sognare i tifosi dell'Atalanta e magari per un futuro anche quelli della Juventus.

Calciomercato Serie A Bonucci Milan Juventus

Sembrava logico che una squadra dopo 6 scudetti consecutivi, 3 Coppe Italia e 2 finali di Champions e nell'anno del record di fatturato a circa 550 milioni potesse passare un'estate tranquilla a pensare solo a rinforzarsi per migliorare; nel giro di pochi giorni dall'inizio ufficiale del calciomercato sono arrivate invece le separazioni inattese di Dani Alves e ora quella incombente di Leonardo Bonucci, uno dei simboli bianconeri fin dall'era Conte che solo lo scorso anno aveva rinnovato a 4,5 milioni l'anno fino al 2021.
Aveva rifiutato in passato offerte principesche dall'estero giurando eterno amore alla Juventus ma quest'anno qualcosa si è rotto evidentemente con litigate con l'allenatore, tribune in Champions e nessuno toglie dalla mente del sottoscritto che qualcosa nell'intervallo di Cardiff sia successo, con protagonista proprio Leo che ha lasciato un segno negativo nello spogliatoio e nella dirigenza.
La società ha scelto la parte di Allegri, fresco di rinnovo a 7 milioni, e Leonardo Bonucci si è visto superato anche nelle gerarchie da Dybala ed Higuain che hanno il medesimo ingaggio; da qui il mandato all'agente di trovare una nuova squadra con la Juventus che non ha fatto ostacoli alla vendita visti i pessimi rapporti interni.
Stà andando al Milan di cui diventerà capitano con un contratto si dice vicino a 7 milioni annui, che probbabilmente la Juventus non aveva intenzione di garantirgli ed anzi a Vinovo hanno visto con sollievo la sua partenza visto anche le condizioni fatte al Milan; il giocatore era stato valutato ben 60 milioni solo lo scorso gennaio e sembra vada a Milanello solo per 40 milioni+2 di bonus; vero è che per il 30enne giocatore si tratterà probbabilmente dell'ultimo contratto ma alla Juventus ora resta il cerino in mano di come sostituire degnamente in campo e nello spogliatoio uno dei suoi leader dopo il buco già lasciato da Dani Alves e 40 milioni possono non essere poi tanti.
Sotto un video che ricorda il meglio di Leonardo Bonucci alla Juventus ormai quasi certamente futuro capitano del Milan.

calciomercato Serie A Juventus Douglas Costa

Arriva, dopo la conclusione delle visite mediche odierne, il comunicato ufficiale della Juventus sull'inganggio del brasiliano Douglas Costa: confermati i sei milioni di prestito con un'opzione per i bianconeri per l'ingaggio definitivo per 40 milioni pagabili in due anni con un possibile incremento di un'ulteriore milione al raggiungimento di obbiettivi.
Ottima formula che non impegna Marotta ad un esborso immediato e che corrisponde a quella con la quale il Bayern ha preso James Rodriguez e che quindi non impegna le società nei rispettivi bilanci; solo 6 milioni quindi di esborso quest'anno e ampia possibilità di investire ancora su Bernardeschi, un centrocampista ed un laterale destro.
Ci sarà sicuramente anche qualche partenza e tanti sono i nomi che filtrano ma per ora godiamoci questo nuovo arrivo nel calcio italiano per un nuovo assalto della Juventus alla Coppa che è sfuggita all'ultimo.
Sotto un video per ammirare il giocatore neo juventino Douglas Costa.

Calciomercato Serie A Juventus Schick

Ci sono casi strani in casa Juventus, come quelli di Betancour che si allena ma ancora non è stato tesserato per tenere fino all'ultimo libero un posto da estracomunitario e quello ancora più strano di Patrick Schick.
Sembrava essere il primo colpo di questo calciomercato per la Juventus strappato a concorrena italiana ed estera con una buona formula da 30,5 in tre anni, prima tranches da 14 poi altre due da 8.
Nelle ultime ore però si sono diffuse notizie contrastanti sul perchè della mancata firma: da quella più banale che dice che la firma ci sarà lunedi' dopo il rientro dalle vacanze a quella più seria di un possibile problema cardiaco che avrebbe concesso al giocatore un'idoneità per soli sei mesi.
Sinceramente non ci si spiega perchè se il problema fisico era stato individuato solo ora si sa dell'offerta alla Sampdoria per prenderlo solo in prestito, visto che le visite risalgono a giugno; altra ipotesi è quella dell'agente del giocatore che farebbe le bizze dopo il ristretto spazio riservato al suo assistito con l'arrivo in Juventus di Douglas Costa ed il probabile Bernardeschi.
Quello che si sà è che dopo la presunta conclusione dell'affare è partito improvvisamente Dani Alves creando un'emergenza in organico che non si pensava di avere ed è anche possibile che si siano fatti due conti e si preferiscano spendere i 14 milioni in questo bilancio per altro giocatore: ad esempio Keità della Lazio che sembra da tempo avere l'accordo con i bianconeri ed ha scadenza di contratto nel 2018 e verrebbe di corsa a Torino.
Sarebbe bello avere dichiarazioni ufficiali dalle società che si rinfacciano comportamenti scorretti ma che per ora tacciano, vedremo se lunedì arriverà Schick con la Sampdoria o con la Juventus e chi si troverà il cerino in mano.
Sotto un video che ricorda le più belle giocate della promessa Patrick Schik in attesa di vederlo di nuovo in campo.

Calciomercato Serie A Juventus Bernardeschi

La Juventus dopo Douglas Costa non si ferma e spinge anche per il 23enne talento della Fiorentina Federico Bernardeschi: italiano, nazionale e di sicura prospettiva sono queste le qualità che spingono i bianconeri a cercare l'accordo seppur a dispetto dei rapporti non idilliaci con la squdra dei Della Valle.
Il giocatore ha contratto in scadenza nel 2019 ma ha già rifiutato il rinnovo con i viola e solo ieri ha dichiarato "Juventus?  A chi non piacerebbe", quindi la volontà del giocatore c'è tutta manca l'accordo con la Fiorentina che spara altissimo: 50 milioni senza inserimeto di contropartite tecniche.
Da parte sua la Juventus si fa forte dell'accordo con il giocatore per un contratto a circa 4 milioni e non vuole spingersi oltre i 40 , magari con qualche bonus ed un pagamento dilazionato come da uso di Marotta nelle trattative più importanti.
Si attende quindi una decisione entro il ritiro della Fiorentina fissato per il 17 luglio, inutile portare un giocatore prossimo alla partenza, quindi in questa settimana, prima della partenza della Juventus per gli USA si attendono notizie.
Intanto vediamo le migliori giocate di Federico Bernardeschi con la maglia viola nel video sotto.

Calciomercato, Seria A, Juventus, Douglas Costa

In queste ore l'amministatore delegato della Juventus è a Monaco per colloqui serrati con la dirigenza del Bayern: obbiettivo l'ala Douglas Costa che, come ha confermato lo stesso Rummenigge, è ad un passo dai bianconeri.
Per il 26enne brasiliano pronto un contratto da circa 6 milioni di euro; il giocatore sembra l'identikit del top player che è mancato ai bianconeri per la conquista della Champions e che possa alternarsi con Mandzukic sulla fascia sinistra e all'occorrenza anche su quella destra.
Il Bayern vuole raggiungere una cifra di circa 50 milioni, sicuramente esagerata per un giocatore in scadenza tra due anni e che viene da un'infortunio al tendine che lo ha escluso da diverse gare in Bundesliga, ma in questo mercato bisogna far fronte a richieste eccessive ed i tedeschi non hanno sicuramente bisogno di vendere.
Comunque è riuscito a collezionare nella scorsa stagione 23 presenze,4 reti e 6 assist in campionato ed in Champions 9 presenze, 2 reti e due assist; numeri sicuramente positivi che hanno spinto i bianconeri all'affondo.
Marotta sta trattando per le modalità d'acquisto sulla base di un prestito oneroso da 6 milioni ed una base di riscatto a circa 40, cercando un'accomodamento sulla cifra e per non gravare l'acquisto sul bilancio di questa stagione, in modo di liberare potenza di fuoco per prossimi colpi.
Vedremo in queste ore se l'arrivo di Douglas Costa diventerà ufficiale, si dice che addirittura per domani siano già prenotate le visite mediche, per ora ecco un video per lustrarci gli occhi con le migliori giocate del brasiliano.

Dani Alves, Juventus, Cuadrado, Allegri, Bonucci

Si respira una strana aria in casa Juventus, mentre gli acquisti annunciati o meno attendono ancora l'ufficialità, già si comincia a parlare di partenze eccellenti; è evidente che la mancata coppa qualche strascico l'ha lasciato tipo giocatori scontenti ed il presunto litigio negli spogliatoi alla fine del primo tempo della finale.
Il primo indiziato a partire sembra essere Dani Alves, che aveva trovato il suo ruolo nella squadra a fine campionato dopo un'inizio poco entusiasmante ed un infortunio, e l'interesse del City sembra concreto, gli infelici post e messaggi sembrano evidenziare la sua volontà; quello che non si capisce sono ancora una volta le voci di recissione senza un'adeguato rimborso per la società dopo i regali di Tevez e Llorente che avrebbero dovuto portare ben altri risultati alle casse societarie....mah.
Sempre vive anche le voci sulla possibile partenza di Leonardo Bonucci, dopo gli screzi con Massimiliano Allegri, che fresco di rinnovo è in una posizione di forza e tradizionalmente la Juventus ha sempre finanziato il mercato con la cessione di un big ed i soldi della Champions potrebbero non bastare anche quest'anno visto che c'è da pagare la seconda rata per Higuain.
Fortemente indiziato per la partenza sembra Cuadrado, prezioso a volte ma molto discontinuo e poco incisivo nei momenti importanti, per il quale ci sono voci di interesse del PSG.
Vedremo quindi se sarà annunciata prima una partenza o un'arrivo in casa Juventus!
Sotto un video che riassume la stagione del probabile partente Dani Alves.